Passa ai contenuti principali

5 cose indispensabili per scegliere un buon libro

Quando apro un buon libro, mi sembra che sprigioni una magia... A voi non capita mai?

Un buon libro è come il buon vino, secondo me: deve lasciarti qualcosa di leggero nel cuore e nella testa. 
I gusti sono soggettivi: vi capiterà di assaggiare un vino rinomato, di un'ottima annata e di una cantina blasonata e... vi si accartoccerà la faccia nel mandare giù il primo sorso, tanto che non riuscirete ad andare oltre quello. Mentre poi, magari, un vinello senza pretese vi conquisterà il palato. Sono gusti e i gusti, sebbene siano opinabili, sono personali e uno ci si affeziona.
Allo stesso modo, potrebbe capitarvi di leggere un libro da tutti ritenuto "un buon libro", se non addirittura "un libro imperdibile", che significa più o meno "non iniziare proprio questa conversazione se non lo hai letto". Ebbene, potrebbe capitarvi che non riusciate ad andare oltre le prime pagine.

Allora, cosa rende un libro un buon libro?
Come si fa a scegliere?
Ecco 5 cose per me indispensabili per scegliere quello che potrebbe essere il vostro buon libro, quello che consigliereste a tutti con la consapevolezza che potrebbero anche odiarlo.

  1. una copertina bellissima o bruttissima, attinente alla trama o che non c'entri completamente niente;
  2. una trama che ci coinvolga, tanto che non riusciamo a staccarci, che parli un po' di noi ma che sia anche diverso da noi;
  3. personaggi belli come persone che vorremmo incontrare e tenere con noi, come amici, per parlarci;
  4. deve avere sentimenti forti e leggeri, allo stesso tempo, affinché risuonino dentro di noi e ci portino in alto;
  5. deve avere qualcosa che ci fa pensare a lui anche tanto tempo dopo averlo letto, e ci spinge a rileggerlo, una, due o infinite volte.

Commenti

  1. E' verissimo! Io di solito vengo colpita dalla copertina e dalla trama, ma quando, finito il libro, continuo a pensare ai personaggi e a tutta la storia... beh, quello è un buon libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco! quando succede di ripensare alla storia e ai personaggi... è IL libro! ^_^

      Elimina

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Anteprima: True Love di Silvia Ami

True Love Silvia Ami Emma Books In ebook dal 23 maggio

Cosa faresti se un’innocua messinscena facesse vacillare le tue certezze e il tuo cuore ammaccato tornasse a battere con vigore?
Sarah Farrell considera la sua vita perfetta così com’è. Tra il lavoro di art director che la porta a viaggiare spesso tra Londra e Milano, un gruppetto di amici fidati e qualche piacevole incontro occasionale, quello di cui non ha certo bisogno è un marito e una famiglia di cui occuparsi. Peccato che i suoi genitori non siano dello stesso parere e abbiano iniziato a tormentarla con la richiesta di mettere la testa a posto una volta per tutte. Quando Emma, la sua migliore amica, le chiede aiuto per trovare una sistemazione a un collega in viaggio di lavoro nella capitale britannica, ecco che la soluzione ai suoi problemi sembra capitarle tra le mani come manna del cielo. Lorenzo Borghi è un avvocato schivo e controllato e in un primo momento si rifiuta di prendere parte alla sciarada orchestrata da Sarah. …

Recensione: Ma Cupido ha i tacchi a spillo? di Viviana Giorgi

Chi l'ha detto che Cupido è un angioletto biondo e paffuto che scocca frecce a più non posso, colpendo ignari cuori solitari? Nella vita di tutti i giorni, l'amore può colpirci in qualsiasi momento, con qualsiasi mezzo, anche tramite dei puntuti e pericolosissimi tacchi a spillo indossati da una specie di valchiria sorridente. Succede così a Claudia, la protagonista di "Ma Cupido ha i tacchi a spillo?" [Emma Books], ultimo lavoro letterario di Viviana Giorgi che, dopo i romance storici, si conferma maestra anche nel romanzo rosa contemporaneo.
Claudia viaggia in metropolitana quando, a causa di una brusca frenata, una gigantessa le piomba sull'alluce con i suoi vertiginosi tacchi a spillo. Verrà fuori che la donna è un'infermiera dell'Est e non esiterà a prendersi cura di lei portandola di peso al pronto soccorso dell'ospedale dove lavora. Che sia un caso o che sia tutto premeditato dalla diabolica (e simpaticissima) Stilettova - come l'ha sopran…