Passa ai contenuti principali

I peperoni di nonna Angelina di Cristina Zagaria


'A pacienza vale chiù d' 'a scienzia!

Quanta pazienza ci vuole per passare attraverso i grandi e piccoli drammi della vita?
La stessa che ci vuole per farsi pervadere dalla gioia e dalla voglia di vivere.
La pazienza è quel tempo che ci prendiamo - anche inconsapevolmente - per tornare nei luoghi del cuore, devastati, mutati, mai gli stessi che abbiamo lasciato, ma ancora lì.

Angela, la protagonista de "I peperoni di nonna Angelina. La ricetta della pazienza" di Cristina Zagaria [Emma Books], torna a Napoli per concedersi la pazienza di ricostruire la propria vita, dopo che tanti anni prima da lì era partita per andare a vivere a Bologna col marito. Ora, naufragato il matrimonio e tutti i suoi sogni di famiglia, Angela sente che è arrivato il momento di ritornare nel luogo delle sue origini.

I luoghi delle origini sono sanatori per l'anima, secondo me.
Sono luoghi/non luoghi che non hanno una reale connotazione geografica e spaziale. Sono angoli che portiamo dentro di noi e da cui attingiamo quando ne abbiamo bisogno, sia dopo una separazione o un lutto, sia per una giornata grigia in cui vorremmo cieli tersi e solleone.
E se i luoghi delle origini non hanno una forma precisa, in compenso hanno odori e sapori che riconoscereste tra mille.
«C'è un solo segreto per cucinare davvero bene i peperoni imbottiti: ci vuole pazienza. È come l'amore, il peperone si deve trattare con delicatezza e riempire di piccole cose quotidiane. E quando pensi che tutto sia pronto non ti devi distrarre. Il peperone, o se vuoi l'amore, ha bisogno di attenzioni, altrimenti rischia di seccarsi».
I peperoni imbottiti che le preparava nonna Mammà, per Angela, sono il ritorno a casa a lungo atteso.
Nel suo viaggio a ritroso - anche nel tempo - Angela crede di lasciare dietro gli affetti che ha costruito a Bologna e di ritrovarsi sola in una Napoli che, come se l'avesse lasciata il giorno prima, l'accoglie a braccia aperte. Ma è la sua impazienza a parlare. Perché l'affetto sincero non si perde mai di vista, nemmeno con tanti chilometri di mezzo. E la solitudine della nuova casa viene presto colmata da nuovi e inaspettati amici. Insieme a loro, Angela mette in tavola la ricetta della nonna e il risultato la riempie di gioia.
Per la prima volta nella sua vita Angela non corre, non ha grandi obiettivi da raggiungere o sfide da superare. Si occupa di se stessa come meglio può. Sta bene e basta. E la sua non è una rinuncia, è una conquista.

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Recensione: Cosa ho fatto per amore di Susan Elizabeth Phillips

Scrivere romance è un'arte, così come leggerlo. A parte alcune eccellenti eccezioni, è difficile leggere qualcosa che sia veramente nuovo, scritto in maniera originale e che non abbia nessun dettaglio fuori posto.
Per me Susan Elizabeth Phillips è l'eccezione che mette in pace la mia voglia di leggere romance. In ogni storia, i dettagli sono sempre ben studiati e nemmeno una virgola mi provoca quel brivido di fastidio che a volte mi danno certi libri che si pregiano di chiamarsi romance.
"Cosa ho fatto per amore" è l'ultimo arrivato in casa Leggereditore e va a colmare la mancanza che iniziavo a sentire di una nuova storia della scrittrice americana. Fermo restando che, anche così, rileggo a periodi alterni i vecchi libri [è una malattia, lo so].
Ma veniamo al puzzle perfetto costruito dalla SEP: la trama. Georgie York è stata la star bambina di una delle sit-com più amate d'America, tutti la adoravano, dagli sceneggiatori alla troupe, dai registi ai manovali…

Segnalazione: Cosa ho fatto per amore di Susan Elizabeth Phillips

Cosa ho fatto per amore Susan Elizabeth Phillips Leggereditore dal 31 agosto in ebook e cartaceo
Due esistenze coincidono in una sola vita. Due passati ritornano in un solo presente.
Per Georgie York, un tempo la protagonista di una delle sitcom preferite dagli americani, è proprio un periodo no. La sua carriera cinematografica è in stallo e dover badare a suo padre la sta facendo letteralmente impazzire. Per di più, suo marito l’ha appena lasciata... Un bel danno d’immagine per una delle attrici più amate dal grande pubblico. In un momento del genere, andare a Las Vegas e imbattersi nel suo ex collega, il detestabile ma fascinoso Bramwell Shepard, sarebbe stata per chiunque la peggiore delle soluzioni. Ma Georgie non è una donna come le altre, la sua vita è uno straordinario e inestricabile groviglio di guai. Quando ai suoi però si aggiungono quelli di Bramwell Shepard, la situazione diventa a dir poco esplosiva, perché i destini dei due ex rivali sono più legati di quanto loro stessi …