Passa ai contenuti principali

Un amore di inizio secolo. Di nuovo insieme di Viviana Giorgi


Ken Benton è un uomo molto determinato, nella sua banca come nell'amore. Quando scende dal transatlantico che lo ha portato dall'America all'Inghilterra, non riesce a togliersi dalla testa la bella e misteriosa bibliotecaria di bordo, Priscilla Talbott, che è sparita non appena messo piede a terra.
Per questo assume un investigatore, che ben presto scopre che lei altri non è se non Lady Priscilla Alberly, figlia di un nobile inglese dalle mani bucate e moglie di un senatore americano molto più vecchio di lei.

Dopo "La traversata. Un amore di inizio secolo", tornano i personaggi di Viviana Giorgi in "Un amore di inizio secolo. Di nuovo insieme" [Emma Books] dove finalmente conosceremo lo svolgimento e la lieta conclusione di questa storia d'amore d'altri tempi.

Tra Ken e Priscilla ci sono scintille fin dal primo sguardo ma, una volta arrivati in Inghilterra, le regole della società e i mille ostacoli che il destino mette sulla loro strada, rischiano di allontanarli per sempre. Come la tradizione del romance prevede, ogni problema ha la sua soluzione e ogni cattivo ha la sua giusta punizione, ma è il modo in cui tutto ciò avviene a fare la differenza tra un libro buono e uno mediocre. 
E questa è una storia scritta in maniera magistrale, così come Viviana Giorgi ci ha abituati secondo il suo stile.

Ogni più piccolo dettaglio di questo romance è cesellato al fine di creare l'atmosfera perfetta per il periodo storico in cui è ambientato e i personaggi che abbiamo già imparato ad amare nel preludio della traversata non fanno che confermare la loro profondità. Oltre ai protagonisti principali, io ho adorato lo spirito ironico e pungente - il wit della tradizione letteraria inglese - della duchessa madrina, tanto che ho sempre sperato, leggendo, che ogni sua apparizione durasse un po' di più.

I romance storici di Viviana Giorgi non deludono mai e lasciano in bocca il sapore delizioso di un'epoca in cui vorremmo immergerci senza sosta.





Commenti

  1. Grazie Ramona per questa deliziosa recensione. Sono felice, al di là delle belle parole che mi rivolgi, che il romanzo sia piaciuto a te, non come blogger ma come amica. È la cosa a cui tengo di più.
    Ti abbraccio
    Viviana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Viviana! Come blogger e come amica, adoro le tue atmosfere e i tuoi personaggi. Le mie recensioni sono veritiere. E come amica, lo consiglio a tutte le lettrici come me! ❤️

      Elimina

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Quando a casa mia sono arrivate le rondini del commissario Ricciardi...

Prima
- Hai visto che sta per arrivare? (segue sguardo cospiratore) - Eh sì (sguardo di intesa). Ho iniziato a vedere se trovo la trama, ma niente. On line non c'è ancora niente. - Io ho letto da qualche parte che sarà l'ultimo... - Noooooo! Ma come facciamo a stare senza! Ma come fa lui senza di lui... Non può essere, non ci credo! (lo guarda cercando consolazione) - Guarda che prima o poi 'sta storia deve finire, non è che può andare avanti in eterno. - Sì, sì, lo so... ma non adesso. Adesso io non sono pronta ancora. - Comunque io ti volevo solo dire che sta per arrivare, quindi mettiti in condizione... - Eh stavolta non lo so se ce la faccio. Sono cambiate un sacco di cose dall'ultima volta... (scuote la testa, con poca convinzione)
Dopo
- No, tu devi fare veloce perché io devo parlarne con te!!! (mostra segni di evidente nervosismo) - Io questo posso fare, e questo faccio!  - A che sei arrivata? - ... - Sì, ma che idea ti stai facendo?! - Ci devo pensare. (una mala …

Segnalazione: Non basta dirmi ti amo di Daniela Volonté

Non basta dirmi ti amo Daniela Volonté Newton Compton Editori dal 9 novembre in libreria

Durante le feste, l’aeroporto JFK di New York è persino più affollato del solito. A causa delle abbondanti nevicate, poi, tutti gli aerei sono in ritardo, compreso quello che dovrebbe riportare Beatrice in Italia. Durante l’interminabile attesa, un passeggero ha un infarto e Beatrice si ritrova a soccorrerlo tempestivamente con l’aiuto di un uomo con una cicatrice sul viso. Si chiama Callan ed è di origine inglese. Seppure per poco, l’intensità di quei momenti li ha avvicinati, ma l’annuncio dei voli richiama entrambi alle proprie vite e Beatrice torna in Italia dal fidanzato, Matthias, che ha in serbo per lei un’inaspettata proposta di matrimonio. I preparativi la inghiottono, insieme ai conflitti con l’ingombrante suocera e con suo fratello, che non vede di buon occhio le nozze. Beatrice ha quasi dimenticato l’episodio all’aeroporto, quando riceve il messaggio di Richard, l’uomo che ha salvato: ha…