Passa ai contenuti principali

Io sono...


Mi chiamo Raimonda, ma sono Ramona. 

Tutte e due nasciamo all’ombra del Vesuvio e, fin da subito, siamo costrette a vivere con la doppia natura del nome, nordica e mediterranea. 
Fedele a tutte e due, sono laureata in Lingue e Letterature Straniere, scegliendo l’inglese, per dare da mangiare alla fame del nord Europa, e lo spagnolo, per sentirmi ancora la lava del Vesuvio nelle vene.

Tra tutte, alla fine, ha vinto la passione per l’America, grazie alla quale ho dato alla luce una tesi su Paul Auster e New York. E ne vado fiera come di un figlio bello, simpatico e pieno di amore per la mamma!

Da piccola volevo fare la scrittrice e da grande mi sono trovata a fare la giornalista, giusto per sfogare la voglia perenne di avere a che fare con le parole. Che quando non le scrivo, continuano a passeggiarmi nella testa, sotto forma di versi, frasi, ritornelli...

Ho un romanzo nel cassetto, forse addirittura più di uno, con contorno di tanti racconti e altri progetti. Tra cui quello di costruire un cassetto più grande.

Quando ero piccola il mio sogno di viaggio era Londra. Quando poi ci sono andata, ho capito che il mio sogno era il viaggio e da allora non ho più smesso. 

Né di sognare, né di viaggiare. 

Il mio viaggio del cuore è stato a Parigi. Il viaggio del cuore del mio cuore è stato a New York.
Il viaggio che ancora devo fare è quello che aspetto con più trepidazione...

Leggimi nel pensiero è la stanza dove torno quando voglio staccare dalla realtà e mettere nero su bianco la "mia" realtà più bella, fatta di libri, di persone che incontro, di cose che penso.
Era nato come un blog in cui avrei voluto parlare di libri ed è diventato molto di più: una porta per far entrare e uscire cose belle. Belle per me, almeno.

Riassumendo.

Io sono Ramona e scrivo.

Voi, se avete voglia, leggetemi (nel pensiero)!

Commenti

  1. Bellissima presentazione, complimenti! E complimenti anche per le cose belle che condividi con noi che leggiamo...

    RispondiElimina
  2. Quindi pensi utilizzando le parole, come fa un pittore mentre dipinge e forse, hai gli appetiti di una visionaria.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

I segreti delle donne

La donna nasconde un segreto. Sempre Il segreto del seme Il segreto del frutto Il segreto della luce Il segreto del buio
La donna nasconde un segreto. Sempre. Il segreto del fuoco Il segreto dell'acqua
Il segreto del bene
Il segreto del male Il segreto della vita Il segreto della morte
La donna nasconde un segreto. Sempre.


© Ramona Granato, 2017. All rights reserved.  Riproduzione vietata se non su richiesta.

Segnalazione: Mancanza di Ilaria Palomba

Mancanza Ilaria Palomba Augh edizioni dal 5 ottobre in libreria
Già conosciuta al pubblico come narratrice, Ilaria Palomba torna sugli scaffali delle librerie continuando a sperimentarsi anche nella poesia. Assenza, abbandono, bellezza, vita, parole che tornano e ritornano nelle pagine di Palomba, e pure e ancora è forte e prepotente il richiamo alle conseguenze del dolore e a una stagione della vita in cui vivere significa “sporcarsi” con il dolore, sentirlo, viverlo. Non ci sono filtri nei versi e nei sentimenti che rivela Mancanza (Augh Edizioni). Non c’è consolazione, né rassicurazione: l’autrice consegna ai lettori poesie, sentimenti, assenze e imperfezioni della vita che a essa stessa si mischiano. Mancanza, racconta Antonio Veneziani nella prefazione, si muove tra filosofia e metafisica, tra spirituale e reale, tra verità e presunta autenticità, tutto ciò potrebbe condurre su strade disperanti e disperse, invece Ilaria Palomba, lontana da psicologismi di maniera e da avanguardism…