Passa ai contenuti principali

5 cose indispensabili per scegliere il libro dell'estate 2015


L'estate è la stagione in cui si ha più tempo per sé. O almeno, così dicono.
Io ho sempre dedicato l'estate alla lettura, sia che avessi 3 mesi liberi o solo 15 giorni.

Se guardo indietro nel tempo, riesco a ricordare più nitidamente le estati caratterizzate dai bei libri.

La calda, caldissima estate degli scrittori latino americani, di "Cronaca di una morte annunciata" e di "Dell'amore e di altri demoni" di Gabriel Garcia Màrquez, di "Ho paura torero" di Pedro Lemebel, di "Trilogia sporca dell'Avana" di Pedro Juan Gutiérrez.
L'estate passata con Connie e Mellors di "L'amante di Lady Chatterley", "Fiesta" di Hernest Hemingway e "Fontamara" di Ignazio Silone.

Ho sempre amato l'atmosfera che alcuni libri portano con sé e che, inevitabilmente, sopravvivono al tempo e ai dettagli della trama stessa. Ancora oggi, in questo momento, quell'atmosfera è tangibile qui con me.

Che cosa deve avere un libro per essere il libro dell'estate 2015?

  1. deve essere fresco: questa estate, su tutti i fronti, è calda, per certi versi tesa. Il libro perfetto deve rinfrescarci le idee. State freschi.
  2. deve essere leggero: non deve per forza essere una commedia, ma deve essere leggero per noi. I libri che ho nominato prima non sono commedie eppure per me sono stati leggeri. Trovate la vostra leggerezza.
  3. deve avere qualcosa di noi: un libro, per essere indimenticabile, deve toccare qualche corda dentro di noi, per qualsiasi motivo. Cercatevi nelle pagine.
  4. deve essere colorato: non parlo della copertina, ma del ritmo, dell'atmosfera che porta con sé, della scrittura variegata dell'autore/autrice. Colorate i vostri giorni.
  5. deve essere unico: tra tutti i libri che potrete mai leggere nel resto dell'anno, il libro dell'estate deve essere unico. Di un grande autore o di un esordiente, di tante pagine o di poche, basta che abbia in sé qualcosa di irripetibile, che riesca a caratterizzare questi mesi. Siate lettori unici nel vostro genere.

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Anteprima: Come belve feroci di Giuse Alemanno

Come belve feroci Giuse Alemanno Las Vegas edizioni In libreria dal 25 ottobre
Oppido Messapico, nella Puglia più profonda  Costantino Ròchira e i suoi scagnozzi hanno deciso di massacrare la famiglia Sarmenta. C’entrano questioni economiche, e c’entra la ’ndrangheta.  Ma il piano riesce solo a metà. Per una fortunata coincidenza riesce a salvarsi il figlio dei Sarmenta, Massimo detto Mattanza, un ragazzo problematico e ferocissimo, e così pure la fanno franca i suoi zii e suo cugino Santo.  Tutti insieme lasciano il paese a bordo di una Fiat Regata, ma non prima di aver ritirato tutti i soldi di famiglia e di aver inscenato la propria sparizione. Il lungo viaggio li porta in Val Camonica  dove vengono accolti da un vecchio amico e compaesano, Giovanni Argento, e dove Santo e Mattanza cominciano a progettare la loro vendetta
“Come belve feroci” è un romanzo crudo, dalle venature hard-core, che non risparmia niente e nessuno, che somiglia a un film di Tarantino raccontato però dalla penn…

Recensione: La sorella silenziosa di Diane Chamberlain

Il passato non è mai morto quando c'è di mezzo un segreto.
In "La sorella silenziosa" [Leggereditore], Diane Chamberlain costruisce un thriller mozzafiato che incolla il lettore alle pagine, per scoprire fino in fondo quali segreti può nascondere una famiglia dall'apparenza ordinaria.
Quando il padre muore improvvisamente, Riley MacPherson torna a New Bern, nella sua casa natale, per mettere a posto le cose. Suo fratello Danny si disinteressa completamente all'eredità e, in un primo momento, anche a lei: sembra avercela coi genitori, accusandoli di chissà quale cattiveria che Riley, nei suoi ricordi, non riesce a riscontrare. Fin dai primi giorni nella casa di famiglia, Riley sente che quello che ha sempre creduto essere la verità, in realtà è sempre stato qualcosa di diverso. Per esempio, il suicidio di sua sorella Lisa, avvenuto ventitré anni prima, sembra avvolto da più domande senza risposta di quello che dovrebbe essere un atto compiuto per disperazione.
«No…