Passa ai contenuti principali

Segnalazione: Ossimori a mezzanotte


Ossimori a mezzanotte
Allievi del corso di scrittura di Rossella Calabrò
Emma Books


“Avete mai visto una classe in pigiama? No? Be’, nemmeno io.
Eppure, durante il corso di scrittura creativa Parole Danzanti, io e i miei allievi ci siamo trovati spessissimo la sera, intorno a mezzanotte, a far lezione beatamente pigiamati dietro i nostri monitor. Un pigiamamento materiale, però, non certo mentale. I neuroni, belli vispi e ben vestiti, erano sempre pronti a fare gli esercizi di scrittura.
Il bello di un corso on-line è che si può frequentare quando e come si vuole e, se il tempo libero lo si trova a mezzanotte, si va a scuola a mezzanotte, oppure a mezzogiorno, oppure quando la pizza è in forno, mentre si insegue un unicorno, sulla strada del ritorno, sul sentiero di un buongiorno.
Il bello di questo corso è che ci siamo anche divertiti. E ci siamo voluti bene, davvero. L’affetto, la solidarietà, la simpatia, si intrufolavano attraverso i bit e si percepivano benissimo.
Poi, per Celebrare Con Rara Solennità la fine dell’anno scolastico, la classe, un giorno di giugno, è partita in missione, da ogni parte d’Italia, per convergere in un ristorante milanese. Così, invece di mandare gli alunni negligenti dietro la lavagna, la signora maestra ha mandato tutti dietro alla lasagna. A volerci ancora più bene, coi sorrisi un po’ unti di ragù.” Rossella Calabrò

In questa antologia potrete leggere il risultato delle creative notti in bianco di: Alessia Barbaresi, Serena Cartellà, Manuela Cascio, Massimo Cerina, Luisa Di Tolla, Azzurra Ferretti, Silvia Fontanari, Beáta Kozák, Stefania Losa, Giovanna Masobello, Ilaria Pillai, Erika Pompili.

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Recensione: Il purgatorio dell'angelo di Maurizio de Giovanni

Ogni volta che viene pubblicato un nuovo libro di Maurizio de Giovanni, attorno alla storia fiorisce sempre un affetto difficilmente descrivibile.
Da quando nel 2007 è uscito il primo libro del commissario Ricciardi, l'amore per questo personaggio e per le sue vicende nella Napoli degli anni '30 è andato crescendo a dismisura.
"Il purgatorio dell'angelo. Confessioni per il commissario Ricciardi" [Einaudi] è stato annunciato come il penultimo capitolo della serie e non c'è verso di farsene una ragione.
Al contrario, adesso si cerca di gustarsi ogni pagina con ancora più trasporto.
Io sono nel gruppo degli inconsolabili ma la trama è strutturata in maniera tale da guidare il lettore verso una naturale conclusione.

In questo libro siamo a maggio e a Napoli avviene un delitto che tocca quello che è da tutti considerato un angelo: padre Angelo De Lillo viene trovato morto su una scogliera a Posillipo, poco lontano dal convento dei gesuiti dove vive e insegna. Se t…

Recensione: Lezioni di disegno di Roberta Marasco

L'amore è femminista? Se non vi siete mai posti questa domanda, pensateci. Dove inizia il femminismo e dove finisce l'amore di una donna per un uomo? In realtà non c'è alcun confine.
Nel suo nuovo romanzo "Lezioni di disegno" [Fabbri Editori], in libreria da domani, Roberta Marasco riesce a darci un indizio sulla vastità della presunta dicotomia tra amore assoluto e femminismo, tra convenzioni sociali e ribellione, tra famiglia e passione.
Julia torna a Barcellona dopo la morte della madre e dopo aver lasciato dietro di sé le macerie di un amore finito - l'ennesimo - e di un lavoro senza ispirazione. A Barcellona trova ad attenderla, immutata nel tempo e nei ricordi, la casa di famiglia: quando Julia vi entra, dopo tanto tempo, ne sente ancora l'anima, quel respiro immenso che si posa sugli oggetti e li accarezza, rendendoli quasi vivi come lei li ricordava quando la casa era piena della loro famiglia. Per sua sorella Anna, invece, la casa è solo una pra…