Passa ai contenuti principali

5 cose indispensabili a un lettore in primavera

In giro per giardini con giusto qualche libro da leggere... [foto: fonte]

Essere lettori è una cosa buona e giusta in qualsiasi stagione, ma con l'arrivo della primavera, le giornate si allungano e si risveglia la voglia di stare all'aria aperta, spesso con un buon libro.
Ma la luce entra più prepotentemente anche nelle nostre case e per me non c'è niente di meglio di un raggio di sole che sfiora le pagine di un libro, dovunque mi trovi.
Ecco, allora, quello che non può proprio mancare ad un lettore in primavera.

***oltre alla voglia di leggere, ça va sans dire!***

  1. un prato in cui sdraiarsi, una panchina all'ombra, un masso rotondo e comodo a cui appoggiare la schiena, una poltrona che dà su un balcone o una finestra da cui entra tanta ma tanta luce;
  2. una borsa grande con cui portare in giro un libro di quelli leggeri e pesanti allo stesso tempo, possibilmente con una copertina stupenda e una storia che riempie il cuore e rende l'anima più profonda. E poi un lucidalabbra al sapore di frutta, così quel sapore ci ricorderà sempre quel libro particolare;
  3. la voglia di scrivere note sui margini con matite colorate o, per chi non scrive sui libri, post-it colorati da attaccare tra le pagine;
  4. raccogliere il primo fiore e lasciarlo tra le pagine del libro che stiamo leggendo;
  5. farsi una foto con il libro, il prato, i fiori, la luce del sole dalla finestra e... condividerla! Non so resistere alle mode, soprattutto se coinvolgono un libro!

Commenti

  1. ommioddio che bello *.* voglio tutte e cinque queste cose...più tanto tanto tanto ma tanto tempo per leggere!

    RispondiElimina

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Quando a casa mia sono arrivate le rondini del commissario Ricciardi...

Prima
- Hai visto che sta per arrivare? (segue sguardo cospiratore) - Eh sì (sguardo di intesa). Ho iniziato a vedere se trovo la trama, ma niente. On line non c'è ancora niente. - Io ho letto da qualche parte che sarà l'ultimo... - Noooooo! Ma come facciamo a stare senza! Ma come fa lui senza di lui... Non può essere, non ci credo! (lo guarda cercando consolazione) - Guarda che prima o poi 'sta storia deve finire, non è che può andare avanti in eterno. - Sì, sì, lo so... ma non adesso. Adesso io non sono pronta ancora. - Comunque io ti volevo solo dire che sta per arrivare, quindi mettiti in condizione... - Eh stavolta non lo so se ce la faccio. Sono cambiate un sacco di cose dall'ultima volta... (scuote la testa, con poca convinzione)
Dopo
- No, tu devi fare veloce perché io devo parlarne con te!!! (mostra segni di evidente nervosismo) - Io questo posso fare, e questo faccio!  - A che sei arrivata? - ... - Sì, ma che idea ti stai facendo?! - Ci devo pensare. (una mala …

Segnalazione: Non basta dirmi ti amo di Daniela Volonté

Non basta dirmi ti amo Daniela Volonté Newton Compton Editori dal 9 novembre in libreria

Durante le feste, l’aeroporto JFK di New York è persino più affollato del solito. A causa delle abbondanti nevicate, poi, tutti gli aerei sono in ritardo, compreso quello che dovrebbe riportare Beatrice in Italia. Durante l’interminabile attesa, un passeggero ha un infarto e Beatrice si ritrova a soccorrerlo tempestivamente con l’aiuto di un uomo con una cicatrice sul viso. Si chiama Callan ed è di origine inglese. Seppure per poco, l’intensità di quei momenti li ha avvicinati, ma l’annuncio dei voli richiama entrambi alle proprie vite e Beatrice torna in Italia dal fidanzato, Matthias, che ha in serbo per lei un’inaspettata proposta di matrimonio. I preparativi la inghiottono, insieme ai conflitti con l’ingombrante suocera e con suo fratello, che non vede di buon occhio le nozze. Beatrice ha quasi dimenticato l’episodio all’aeroporto, quando riceve il messaggio di Richard, l’uomo che ha salvato: ha…