Passa ai contenuti principali

Segnalazione di un libro: cos'è e come si usa (su questo blog)

[foto: fonte]
Che cos'è una segnalazione?
Se questo blog fosse la vetrina di un negozio, la segnalazione sarebbe l'oggetto messo al centro, in alto su un piedistallo con un faretto puntato sopra per un periodo di tempo prestabilito. Il vantaggio della rete è che la segnalazione resta lì, fin quando il blog esisterà o la rete stessa esisterà.

Quali libri saranno segnalati?
Ogni settimana cercherò di proporvi la segnalazione di un libro che leggerò o che semplicemente mi sembra interessante alla lettura della trama. Ci saranno libri self - perché io credo negli esordienti che si ingegnano per realizzare i propri sogni! - ma forse anche qualcuno pubblicato da qualche casa editrice particolare o particolarmente normale. Saranno segnalati i libri che in qualche modo mi piacciono, anche solo dalla trama, indipendentemente dal fatto che li abbiano proposti gli autori o che li abbia trovati io. Il fatto che un autore proponga il suo libro, non mi obbliga a pubblicare la segnalazione in ogni caso: se non mi piace, non va sul blog [N.B. per gli autori: evitate lo stalkeraggio! (parte I)]. Essendo un "servizio" totalmente GRATUITO, lasciatemi almeno la libertà e il piacere di credere in un libro, anche solo per un'infatuazione a prima vista.

Come è fatta una segnalazione?
La segnalazione sarà composta dalla trama del libro e, se l'autore è disponibile, da una dichiarazione in merito. Nella segnalazione NON ci saranno giudizi personali, quelli sono riservati alle recensioni, che sono un'altra cosa.

La segnalazione di un libro non sarà sempre il preludio alla recensione.

[N.B. 2 per gli autori: evitate lo stalkeraggio (parte II) per avere la recensione. Può essere che abbia segnalato il libro, perché mi aveva incuriosito, poi lo abbia letto e non mi sia piaciuto. Quindi, a volte è meglio solo una segnalazione che una stroncatura, o no?].

Commenti

  1. Io preferisco non fare segnalazioni, perché - anche se molti libri mi incuriosiscono e potrebbe valere la pena di leggerli - la delusione potrebbe essere dietro l'angolo...

    RispondiElimina

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Anteprima: True Love di Silvia Ami

True Love Silvia Ami Emma Books In ebook dal 23 maggio

Cosa faresti se un’innocua messinscena facesse vacillare le tue certezze e il tuo cuore ammaccato tornasse a battere con vigore?
Sarah Farrell considera la sua vita perfetta così com’è. Tra il lavoro di art director che la porta a viaggiare spesso tra Londra e Milano, un gruppetto di amici fidati e qualche piacevole incontro occasionale, quello di cui non ha certo bisogno è un marito e una famiglia di cui occuparsi. Peccato che i suoi genitori non siano dello stesso parere e abbiano iniziato a tormentarla con la richiesta di mettere la testa a posto una volta per tutte. Quando Emma, la sua migliore amica, le chiede aiuto per trovare una sistemazione a un collega in viaggio di lavoro nella capitale britannica, ecco che la soluzione ai suoi problemi sembra capitarle tra le mani come manna del cielo. Lorenzo Borghi è un avvocato schivo e controllato e in un primo momento si rifiuta di prendere parte alla sciarada orchestrata da Sarah. …

Recensione: Ma Cupido ha i tacchi a spillo? di Viviana Giorgi

Chi l'ha detto che Cupido è un angioletto biondo e paffuto che scocca frecce a più non posso, colpendo ignari cuori solitari? Nella vita di tutti i giorni, l'amore può colpirci in qualsiasi momento, con qualsiasi mezzo, anche tramite dei puntuti e pericolosissimi tacchi a spillo indossati da una specie di valchiria sorridente. Succede così a Claudia, la protagonista di "Ma Cupido ha i tacchi a spillo?" [Emma Books], ultimo lavoro letterario di Viviana Giorgi che, dopo i romance storici, si conferma maestra anche nel romanzo rosa contemporaneo.
Claudia viaggia in metropolitana quando, a causa di una brusca frenata, una gigantessa le piomba sull'alluce con i suoi vertiginosi tacchi a spillo. Verrà fuori che la donna è un'infermiera dell'Est e non esiterà a prendersi cura di lei portandola di peso al pronto soccorso dell'ospedale dove lavora. Che sia un caso o che sia tutto premeditato dalla diabolica (e simpaticissima) Stilettova - come l'ha sopran…