Passa ai contenuti principali

Il tesoro del pirata di Fabiola D'Amico


Leggo romance storici quando voglio evadere totalmente dalla realtà.
Già la semplice lettura, mi fa l'effetto di catapultarmi altrove, ma leggere di Storia con dentro una storia d'amore, è un viaggio nel tempo di sicuro impatto sulla mia immaginazione.

Se poi il romance è ambientato, tra gli altri luoghi, anche in Italia, l'incanto è completo.
"Il tesoro del pirata" di Fabiola D'Amico ha tutte le caratteristiche per farvi appassionare a una storia che difficilmente vi lascerà indifferenti.

È il 1645 e Isabella Torrelles riceve una lettera dal padre Carlos che è trattenuto a Palermo da misteriosi nemici che attentano alla sua vita. Le chiede di recarsi a Barcellona per cercare il pirata Juan il Vendicatore: solo Juan, infatti, può recuperare un tesoro che egli ha nascosto prima di essere imprigionato.
Isabella è vedova da poco, ma non esita un secondo a mettersi in viaggio sulle tracce del temibile pirata perché suo padre per lei è tutto. Quando arriva a Barcellona, però, si rende conto che Juan il Vendicatore ora si fa chiamare don Juan Velasquez ed è un rispettato commerciante.
Isabella non ha intenzione di mentirgli, ma quando incontra i suoi occhi blu come il mare e quell'espressione tempestosa, non riesce a confessargli il motivo per cui lo cerca, né tantomeno la sua vera identità, visto che è la figlia dell'uomo che Juan odia con tutto se stesso.

Tra Barcellona e Palermo, il mare riserva molti pericoli, ma Isabella sente che Juan è infinitamente più pericoloso. Tuttavia, fin dal primo momento sa che non potrà resistergli a lungo: è misterioso e profondo, appassionato e spietato, protettivo e crudele, un uomo che sa toccare le corde più profonde della sua femminilità e della sua anima ribelle.

Fabiola D'Amico è maestra nel costruire trame lineari e ben strutturate storicamente, con personaggi verosimili e, allo stesso tempo, da sogno, perfetti interpreti della letteratura romantica. Già ne "Il cavaliere senza nome" e ne "Il guerriero e la dama di ghiaccio", Fabiola dà vita ad atmosfere fuori dalla nostra attualità ma perfettamente inserite nel tempo del racconto.

Isabella rientra nella caratterizzazione femminile di D'Amico, dove le donne - anche se vessate dal modo in cui sono viste nell'epoca storica in cui agiscono - riescono ad esprimere la forza della propria personalità. Juan è un personaggio che scatena grandi sospiri, con la bellezza del volto e la sfrontatezza dei modi (a me ha riportato alla mente Juan del Diablo, protagonista della telenovela cult "Cuore selvaggio") e credo che difficilmente ci sarà qualcuna che riuscirà a rimanere del tutto indifferente.

"Il tesoro del pirata" è un romance da leggere quando si ha voglia di evadere dalla grigia attualità, sognando grandi avventure e grandi amori appassionati.

Commenti

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Recensione: Cosa ho fatto per amore di Susan Elizabeth Phillips

Scrivere romance è un'arte, così come leggerlo. A parte alcune eccellenti eccezioni, è difficile leggere qualcosa che sia veramente nuovo, scritto in maniera originale e che non abbia nessun dettaglio fuori posto.
Per me Susan Elizabeth Phillips è l'eccezione che mette in pace la mia voglia di leggere romance. In ogni storia, i dettagli sono sempre ben studiati e nemmeno una virgola mi provoca quel brivido di fastidio che a volte mi danno certi libri che si pregiano di chiamarsi romance.
"Cosa ho fatto per amore" è l'ultimo arrivato in casa Leggereditore e va a colmare la mancanza che iniziavo a sentire di una nuova storia della scrittrice americana. Fermo restando che, anche così, rileggo a periodi alterni i vecchi libri [è una malattia, lo so].
Ma veniamo al puzzle perfetto costruito dalla SEP: la trama. Georgie York è stata la star bambina di una delle sit-com più amate d'America, tutti la adoravano, dagli sceneggiatori alla troupe, dai registi ai manovali…

Segnalazione: Cosa ho fatto per amore di Susan Elizabeth Phillips

Cosa ho fatto per amore Susan Elizabeth Phillips Leggereditore dal 31 agosto in ebook e cartaceo
Due esistenze coincidono in una sola vita. Due passati ritornano in un solo presente.
Per Georgie York, un tempo la protagonista di una delle sitcom preferite dagli americani, è proprio un periodo no. La sua carriera cinematografica è in stallo e dover badare a suo padre la sta facendo letteralmente impazzire. Per di più, suo marito l’ha appena lasciata... Un bel danno d’immagine per una delle attrici più amate dal grande pubblico. In un momento del genere, andare a Las Vegas e imbattersi nel suo ex collega, il detestabile ma fascinoso Bramwell Shepard, sarebbe stata per chiunque la peggiore delle soluzioni. Ma Georgie non è una donna come le altre, la sua vita è uno straordinario e inestricabile groviglio di guai. Quando ai suoi però si aggiungono quelli di Bramwell Shepard, la situazione diventa a dir poco esplosiva, perché i destini dei due ex rivali sono più legati di quanto loro stessi …