Passa ai contenuti principali

Duo Cobalto di Alice Winchester e Anja Massetani

La suspense [...] è un particolare sentimento di incertezza e ansietà verso i risultati di determinate azioni, molto spesso riferito alle percezioni del pubblico in un'opera drammatica. La suspense, quindi è un sentimento d'attesa che si percepisce durante tutto il racconto e si "scioglie" lentamente. L'effetto sorpresa è un evento improvviso che ribalta la situazione in modo inaspettato. Spesso suspense ed effetto sorpresa si fondono nel racconto.*
La suspense nasce ugualmente dalla paura e dall'amore, dall'azione e dall'eros con risultati di volta in volta diversi. Al cinema, la suspense ci fa aggrappare ai braccioli della poltrona, mentre nei libri ci incolla alla storia fin quando non arriviamo all'ultima pagina.
"Duo Cobalto" di Alice Winchester e Anja Massetani [Emma Books] rientra perfettamente nella collana Romantic Suspense, sia perché la tensione passa dall'azione all'eros senza mai scemare, sia perché il lettore è irrimediabilmente catturato dai personaggi.

Shaun e Logan sono ex militari, ora mercenari. Confesso che ero scettica su questa "professione", mi sembrava fuori dalla realtà e dall'attualità, e invece questo libro mi ha convinto che, dietro le notizie che affollano i tg, possono trovare posto personaggi come i protagonisti di questo libro.
Shaun e Logan sono il Duo Cobalto, sono belli e sembrano fatti d'acciaio, dentro e fuori. Eppure, anche in armature tanto indistruttibili, ci sono crepe che portano dritto al cuore.

La missione che affida loro un noto politico, inaspettatamente, va a intaccare le crepe di entrambi: una ragazza innocente è in ostaggio di un gruppo di narcotrafficanti e sono costretti ad accettare nella loro coppia un terzo incomodo, "una persona fidata e ben addestrata" che difende gli interessi del loro mandante.

I personaggi maschili sono affascinanti e rudi, così come vuole il romance più attraente, ma le due autrici - che io scopro con questo libro - riescono a mixare bene le parti in cui lo stomaco fa le capriole per l'emozione a quelle in cui l'azione diventa incalzante. La descrizione dei momenti più pericolosi è resa con la mano sicura di un regista che sta seguendo la scena che si svolge davanti ai suoi occhi. I dialoghi sono ben misurati e coinvolgenti, non c'è mai qualcosa che risulta poco credibile.

***adorabile Shaun che passa dall'essere un cecchino spietato all'ammettere i suoi sentimenti per una donna, senza tanti drammi per il machismo. Del resto, i veri machi non temono la tenerezza (dico io!)***

Questo libro è autoconclusivo, ma non sarebbe male ritrovare i due protagonisti in altre storie, magari in un prequel o in avventure che partono dal finale di questa.

In "Duo Cobalto" niente è come sembra ed è difficile riuscire a indovinare i diversi colpi di scena che fino all'ultima pagina vi faranno temere che, da un momento all'altro, si ribalterà tutto.
Da leggere in un pomeriggio annoiato, quando pensiamo che niente riuscirà a scuoterci dal torpore della routine. La scossa di adrenalina è assicurata!

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Recensione: Napoli mon amour di Alessio Forgione

Come si fa a staccarsi dalle proprie radici? Come si immagina una vita lontano dalla vita che abbiamo sempre conosciuto? Come si scelgono le priorità a cui dare importanza per continuare a vivere?
Queste domande mi ronzano nel cuore da quando mi sono trasferita in Svizzera. Non è un mistero che io abbia lasciato Napoli per seguire l'amore ed è ancora meno un mistero il fatto che non sia stato un passo facile, né per me né per mio marito. Quali risposte ho trovato? Tante e nessuna che possa diventare un assunto universale. Quanto meno non saprei se quelle stesse risposte avrebbero potuto dare una soluzione anche ad Amoresano, il protagonista del romanzo di esordio di Alessio Forgione, "Napoli mon amour" [NN Editore].
Amoresano - che è il cognome, il nome non lo scopriremo mai - ha trent'anni, due lauree, un passato da marinaio e un futuro di cui non riesce a vedere le coordinate, disperse in mille annunci di lavoro, in colloqui senza sbocco, in una ricerca spasmodica…

Recensione: Disperata e felice di Julia Elle

Quando ho saputo di essere incinta, ho pensato che, nei restanti sette mesi, probabilmente avrei letto di tutto e di più su gravidanza, parto, allattamento con annessi e connessi. Sapete quanti libri ho letto? Zero. Se non mi avessero regalato il classico librone sulla gravidanza, probabilmente sarei ancora ignorante su certi meccanismi (e forse sarebbe stato meglio così, chi può dirlo) e, anche quello, lo aprivo solo in vista delle scadenze mensili, poi lo seppellivo sotto i risultati delle analisi, le ecografie e i depliant dei vestitini per neonati.
Quando è nata nostra figlia ho detto a mio marito che da quel momento avrei potuto leggere qualche libro sulla maternità, sul metodo Montessori, sullo svezzamento alternativo.  Indovinate quanti libri ho letto? Zero. Alla fine ho dovuto ammettere che mi rifiuto di leggere i libri scritti da mamme/per le mamme/con le mamme/a favore delle mamme/grazie alle mamme/viva le mamme. Non è un pregiudizio, è che mi mette ansia sapere che magari …