Passa ai contenuti principali

Shortales, solo storie brevi: la community dove l'unico limite è la fantasia!


Scrivere è sempre nascondere qualcosa in modo che poi venga scoperto.
Italo Calvino, Se una notte d'inverno un viaggiatore, 1979

Scrivere significa tante cose e, tra queste, sicuramente significa solitudine. 
Non fosse altro che per scrivere bisogna fermarsi davanti ad un foglio - o ad uno schermo - e raccogliere le idee in tranquillità, faccia a faccia con la propria creatività (o almeno, io faccio così...).

Dopo viene il momento in cui l'opera scritta deve raggiungere il pubblico e, grazie al web e ai social network, il passaggio può avvenire senza scossoni (per modo di dire), riversando semplicemente tutto in rete.
[Sulla validità di questo metodo, ci sarebbe da discutere e prima o poi lo faremo approfonditamente].

Ci sono forum, gruppi su Facebook e altri ritrovati dell'era moderna che permettono a chi scrive di presentare a dei lettori coraggiosi i propri "manufatti letterari" e, magari, correggere laddove c'è bisogno.
Shortales - Solo storie brevi unisce l'idea del social con quella della community di scrittori e lettori che si confrontano.
Solo Storie brevi è una comunità dedicata principalmente a scrittori, poeti che vogliono condividere la loro creatività. Shortales.net vi aiuterà in questo percorso. Qui potrete dar sfogo alla vostra fantasia. Potrete scrivere i vostri racconti e poesie, pubblicizzare i vostri libri ed eventi, leggere e commentare quello che scrivono gli altri membri, potrete condividere i vostri scatti o i video dei principali network (rimanendo in tema mi raccomando), potrete creare gruppi di discussione e forum, seguire altri e scegliere i propri amici. Una comunità dunque, per chi ama osservare narrare il mondo che lo circonda con gli occhi di un poeta.
Gli utenti possono scrivere post, commentare post di altri membri, lanciare discussioni e confronti, l'unico limite è la fantasia e la creatività.

Sulla pagina Facebook del network sono poi pubblicati i post più interessanti: simpatica l'iniziativa lanciata in occasione dell'anniversario della morte di Kurt Cobain accolta dagli utenti di Shortales con un racconto a tema.

Se avete tempo, fateci un salto che troverete sicuramente qualcosa da leggere.
In realtà, potete passarci anche se non avete tempo, perché le storie sono brevi quanto una pausa caffè.

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Recensione: Cosa ho fatto per amore di Susan Elizabeth Phillips

Scrivere romance è un'arte, così come leggerlo. A parte alcune eccellenti eccezioni, è difficile leggere qualcosa che sia veramente nuovo, scritto in maniera originale e che non abbia nessun dettaglio fuori posto.
Per me Susan Elizabeth Phillips è l'eccezione che mette in pace la mia voglia di leggere romance. In ogni storia, i dettagli sono sempre ben studiati e nemmeno una virgola mi provoca quel brivido di fastidio che a volte mi danno certi libri che si pregiano di chiamarsi romance.
"Cosa ho fatto per amore" è l'ultimo arrivato in casa Leggereditore e va a colmare la mancanza che iniziavo a sentire di una nuova storia della scrittrice americana. Fermo restando che, anche così, rileggo a periodi alterni i vecchi libri [è una malattia, lo so].
Ma veniamo al puzzle perfetto costruito dalla SEP: la trama. Georgie York è stata la star bambina di una delle sit-com più amate d'America, tutti la adoravano, dagli sceneggiatori alla troupe, dai registi ai manovali…

Segnalazione: Cosa ho fatto per amore di Susan Elizabeth Phillips

Cosa ho fatto per amore Susan Elizabeth Phillips Leggereditore dal 31 agosto in ebook e cartaceo
Due esistenze coincidono in una sola vita. Due passati ritornano in un solo presente.
Per Georgie York, un tempo la protagonista di una delle sitcom preferite dagli americani, è proprio un periodo no. La sua carriera cinematografica è in stallo e dover badare a suo padre la sta facendo letteralmente impazzire. Per di più, suo marito l’ha appena lasciata... Un bel danno d’immagine per una delle attrici più amate dal grande pubblico. In un momento del genere, andare a Las Vegas e imbattersi nel suo ex collega, il detestabile ma fascinoso Bramwell Shepard, sarebbe stata per chiunque la peggiore delle soluzioni. Ma Georgie non è una donna come le altre, la sua vita è uno straordinario e inestricabile groviglio di guai. Quando ai suoi però si aggiungono quelli di Bramwell Shepard, la situazione diventa a dir poco esplosiva, perché i destini dei due ex rivali sono più legati di quanto loro stessi …