Passa ai contenuti principali

Segnalazione: Ossimori a mezzanotte


Ossimori a mezzanotte
Allievi del corso di scrittura di Rossella Calabrò
Emma Books


“Avete mai visto una classe in pigiama? No? Be’, nemmeno io.
Eppure, durante il corso di scrittura creativa Parole Danzanti, io e i miei allievi ci siamo trovati spessissimo la sera, intorno a mezzanotte, a far lezione beatamente pigiamati dietro i nostri monitor. Un pigiamamento materiale, però, non certo mentale. I neuroni, belli vispi e ben vestiti, erano sempre pronti a fare gli esercizi di scrittura.
Il bello di un corso on-line è che si può frequentare quando e come si vuole e, se il tempo libero lo si trova a mezzanotte, si va a scuola a mezzanotte, oppure a mezzogiorno, oppure quando la pizza è in forno, mentre si insegue un unicorno, sulla strada del ritorno, sul sentiero di un buongiorno.
Il bello di questo corso è che ci siamo anche divertiti. E ci siamo voluti bene, davvero. L’affetto, la solidarietà, la simpatia, si intrufolavano attraverso i bit e si percepivano benissimo.
Poi, per Celebrare Con Rara Solennità la fine dell’anno scolastico, la classe, un giorno di giugno, è partita in missione, da ogni parte d’Italia, per convergere in un ristorante milanese. Così, invece di mandare gli alunni negligenti dietro la lavagna, la signora maestra ha mandato tutti dietro alla lasagna. A volerci ancora più bene, coi sorrisi un po’ unti di ragù.” Rossella Calabrò

In questa antologia potrete leggere il risultato delle creative notti in bianco di: Alessia Barbaresi, Serena Cartellà, Manuela Cascio, Massimo Cerina, Luisa Di Tolla, Azzurra Ferretti, Silvia Fontanari, Beáta Kozák, Stefania Losa, Giovanna Masobello, Ilaria Pillai, Erika Pompili.

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Recensione: Per lanciarsi dalle stelle di Chiara Parenti

Tutti abbiamo paura di qualcosa. Anche quelli che dicono di non aver mai paura, probabilmente hanno paura della paura stessa. Le paure cambiano nel corso del tempo, fortunatamente qualcuna sparisce per fare posto, purtroppo, ad altri timori. Che sia fondata o meno, la paura ci paralizza, ma, allo stesso tempo, ci protegge, ci avvolge di uno strato di consapevolezza che non ci fa fare quello che ci terrorizza. È un bene o un male, non possiamo mai dirlo con assoluta certezza.
"Per lanciarsi dalle stelle" di Chiara Parenti [Garzanti] è un libro che della paura fa il suo argomento principale, soprattutto quando sparisce.
Maria Sole ha 25 anni e si lascia "coccolare" da mille paure, soprattutto ha paura di fare qualcosa di diverso dal solito. Così ogni mattina fa lo stesso percorso per andare a lavorare sempre nello stesso posto, saluta le stesse persone, scambia gli stessi convenevoli sul tempo e, fino a sera, è tutto un dejà vu. Come spesso accade, la migliore amica …

Anteprima: Al parco di Gail Schimmel

Al parco Gail Schimmel Astoria Edizioni In uscita il 20 settembre
Rebecca, una giovane artista che ha da poco adottato una bambina, Amy – dopo anni di estenuanti quanto infruttuosi tentativi di inseminazione artificiale – comincia a frequentare il parco vicino a casa. Tante le mamme che la circondano, ciascuna con il proprio pargolo, ma solo con Rose – mamma che sembra perfettamente a proprio agio nel suo ruolo, che ama dispensare consigli, affettuosa e ciarliera – Rebecca riesce a creare un legame di amicizia, che le rende tutto più facile. Il rapporto tra le due si intensifica fino a quando al parco si presenta Lilith, single, madre di una deliziosa bimbetta, che più che parlare con loro sembra interrogarle. A quale scopo, non si capisce. Da lì a poco la bilancia dell’amicizia cambia e sono Rebecca e Lilith a diventare sempre più unite, mentre Rose sembra scivolare fuori. Rose – probabilmente gelosa – si lascia andare a una serie di commenti inopportuni, che prendono di mira sia il co…