Passa ai contenuti principali

Segnalazione: Foulard e... vecchi merletti di Ledra


Ledra
Alcheringa
€ 8.50

Trama

Quei capelli erano splendidi. Sentì montare un dolore lancinante, sordo, possente. Lo vide eruttare e diventare lava incandescente." Qual è il segreto di Rosalba Serpentoni, parrucchiera di giorno e cameriera di notte, che sogna il grande amore e finisce per essere sospettata della scomparsa di alcune donne, colpevoli solo di avere chiome fluenti? Rosalba odia le donne con tanti capelli, ha una passione-ossessione per i foulard firmati da cui non si separa mai, ed è segretamente innamorata del maresciallo Giacomo Meleuca. Sulla nave da crociera dove si intrecciano sospetti, equivoci e attrazioni fisiche, vapori di sauna, messe in piega, cene succulente e tanghi sensuali, balli sfrenati in discoteca e cieli stellati che fanno sognare, ci si incammina pian piano verso un finale che sembra scontato ma non lo è.

L'autrice dice:
Questo è un romanzo breve che ha avuto una vita travagliata come le più belle storie d'amore. All'inizio doveva essere un giallo. L'editor della casa editrice a cui lo avevo proposto disse che come giallista facevo schifo ma come scrittrice me la cavavo e quindi di trasformare il libro da giallo a erotico. Ma voleva troppo erotico e io non riuscivo  a farlo troppo "caldo". Mi veniva caldo ma non bollente e non mi piaceva per nulla. Dissi all'editore che non volevo creare la sua storia ma la mia. Riscrissi tutto e ne feci una storia d'amore anche se surreale, con una protagonista all'apparenza pazza furiosa. Devo dire che mi sono divertita un mondo a creare Rosalba e spero che lei possa piacere a chi legge esattamente per com'è.

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Recensione: Il purgatorio dell'angelo di Maurizio de Giovanni

Ogni volta che viene pubblicato un nuovo libro di Maurizio de Giovanni, attorno alla storia fiorisce sempre un affetto difficilmente descrivibile.
Da quando nel 2007 è uscito il primo libro del commissario Ricciardi, l'amore per questo personaggio e per le sue vicende nella Napoli degli anni '30 è andato crescendo a dismisura.
"Il purgatorio dell'angelo. Confessioni per il commissario Ricciardi" [Einaudi] è stato annunciato come il penultimo capitolo della serie e non c'è verso di farsene una ragione.
Al contrario, adesso si cerca di gustarsi ogni pagina con ancora più trasporto.
Io sono nel gruppo degli inconsolabili ma la trama è strutturata in maniera tale da guidare il lettore verso una naturale conclusione.

In questo libro siamo a maggio e a Napoli avviene un delitto che tocca quello che è da tutti considerato un angelo: padre Angelo De Lillo viene trovato morto su una scogliera a Posillipo, poco lontano dal convento dei gesuiti dove vive e insegna. Se t…

Recensione: Il tavolo del faraone di Georgette Heyer

Georgette Heyer per me, finora, era solo una leggenda di cui avevo letto pochi capitoli in giro. Una mia inammissibile mancanza, lo confesso. Finora. "Il tavolo del faraone" [Astoria] - il titolo originale è Faro's Daughter - è il mio battesimo Heyer e, da amante del romance storico, non potrei essere più entusiasta. C'è tutto: l'ambientazione in Inghilterra durante il periodo della Reggenza, la nobiltà dei personaggi, gli equivoci, l'ironia, lo spirito arguto dei dialoghi.  Devo riconoscere alla traduttrice Anna Luisa Zazo l'enorme merito di aver conservato tutte queste caratteristiche heyeriane, perché vi assicuro che non è per niente facile riportare in un'altra lingua dei tratti così particolari di una storia che, in definitiva, la rendono il capolavoro che è.
Mi sono trovata, così, immersa completamente nelle vicende che hanno costretto Deborah Grantham a lavorare in una casa da gioco tenuta, suo malgrado, dalla zia, Eliza Bellingham. È nella casa…