Passa ai contenuti principali

Torna il Circolo Book & Tè: i libri e le tazze di Scrittura & Scritture incantano Napoli


L'attesa è finita! Torna il circolo letterario più esclusivo e originale di Napoli, il Book & Tè della casa editrice Scrittura & Scritture.
Giunto alla 5 edizione dal 6 ottobre 2016 al 2 febbraio 2017, il ritrovo tra lettori appassionati e scrittori è ormai diventato un appuntamento da non perdere nella movida culturale della città di Partenope.
Nato dall'idea di Chantal ed Eliana Corrado, editrici di Scrittura & Scritture, il Circolo Book&Tè non vuole essere un circolo letterario come tanti ma molto di più, un vero e proprio progetto culturale sulla lettura a Napoli che dura ormai da due anni e che ha conquistato un pubblico sempre più ampio.
Il circolo Book&Tè, che richiama i salotti letterari di un tempo, si svolge in un’atmosfera di assoluto relax; al centro, conversazioni intorno al libro, alla scrittura e all’editoria, sorseggiando tè (vari i tipi messi a disposizione) accompagnato da diversi pasticcini artigianali.
Formula vincente non si cambia: ogni appuntamento prevede l’incontro con uno scrittore e il suo libro, con l'aggiunta, di volta in volta, di simpatici diversivi e giochi letterari spiritosi e creativi, che si concluderanno con un ricco superpremio finale per il vincitore, e altri premi per le diverse categorie designate. Perché i partecipanti del circolo presto impareranno che "Leggere è divertente" e che "La lettura ti premia"!

Il circolo prevede cinque incontri a cadenza mensile (dal 6 ottobre 2016 al 2 febbraio 2017), sempre di giovedì, dalle 17.30 alle 19. Tutti gli incontri si terranno presso la sede della casa editrice Scrittura & Scritture [corso Vittorio Emanuele, 421- Napoli].
Il programma è dei più allettanti:

6 ottobre - incontro con tutti i partecipanti per conoscersi e chiacchierare in libertà di libri e letture, ricevere omaggi e iniziare fin da subito a divertirsi con il primo gioco letterario della serie! Naturalmente, il tutto accompagnato da tè e pasticcini.
3 novembre - la Francia della Rivoluzione, tra cuochi raffinati amanti della regina e sognanti sarte innamorate della rivoluzione e dei suoi portavoce. "Un caffè con Robespierre", di Adriana Assini (libro novità).
1 dicembre - la Napoli della seconda guerra mondiale: in una simbolica partita di calcio, il popolo della strada sfida le camicie nere. "Novanta minuti" di Domenico Infante.
12 gennaio - la Novara fredda e nebbiosa, carica di neve e di delitti, un enigmatico e spietato predatore seriale e la predizione di un "anno interessante". "La bellezza non ti salverà" di Francesca Battistella (libro novità).
2 febbraio - Mantova, Praga, Vienna e Costantinopoli, fra intrighi, maghi, alchimisti, sultani e favorite; tra sospetti e storia. "Un sicario alla corte di Gonzaga" di Tiziana Silvestrin.

La partecipazione al circolo è a numero chiuso, pertanto è necessario prenotarsi. 
Per tutte le info pratiche (costo, modalità di pagamento e agevolazioni/sconti), consultate l'evento del Book & Tè o scrivete all'indirizzo email info@scritturascritture.it oppure telefonate allo 081.5449624.

Io spero solo che, nei miei viaggi tra Napoli e la Svizzera, riuscirò a sfiorare anche solo uno di questi appuntamenti. Perché già libri e tè sono il massimo, ma se attorno ci sono persone come quelle di Scrittura & Scritture... io non so davvero immaginare di meglio!
Buona lettura, sempre!

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Recensione: Il purgatorio dell'angelo di Maurizio de Giovanni

Ogni volta che viene pubblicato un nuovo libro di Maurizio de Giovanni, attorno alla storia fiorisce sempre un affetto difficilmente descrivibile.
Da quando nel 2007 è uscito il primo libro del commissario Ricciardi, l'amore per questo personaggio e per le sue vicende nella Napoli degli anni '30 è andato crescendo a dismisura.
"Il purgatorio dell'angelo. Confessioni per il commissario Ricciardi" [Einaudi] è stato annunciato come il penultimo capitolo della serie e non c'è verso di farsene una ragione.
Al contrario, adesso si cerca di gustarsi ogni pagina con ancora più trasporto.
Io sono nel gruppo degli inconsolabili ma la trama è strutturata in maniera tale da guidare il lettore verso una naturale conclusione.

In questo libro siamo a maggio e a Napoli avviene un delitto che tocca quello che è da tutti considerato un angelo: padre Angelo De Lillo viene trovato morto su una scogliera a Posillipo, poco lontano dal convento dei gesuiti dove vive e insegna. Se t…

Recensione: Il tavolo del faraone di Georgette Heyer

Georgette Heyer per me, finora, era solo una leggenda di cui avevo letto pochi capitoli in giro. Una mia inammissibile mancanza, lo confesso. Finora. "Il tavolo del faraone" [Astoria] - il titolo originale è Faro's Daughter - è il mio battesimo Heyer e, da amante del romance storico, non potrei essere più entusiasta. C'è tutto: l'ambientazione in Inghilterra durante il periodo della Reggenza, la nobiltà dei personaggi, gli equivoci, l'ironia, lo spirito arguto dei dialoghi.  Devo riconoscere alla traduttrice Anna Luisa Zazo l'enorme merito di aver conservato tutte queste caratteristiche heyeriane, perché vi assicuro che non è per niente facile riportare in un'altra lingua dei tratti così particolari di una storia che, in definitiva, la rendono il capolavoro che è.
Mi sono trovata, così, immersa completamente nelle vicende che hanno costretto Deborah Grantham a lavorare in una casa da gioco tenuta, suo malgrado, dalla zia, Eliza Bellingham. È nella casa…