Passa ai contenuti principali

Jane Austen arriva su Twitter con Orgoglio e Pregiudizio


La prima volta che ho letto "Orgoglio e pregiudizio" di Jane Austen probabilmente avevo undici anni e ci ero arrivata dopo aver visto e rivisto decine di volte il film con Laurence Olivier e Greer Garson. Allora non esisteva wikipedia e, se c'era, io comunque non avevo il computer, così mi segnai il titolo del libro da cui era tratto dai titoli di coda. 
Nel corso degli anni, quel primo libro è stato letto e riletto decine di volte, passato di mano in mano tra me e mia madre e ora giace con la copertina un po' sfatta nella libreria di casa, dopo aver soggiornato per un periodo anche in cucina, perché mia mamma lo leggeva e rileggeva nei momenti di tempo tra i fornelli.

Ora ripenso a quei tempi e mi pare quasi strano tenere un libro in mano e non comunicare attraverso i social i brani che leggo o le riflessioni che mi ispirano alcune pagine.
In questa estate di riletture, TwLetteratura mi dà l'opportunità di rileggere alla mia maniera attuale quello che da molti è considerato il capolavoro di Jane Austen. 
Dal 13 luglio [il calendario dei capitoli qui], infatti, partirà #TwAusten, la riscrittura di "Orgoglio e pregiudizio" attraverso Twitter.

A maggio, TwLetteratura lanciò la campagna per scegliere il classico da riscrivere durante l'estate.
La cinquina era composta da:
  • Orgoglio e pregiudizio, Jane Austen (anglosassone);
  • L’Aleph, Jorge Louis Borges (sudamericano);
  • Il partigiano Johnny, Beppe Fenoglio (italiano);
  • I quarantanove racconti, Ernest Hemingway (americano);
  • La porta, Magda Szabó (mitteleuropeo).
E ha vinto Mr Darcy ed Elizabeth Bennet, anche se, a dirla tutta, non mi sarebbe dispiaciuto riscrivere anche qualche altro libro. Con il metodo TwLetteratura ho riletto Pinocchio e Il piccolo principe e, sebbene non abbia ancora ordinato i tweet in qualcosa di fruibile, quei progetti restano dei tasselli belli delle mie riletture.

Il libro della mia prima lettura l'ho lasciato a casa dei miei, così questa rilettura avverrà su ebook e sarà la prima volta che leggerò le parole della Austen in digitale.
E forse è giusto così, digitale per digitale. 

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Segnalazione: Non basta dirmi ti amo di Daniela Volonté

Non basta dirmi ti amo Daniela Volonté Newton Compton Editori dal 9 novembre in libreria

Durante le feste, l’aeroporto JFK di New York è persino più affollato del solito. A causa delle abbondanti nevicate, poi, tutti gli aerei sono in ritardo, compreso quello che dovrebbe riportare Beatrice in Italia. Durante l’interminabile attesa, un passeggero ha un infarto e Beatrice si ritrova a soccorrerlo tempestivamente con l’aiuto di un uomo con una cicatrice sul viso. Si chiama Callan ed è di origine inglese. Seppure per poco, l’intensità di quei momenti li ha avvicinati, ma l’annuncio dei voli richiama entrambi alle proprie vite e Beatrice torna in Italia dal fidanzato, Matthias, che ha in serbo per lei un’inaspettata proposta di matrimonio. I preparativi la inghiottono, insieme ai conflitti con l’ingombrante suocera e con suo fratello, che non vede di buon occhio le nozze. Beatrice ha quasi dimenticato l’episodio all’aeroporto, quando riceve il messaggio di Richard, l’uomo che ha salvato: ha…

Anteprima: Buona vita a tutti di J.K. Rowling

Buona vita a tutti. I benefici del fallimento e l'importanza dell'immaginazione J.K. Rowling Salani dal 20 novembre in libreria e in tutti gli store online
Quando J.K. Rowling è stata invitata a tenere il discorso per la cerimonia di laurea di Harvard, ha deciso di parlare di due temi che le stanno molto a cuore: i benefici del fallimento e l’importanza dell’immaginazione. Avere il coraggio di fallire, ha detto, è fondamentale per una buona vita, proprio come ogni altro traguardo considerato di successo. Immaginare se stessi al posto degli altri, soprattutto dei meno fortunati, è una capacità unica dell’essere umano e va coltivata a ogni costo. Raccontando la propria esperienza e ponendo domande provocatorie, J.K. Rowling spiega cosa significa per lei vivere una ‘buona vita’. Un piccolo libro pieno di saggezza, umanità e senso dell’umorismo, ricco di ispirazione per chiunque si trovi a un punto di svolta della sua esistenza. Per imparare a osare e ad aprirsi alle opportunità del…