Passa ai contenuti principali

Leggere 60 libri in anno: per me la sfida è... tenere il conto!

Flying books - fonte.
In giro sento un gran parlare di book challenge per il 2015.
Se non siete avvezzi all'anglomania, un book challenge è una sfida con i libri, cioè c'è una lista di caratteristiche - classici, fantasy, con più di 400 pagine, che ti faccia ridere, che ti faccia prudere le mani, fai la giravolta, falla un'altra volta...e così via - e voi, nell'arco di un anno, dovete trovare un libro per ogni voce della lista.
Che ci vuole, penserete voi, ma forse non avete visto alcune liste che potrebbero srotolarsi su papiri chilometrici per quanto sono lunghe.
Io sono stata tentata varie volte di intraprenderne una, ma, siamo sinceri, quando mai avrei potuto portarla a termine?
Cioè io quando vado in libreria mi sento come un cane della narcotici a casa di Pablo Escobar, e voi volete farmi rispettare una lista? Una specie di dieta libresca, diciamo, e già solo la parola...

Comunque, ho scartato questa idea per affezionarmi a un'altra impresa.
Ieri ho letto questo post e la proposta mi è piaciuta molto di più: 60 libri in un anno, in pratica 5 libri al mese e l'autrice assicura che con un'ora di lettura al giorno ce la si possa fare, ma dà anche qualche dritta su come riuscirci (tipo scegliere libri non esageratamente lunghi).
Poi sta tutto nella vostra velocità di lettura e nella voglia che avete di portare a termine questo compito che arricchisce chi lo svolge.
Perché leggere è sempre un processo di arricchimento, secondo me.

Allora, via!
Poniamo che faccia mio questo buon proposito.
Poniamo che sia fiduciosa di poterlo portare a termine.
Poniamo che abbia già iniziato di buona lena a leggere dal 1 gennaio ad oggi.
Il problema è... tenere il conto dei libri!

Io non sono bravissima con le liste, nel senso che le scrivo e poi le perdo o me ne dimentico.
Con i libri non dovrebbe essere difficile contare quelli sullo scaffale che ho già letto e quelli che mi restano... ma con gli ebook? Fare una cartella nella cartella dell'ereader? Potrebbe essere una soluzione.
Ecco, mi devo organizzare un attimo, ma vi tengo aggiornati.
Vorrei mettere anche un modulo nella colonnina qui di fianco, così teniamo il conto insieme.

60 libri in un anno!
Al via la sfida!

Commenti

  1. Lo farei... se non fossi pigra. Per me sarà per il prossimo anno (forse, lol), nel frattempo buona fortuna con la tua lista!

    RispondiElimina

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Recensione: Cosa ho fatto per amore di Susan Elizabeth Phillips

Scrivere romance è un'arte, così come leggerlo. A parte alcune eccellenti eccezioni, è difficile leggere qualcosa che sia veramente nuovo, scritto in maniera originale e che non abbia nessun dettaglio fuori posto.
Per me Susan Elizabeth Phillips è l'eccezione che mette in pace la mia voglia di leggere romance. In ogni storia, i dettagli sono sempre ben studiati e nemmeno una virgola mi provoca quel brivido di fastidio che a volte mi danno certi libri che si pregiano di chiamarsi romance.
"Cosa ho fatto per amore" è l'ultimo arrivato in casa Leggereditore e va a colmare la mancanza che iniziavo a sentire di una nuova storia della scrittrice americana. Fermo restando che, anche così, rileggo a periodi alterni i vecchi libri [è una malattia, lo so].
Ma veniamo al puzzle perfetto costruito dalla SEP: la trama. Georgie York è stata la star bambina di una delle sit-com più amate d'America, tutti la adoravano, dagli sceneggiatori alla troupe, dai registi ai manovali…

Segnalazione: Cosa ho fatto per amore di Susan Elizabeth Phillips

Cosa ho fatto per amore Susan Elizabeth Phillips Leggereditore dal 31 agosto in ebook e cartaceo
Due esistenze coincidono in una sola vita. Due passati ritornano in un solo presente.
Per Georgie York, un tempo la protagonista di una delle sitcom preferite dagli americani, è proprio un periodo no. La sua carriera cinematografica è in stallo e dover badare a suo padre la sta facendo letteralmente impazzire. Per di più, suo marito l’ha appena lasciata... Un bel danno d’immagine per una delle attrici più amate dal grande pubblico. In un momento del genere, andare a Las Vegas e imbattersi nel suo ex collega, il detestabile ma fascinoso Bramwell Shepard, sarebbe stata per chiunque la peggiore delle soluzioni. Ma Georgie non è una donna come le altre, la sua vita è uno straordinario e inestricabile groviglio di guai. Quando ai suoi però si aggiungono quelli di Bramwell Shepard, la situazione diventa a dir poco esplosiva, perché i destini dei due ex rivali sono più legati di quanto loro stessi …