Passa ai contenuti principali

Segnalazione: Charlene di Theresa Melville


Charlene
Theresa Melville
Emma Books

Parigi, 1824. Il sogno di Charlene di diventare scrittrice sembra realizzarsi quando, complice un fortunato incontro, inizia a posare come modella per il pittore Eugène Delacroix ed entra a far parte della cerchia degli autori romantici. La sua bellezza e il suo temperamento non passano inosservati, soprattutto allo scrittore russo Dimitri Ivashkov. Sorda alle voci che circolano sulla pessima reputazione dell’uomo, Charlene crede ingenuamente di aver trovato il vero amore. Si trova invece coinvolta in una vicenda da cui uscirà distrutta. Chiusa in un guscio di diffidenza, decisa a dedicarsi solo alla scrittura, Charlene sembra ormai incapace di abbandonarsi ai sentimenti, finché un uomo misterioso…

Theresa Melville, pseudonimo di Maria Teresa Casella, è romanziera di professione. Dopo aver lavorato nel giornalismo sportivo e in pubblicità come copywriter, dai primi anni novanta si dedica alla narrativa. Dal 1996 scrive romance storici pubblicati nelle collane da edicola Mondadori. Sperimenta la contaminazione di generi con la trilogia dei “Tourangeau” (Mondadori, 2010 - 2013), per cimentarsi poi nel genere noir con il romanzo Amore Obliquo e diversi racconti, tra i quali il vampiresco Antropomorti, pubblicato da Emma Books, e il trittico Storie Sbagliate.

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Recensione: Ogni volta che sono solo con te di Amabile Giusti

La qualità della scrittura, della storia, di un libro, insomma, può determinarsi dal nome della casa editrice scritto in basso sulla copertina?  Mi sono spesso detta di sì, che la scrematura per mano di professionisti dell'editoria è necessaria per non farci arrivare qualsiasi rigurgito di scrittura che un essere umano possa avere nella sua vita. Poi però ho ammesso le dovute eccezione. I libri di Amabile Giusti sono queste dovute eccezioni di cui tenere conto per onestà intellettuale e perché è giusto che il mondo di questa autrice abbia il suo riconoscimento.
Ho letto per la prima volta un suo libro nel 2014, era "Trent'anni e li dimostro" prima di essere pubblicato dalla Mondadori ed era già perfetto così. In seguito ho letto anche qualcos'altro di suo e l'incanto era sempre lo stesso. La lettura di "Ogni volta che sono solo con te" [Amazon Publishing] arriva dopo tanto tempo che avevo un po' perso di vista l'autrice e i suoi libri e dev…

Leggimi Napoli, un percorso d'amore

Per l’anno nuovo, ho cercato di evitare i buoni propositi ma, evidentemente, loro non hanno evitato me. Pur non avendone le intenzioni, pian piano hanno iniziato a formarsi nei miei pensieri delle liste, degli elenchi, delle frasi a volte composte da una sola parola, che indicavano senza ombra di dubbio delle proposte di cose da fare possibilmente nei prossimi dodici mesi. Dei propositi, insomma.
Quello di cui vi sto per parlare è un percorso che si è delineato naturalmente, complice la miriade di libri che ho portato con me dalle vacanze natalizie. A ben guardare, infatti, tra i libri che ho letto e quelli che vorrei leggere, ce ne sono tanti che parlano di Napoli. Non a caso ho iniziato l’anno di questo blog proprio con la recensione di “Napoli mon amour”.

Ho notato che, da quando vivo all'estero, ho iniziato a cercare, leggere e accarezzare libri che parlano della mia terra. Non perché abbia bisogno dell'inchiostro su carta per ricordarmela, per carità, ma forse mi sembra …