Passa ai contenuti principali

Una fidanzata per papà di Fabiola D'Amico


Quando abbiamo smesso di credere nei sogni?
Probabilmente quando abbiamo smesso di credere a Babbo Natale, e forse quello è stato il vero dramma.
Quando chiedevamo a quell'omaccione con la barba bianca e il sorriso generoso - o almeno, così l'iconografia ce lo descrive - un regalo, in realtà gli stavamo confidando uno dei nostri desideri più profondi. A volte si avverava e a volte no, ma chiederlo a Babbo Natale metteva in gioco la speranza.

Danielle crede a Babbo Natale tanto da affidargli la felicità del padre e di se stessa con una richiesta un po' insolita: trovare una fidanzata che ridoni il sorriso a Klain Mc Owen.
"Una fidanzata per papà (Cupido Agency vol.1)" di Fabiola D'Amico inizia così, con il desiderio espresso da una bambina con tutto l'amore che prova per il suo papà.
Klain, infatti, è un padre single, oltre ad essere uno dei parolieri più apprezzati e famosi dell'industria discografica americana. Sta crescendo da solo Danielle, sei anni, dopo che la madre della bambina se ne è andata, spezzandogli il cuore e portandosi via con sé tutto l'amore di cui Klain credeva di essere capace.

Danielle lo ha capito e chiede per suo padre una fidanzata che lo ami e che lui possa amare.
Babbo Natale si adegua al tempo e al luogo - New York - e Klain inciampa in occhi grigio-azzurri, grandi, enormi, e non riesce più a distogliere lo sguardo.
Simòne lavora come donna delle pulizie per la Cupido Agency - una agenzia per cuori solitari - che si trova nello stesso palazzo della casa discografica dove lavora Klain, ma i due non si erano mai incontrati, forse perché la ragazza non fa altro che nascondersi.
Quando, però, Klain e Simòne si incontrano, ci sta poco da nascondersi: Babbo Natale si è messo proprio di impegno a realizzare il desiderio di Danielle!

Fabiola D'Amico costruisce un romance ben strutturato, che dosa alla perfezione il romanticismo e quel pizzico di difficoltà che rendono la lettura una continua attesa, pagina dopo pagina. I dialoghi sono molto realistici e accattivanti e D'Amico ci ha abituati al suo stile, mettendo all'inizio di ogni capitolo una citazione che anticipa e fa da cornice al contenuto.

"Una fidanzata per papà" è il primo capitolo della serie dedicata alla Cupido Agency, di cui è già uscito il secondo libro "Un uomo da amare" che ha per protagonisti Ethan e Patty, rispettivamente migliore amico e sorella di Klain [prossimamente la recensione!].

Fabiola D'Amico riesce a intrattenere splendidamente il lettore sia con i suoi romanzi storici (come Il cavaliere senza nome), sia con un contemporaneo come questo ed è un merito non da tutti, certamente non da tutti gli autori autopubblicati, tanto che non mi spiego perché una casa editrice non si è ancora conquistata questa firma a cui ormai sono affezionata.
Ma, a questo punto, credo, che poco importi: con casa editrice o no, Fabiola D'Amico ha conquistato i suoi lettori e questo è quello che conta.


P.S.: Dopo la pubblicazione di questo post, ho avuto notizia che Fabiola D'Amico è stata avvicinata da una casa editrice e chissà che presto non avremo belle notizie in questo senso. Che vi avevo detto? Esprimere un desiderio, a volte, contribuisce a farlo avverare!

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Segnalazione: Non basta dirmi ti amo di Daniela Volonté

Non basta dirmi ti amo Daniela Volonté Newton Compton Editori dal 9 novembre in libreria

Durante le feste, l’aeroporto JFK di New York è persino più affollato del solito. A causa delle abbondanti nevicate, poi, tutti gli aerei sono in ritardo, compreso quello che dovrebbe riportare Beatrice in Italia. Durante l’interminabile attesa, un passeggero ha un infarto e Beatrice si ritrova a soccorrerlo tempestivamente con l’aiuto di un uomo con una cicatrice sul viso. Si chiama Callan ed è di origine inglese. Seppure per poco, l’intensità di quei momenti li ha avvicinati, ma l’annuncio dei voli richiama entrambi alle proprie vite e Beatrice torna in Italia dal fidanzato, Matthias, che ha in serbo per lei un’inaspettata proposta di matrimonio. I preparativi la inghiottono, insieme ai conflitti con l’ingombrante suocera e con suo fratello, che non vede di buon occhio le nozze. Beatrice ha quasi dimenticato l’episodio all’aeroporto, quando riceve il messaggio di Richard, l’uomo che ha salvato: ha…

Anteprima: Buona vita a tutti di J.K. Rowling

Buona vita a tutti. I benefici del fallimento e l'importanza dell'immaginazione J.K. Rowling Salani dal 20 novembre in libreria e in tutti gli store online
Quando J.K. Rowling è stata invitata a tenere il discorso per la cerimonia di laurea di Harvard, ha deciso di parlare di due temi che le stanno molto a cuore: i benefici del fallimento e l’importanza dell’immaginazione. Avere il coraggio di fallire, ha detto, è fondamentale per una buona vita, proprio come ogni altro traguardo considerato di successo. Immaginare se stessi al posto degli altri, soprattutto dei meno fortunati, è una capacità unica dell’essere umano e va coltivata a ogni costo. Raccontando la propria esperienza e ponendo domande provocatorie, J.K. Rowling spiega cosa significa per lei vivere una ‘buona vita’. Un piccolo libro pieno di saggezza, umanità e senso dell’umorismo, ricco di ispirazione per chiunque si trovi a un punto di svolta della sua esistenza. Per imparare a osare e ad aprirsi alle opportunità del…