Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2017

A casa per Natale

In qualsiasi latitudine, geografica o del cuore, vi troviate,  vi auguro di tornare a casa per Natale.
Questo Natale per me significa tornare in quell'angolo di cuore che porto con me dappertutto, tutto l'anno. E tornarci con quel pezzo di cuore che da sei mesi batte fuori dal mio petto.
In quel posto in cui non fa mai freddo, in cui non si contano gli abbracci,  in cui qualsiasi cosa succeda fuori, si è al sicuro.
Per la prima volta nella mia vita, ho provato il freddo più gelido che abbia mai potuto immaginare, seguito dal caldo più esplosivo che non avrei mai pensato di riuscire a sopportare.
In quel luogo senza tempo, senza orologi, senza trucchi e senza maschere.
Il tempo ha il valore che diamo ad ogni secondo, per non perdere nemmeno un istante. Non ho mai dato peso al tempo che passa sul mio volto, che mi passa le dita nei capelli. Non ho mai creduto tanto che il tempo cambiasse le cose fin quando non ho misurato i minuti e le ore e i giorni col sorriso di mia figlia.
In que…

5 cose da sapere prima di regalare dei libri a Natale

Ogni anno, in occasione del Natale, mi piace fare un giro in libreria per osservare i più diversi avventori, soprattutto quando chiedono al libraio un consiglio per fare un regalo. Ecco, questa cosa mi fa sempre molto riflettere, perché se avete bisogno che un estraneo vi consigli un libro per qualcuno che - ipoteticamente - solo voi potete conoscere, mi sa che qualcosa è andato perso per strada. O questa persona non legge e quindi non avete mai sentito uscire dalla sua bocca né un titolo né un autore che la incuriosiva. Oppure non conoscete molto bene questa persona e, in questo caso, vi conviene regalare una cosa così "intima" come un libro?
Certo, sempre meglio che un paio di mutande rosse natalizie, direte voi, ma tant'è.

A dirla tutta, io non regalo mai libri e, solo rarissimamente, ricevo in regalo dei libri.
Li regalo solo a mio marito, ora che ci penso, e solo lui me ne regala e finora non ha mai sbagliato un titolo.
Negli anni passati, dei conoscenti o degli am…

Le coccole di dicembre

L'odore della frittata di maccheroni. La felpa calda e morbida. Un momento di pura pigrizia. Un abbraccio. Un bacio dolce. Un sorriso spontaneo. Una coperta grande. La penombra di una stanza. L'attesa del tramonto. Un pezzo di cioccolato fondente con scaglie di arancia candita. Una tazza di tisana profumata. La voglia di lasciare che le cose vadano come devono andare. La promessa del tempo. Il giuramento dell'amore. La malinconia lenta pensando alle cose che sono passate. La scintilla di speranza per le cose che arriveranno. Un libro che intesse storie di parole e suoni. La quiete tristezza di una solitudine risolta e felicemente accettata.
Quella carezza che è mancata tanto. Quelle mura che sono sempre come le ricordavo. Rientrare in quel profumo che solo casa tua ha. Le luci di Natale sull'albero nel buio della stanza. L'odore della pelle di mia figlia. Il suono familiare delle chiavi quando rientra mio marito. I dorsi dei libri sugli scaffali, i titoli li riman…

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...