Passa ai contenuti principali

Segnalazione: L'Alchimista Innominato di Anonima Strega


Anonima Strega
€ 1.99

Trama

E se i promessi sposi fossero vissuti nella Firenze del Trecento?
Se Lucia fosse stata una filatrice a favore dei diritti delle lavoratrici?
Se l’Innominato si fosse dedicato alla ‘conversione’ del metallo in oro?

Firenze, 1348. La filatrice Lucia è promessa al lanaiolo Lorenzo de’ Tramaglini, ma il notaio ser Roderico ha scommesso che la sposerà. Nonostante il vantaggioso cambio di programma, Lucia oppone resistenza al progetto del notaio, che minaccia di screditarla agli occhi della legge a causa delle sue idee politiche. Per rinviare le nozze, Roderico organizza il rapimento della ragazza e chiede aiuto all’Innominato, un nobile despota che si nasconde nelle campagne di Fiesole grazie alla sua protezione, per la quale riceve in cambio favori di natura criminale. Nel frattempo, però, la vita isolata e gli studi stanno portando l’Innominato su un’altra strada. La crisi di coscienza e il conflitto con la prigioniera gli offrono spunto sulla ‘conversione’ del metallo in oro letta alla luce di una tradizione arrivata dalla via della seta: l’unione con la compagna predestinata per compiere insieme la Grande Opera, la trasformazione dell’energia sessuale nel corpo dell’adepto, per risalire all’armonia perduta. Ma questo non rientra nei piani di Roderico...

L'autrice

Anonima Strega si occupa da sempre di tematiche legate all’occulto. Preferendo tutto quanto concerne l’universo femminile neopagano, è di conseguenza al contempo molto romantica, anche se l’oggetto dei suoi desideri esce spesso dalle righe, così come i personaggi delle sue storie: i romanzi “Spettabile Demone” e “Il Diavolo e la Strega”, la trilogia “Le spose della notte”, e racconti disseminati per vari blog. In una vita precedente ha già avuto a che fare con i libri, ma i vaghi ricordi sono perlopiù negativi, e per libertà di movimento si dichiara disinteressata a qualsiasi proposta editoriale. Il suo antro è situato in un luogo nascosto, custodito da una gatta nera d’angora e una coppia di anziani troll norvegesi. Da lì dispensa consigli magici attraverso anonimastrega.blogspot.it

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Novembre dorato

L'autunno è arrivato tardi ma poi è esploso in tutti i colori che lo caratterizzano. Passeggiando con mia figlia nel bosco che abbiamo sotto casa, su sentieri di foglie dorate, mi sono ricordata che quando ero piccola il mio colore preferito era il giallo. Come erano i miei capelli, come un prendisole che mi aveva cucito mia zia con i bottoncini a forma di matitine gialle, come tutte le cose che sceglievo liberamente. Giallo. Chissà perché lo avevo dimenticato.
Ho cucinato, per quanto mi fosse possibile, piatti che richiamassero l'autunno: risotti ai funghi (mai buoni come quelli che fa mio marito, ma tant'è), zuppe di zucca, arrosti. Non so perché, ma ogni volta che mi sono trovata a fare la spesa, mi è sembrato di avere sotto il naso l'odore del bosco e l'ho seguito finché non ho saputo di essere nel posto giusto.
Ho letto e ho scritto ma non nella misura che mi è sembrato sufficiente, né dell'una né dell'altra cosa. Sia della lettura che della scrittura…

Novità: Il Club delle Pigiamiste di Giulia Binazzi e Chiara Leonardi

Il Club delle Pigiamiste Giulia Binazzi (testi) e Chiara Leonardi (illustrazioni) A40annivieneilbello Edizioni

Pigiamisti non si diventa, pigiamisti si è!
Quando ancora tutti dormono, apre il Club delle Pigiamiste. Le due protagoniste, nonché fondatrici del Club, Alice e Caterina, si trovano a dover gestire una richiesta sospetta di ingresso al Club da parte di un nuovo inquilino del palazzo. Solo il Grande Consiglio Mondiale delle Pigiamiste potrà aiutarle a sciogliere il dilemma: sarà un vero pigiamista?
Una storia divertente e leggera, che farà venire voglia ai più piccoli di ributtarsi sotto le coperte e iniziare una delle mille avventure nella propria camera da letto, in un luogo intimo e protetto in cui la fantasia può sbocciare, in cui uno scatolone diventa una macchina per raggiungere il sole, un tavolo può diventare magicamente un palcoscenico sul quale esibirsi e una coperta un mare gremito di stelle marine. Le bambine e i bambini si riconosceranno nell'atmosfera di casa …