Passa ai contenuti principali

Cambiare è facile. Come liberarsi dalle cattive abitudini e vivere felici


Ci sono abitudini dure a morire. E ci sono abitudini che è bene che non muoiano.
Ma cos'è un'abitudine?

Per definizione è: 
la tendenza alla continuazione o ripetizione di un determinato comportamento, collegabile a fattori naturali o acquisiti e riconducibile al concetto di consuetudine o di assuefazione. arc. Disposizione naturale.
Si parla di ripetizione, di acquisizione di comportamenti ma anche di disposizione naturale. Proprio Gretchen Rubin nel suo libro "Cambiare è facile. Come liberarsi dalle cattive abitudini e vivere felici" edito da Sonzogno e in tutte le librerie da oggi, parla di quattro disposizioni congenite che le permettono di identificare quattro tipologie di persone: i costanti, gli accondiscendenti, i dubbiosi e i ribelli.
Ci vengono forniti sorprendentemente pochi indizi per comprendere che tipo di persone siamo. 

John Updike
In base alle diverse disposizioni, è possibile cercare di capire in che modo un individuo reagisce alle abitudini. Perché, se è vero che per essere felici basta cambiare le proprie abitudini, bisogna capire quali abitudini bisogna cambiare e quale invece tenere e cosa questo scatenerà nella persona.
Molte volte siamo tentati di imitare le abitudini di personalità fortemente produttive e creative, sperando di ottenere gli stessi risultati, ma non è così che funziona. O meglio, non funziona così per tutti. La Rubin è categorica su questo punto: non esistono soluzioni valide per tutti, perché ognuno deve coltivare le abitudini che fanno bene a lui e a lui soltanto. 

Come la felicità, che non è unica e uguale per tutti. Che deve essere coltivata come meglio si crede, accarezzata quando se ne sente il bisogno e difesa con ogni mezzo che ci sembra adatto.
Le abitudini che ci condurranno alla felicità sono personali, magari per alcuni sembreranno strambe, ma per noi diventano le fondamenta di ogni nostro bene.

Ho cercato innanzitutto di capire a quale disposizione appartengo e quali sono le abitudini che più duramente fatico ad abbandonare. I miei risultati e le mie soluzioni sono oggetto di riflessione anche in questo momento.
Per liberarmi dalle cattive abitudini, prima devo riconoscerle come tali e forse è questa la sfida più grande per me. Sì, perché, pensateci, le abitudini sono come coperte calde in cui arrotolarci quando fa freddo, sono il sapore fresco e conosciuto dell'acqua quando abbiamo sete, sono il panorama che vediamo ogni giorno aprendo la finestra di casa. E se anche ci facessero del male, beh, siamo davvero così convinti di volerle cambiare?

"Cambiare è facile" aiuta a liberarsi da tutte quelle convinzioni in cui ci crogioliamo, ma, cosa fondamentale, ci aiuta ad accettare che ci sono cose di noi che dobbiamo tenerci così come sono, anche se sono strane abitudini, anche se ci portano lontano dagli esempi esterni di comportamento che vorremmo adottare ma che non ci si addicono. E se il cambiamento arriva dall'accettazione, è più facile, non credete?

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Bambini e social: perché non ci sarà la foto di mia figlia online

Alla fine di maggio è nata mia figlia.
Già durante la gravidanza, io e mio marito abbiamo deciso che la foto di nostra figlia non sarebbe comparsa online.
Del resto, per mia scelta non abbiamo pubblicato nemmeno le foto del mio pancione e non perché ci fosse qualcosa di particolare o perché mi nascondessi da chissà chi. Dal vivo mi hanno visto tutti quelli che mi volevano vedere... e, con una rotondità del genere, non era facile non vedermi, vi posso assicurare!

Fin dal primo giorno, parenti, amici, colleghi o anche solo conoscenti, ci hanno chiesto di inviargli le foto della nostra bambina sui vari social, non avendo trovato niente sui nostri profili.
Vivendo all'estero, in effetti, chat e messaggi sono il mezzo di comunicazione più efficace e veloce, ma in questo momento social in cui Instagram e Facebook sono sovraccarichi di foto di bimbi condivise spesso senza alcuna restrizione, noi abbiamo deciso che il volto di nostra figlia non dovesse andare in giro senza che noi potess…

Segnalazione: La seduzione dell'ombra di Kresley Cole

La seduzione dell'ombra Kresley Cole Leggereditore ebook dal 13 luglio, cartaceo dal 27 luglio
Trama
Il principe Mirceo Daciano e il suo nuovo amico Caspion, cacciatore di taglie, battono le strade di Dacia, ubriachi e alla ricerca dei piaceri della carne. Ma quella che avrebbe dovuto essere una nottata come le altre cambierà per sempre le loro vite. Dopo aver trascinato a letto uno stuolo di ninfe, da queste provocati, il demone e il vampiro si baciano, e una volta interrotto il bacio si sentono scossi, spaventati dall’improvvisa chimica esplosa tra loro. Molteplici e variabili ostacoli, però, che vanno da una condanna a morte all’esilio in dimensione ormai devastata dalla guerra, minacciano di distruggerli e di annullare la vulnerabile e inattesa promessa contenuta in quel bacio. Anche se Mirceo riesce ad accettare Caspion come suo compagno predestinato, il sensuale vampiro deve ancora riuscire a convincere il demone che il loro legame sia per sempre. E ogni unione reale dei Daci de…