Passa ai contenuti principali

Io leggo...


Io leggo. 
E tanto, anche.
Qui cercherò di tenere il conto dei libri che ho letto dall'inizio del 2014 - o meglio, quelli che mi sono ricordata scrivendo, sicuramente ne ho saltato qualcuno - ma so già che non ci riuscirò, quindi non mi dite niente.

Mi piace l'idea di poter condividere la mia libreria ***una minimissima parte, in realtà*** perché così mi sembra veramente che possiate leggermi nel pensiero ***una minimissima parte del marasma che  ho in testa, a dirla tutta***.

Tenete d'occhio questa pagina perché sarà in continuo aggiornamento, anche per le recensioni che man mano scriverò.

Gli occhi gialli dei coccodrilli di Kathrine Pancol.
Il valzer lento delle tartarughe di Kathrine Pancol.
Gli scoiattoli di Central Park sono tristi il  lunedì di Kathrine Pancol.
Buio di Maurizio de Giovanni.
Le geometrie dell'animo omicida di Monica Bartolini.
Sento la neve cadere di Domenico Infante.
Tutti gli amici di Anna di Enrico Pennino.
La gente felice legge e beve caffè di Agnès Martin-Lugand.
Adesso altre pecore di Enrico Careri.
Teresa e la luna di Carla Marcone.
Il metodo della bomba atomica di Noemi Cuffia.
Malinverno di Fabio Lubrano.
Wife withe benefits di Cecile Berthod.
L'assistente ideale di Cecile Berthod.
Il gangster dei miei sogni di Cecile Berthod.
Come prima di Maria Venturi.
Le scarpe son desideri di Mara Roberti.
Mariti in salsa web di Viola Veloce.
Cara cognata, ti odio! di Corinne Savarese.
Un giorno da favola di Fabiola D'Amico.
All'improvviso la felicità di J. Courtney Sullivan.
Un giorno, forse di Lauren Graham.
Dove le strade non hanno nome di Angelo Carotenuto.
Trent'anni e li dimostro di Amabile Giusti.
L'orgoglio dei Richmond di Amabile Giusti.
Vacanze da Tiffany di Francesca Baldacci.
Palazzo d'Inverno di Francesca Rossi.
Mi arrivi come da un sogno di Diego Galdino.
La ragazza del 6E di A.R. Torre.

Commenti

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Sotto il sole d'agosto

L'odore dell'origano secco da setacciare. I suoni della cucina quando qualcuno si sveglia presto. La luce della controra. Quel silenzio che dura sempre pochissimo. Tutti i rituali che sono in ogni cellula del mio cuore.

La felicità.
Il blu profondo del mare. La sabbia nera e gli scogli come artigli che afferrano le onde.
Il Vesuvio giallo di ginestre, viola di tramonto e rosa di alba.


I libri letti e riletti cento volte.
Le mie carte, le agende un po' ingiallite e i biglietti che ancora mi sciolgono il cuore.
Le piccole cose col loro piccolo posto sulla scrivania.

Gli abbracci, quelli grandi e indissolubili.
I baci, quelli veri, forti, a labbra morbide.
L'amore, quello che non passerà mai, che non è mai stato in discussione e mai lo sarà.
I legami, quelli che affondano le radici nel mio cuore, nell'essere più profondo di me e non cambieranno mai.


Sentire la mancanza di tutto quello che si ha così profondamente dentro, è strano.
È come sentirsi mancare un pezzo di c…

Gli scrittori più ricchi del 2015 sono inglesi e americani. E gli italiani?

Ogni volta che si cerca di parlare di lettura si mettono le mani avanti. "Si legge poco, quasi niente". Se osate mettere la domanda in mezzo a una tavolata di amici, potrete trovare quelli che se ne usciranno che sanno cosa sono i libri ma non sentono la necessità di stare nella stessa stanza con loro. Le librerie in Italia chiudono e quando riaprono spesso lo fanno sotto il simbolo dei grandi marchi editoriali (e ben vengano, eh, purché ci siano luoghi per e con i libri).
In Italia nel 2013 il 43% degli italiani adulti dichiara di aver letto almeno un libro negli ultimi dodici mesi (nel 2014 la percentuale è scesa al 41%), mentre negli Stati Uniti nello stesso anno, lo ha fatto il 76% della popolazione. Paese che vai, lettori che trovi.
In questo quadro generale, mi è capitato di leggere la classifica degli scrittori più ricchi del 2015 secondo Forbes e, sì, c'è gente che con i libri ci campa e lo fa anche più che dignitosamente. Non a caso e forse in virtù di quel 76%…