Passa ai contenuti principali

Shortales, solo storie brevi: la community dove l'unico limite è la fantasia!


Scrivere è sempre nascondere qualcosa in modo che poi venga scoperto.
Italo Calvino, Se una notte d'inverno un viaggiatore, 1979

Scrivere significa tante cose e, tra queste, sicuramente significa solitudine. 
Non fosse altro che per scrivere bisogna fermarsi davanti ad un foglio - o ad uno schermo - e raccogliere le idee in tranquillità, faccia a faccia con la propria creatività (o almeno, io faccio così...).

Dopo viene il momento in cui l'opera scritta deve raggiungere il pubblico e, grazie al web e ai social network, il passaggio può avvenire senza scossoni (per modo di dire), riversando semplicemente tutto in rete.
[Sulla validità di questo metodo, ci sarebbe da discutere e prima o poi lo faremo approfonditamente].

Ci sono forum, gruppi su Facebook e altri ritrovati dell'era moderna che permettono a chi scrive di presentare a dei lettori coraggiosi i propri "manufatti letterari" e, magari, correggere laddove c'è bisogno.
Shortales - Solo storie brevi unisce l'idea del social con quella della community di scrittori e lettori che si confrontano.
Solo Storie brevi è una comunità dedicata principalmente a scrittori, poeti che vogliono condividere la loro creatività. Shortales.net vi aiuterà in questo percorso. Qui potrete dar sfogo alla vostra fantasia. Potrete scrivere i vostri racconti e poesie, pubblicizzare i vostri libri ed eventi, leggere e commentare quello che scrivono gli altri membri, potrete condividere i vostri scatti o i video dei principali network (rimanendo in tema mi raccomando), potrete creare gruppi di discussione e forum, seguire altri e scegliere i propri amici. Una comunità dunque, per chi ama osservare narrare il mondo che lo circonda con gli occhi di un poeta.
Gli utenti possono scrivere post, commentare post di altri membri, lanciare discussioni e confronti, l'unico limite è la fantasia e la creatività.

Sulla pagina Facebook del network sono poi pubblicati i post più interessanti: simpatica l'iniziativa lanciata in occasione dell'anniversario della morte di Kurt Cobain accolta dagli utenti di Shortales con un racconto a tema.

Se avete tempo, fateci un salto che troverete sicuramente qualcosa da leggere.
In realtà, potete passarci anche se non avete tempo, perché le storie sono brevi quanto una pausa caffè.

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Recensione: Napoli mon amour di Alessio Forgione

Come si fa a staccarsi dalle proprie radici? Come si immagina una vita lontano dalla vita che abbiamo sempre conosciuto? Come si scelgono le priorità a cui dare importanza per continuare a vivere?
Queste domande mi ronzano nel cuore da quando mi sono trasferita in Svizzera. Non è un mistero che io abbia lasciato Napoli per seguire l'amore ed è ancora meno un mistero il fatto che non sia stato un passo facile, né per me né per mio marito. Quali risposte ho trovato? Tante e nessuna che possa diventare un assunto universale. Quanto meno non saprei se quelle stesse risposte avrebbero potuto dare una soluzione anche ad Amoresano, il protagonista del romanzo di esordio di Alessio Forgione, "Napoli mon amour" [NN Editore].
Amoresano - che è il cognome, il nome non lo scopriremo mai - ha trent'anni, due lauree, un passato da marinaio e un futuro di cui non riesce a vedere le coordinate, disperse in mille annunci di lavoro, in colloqui senza sbocco, in una ricerca spasmodica…

Recensione: Ogni volta che sono solo con te di Amabile Giusti

La qualità della scrittura, della storia, di un libro, insomma, può determinarsi dal nome della casa editrice scritto in basso sulla copertina?  Mi sono spesso detta di sì, che la scrematura per mano di professionisti dell'editoria è necessaria per non farci arrivare qualsiasi rigurgito di scrittura che un essere umano possa avere nella sua vita. Poi però ho ammesso le dovute eccezione. I libri di Amabile Giusti sono queste dovute eccezioni di cui tenere conto per onestà intellettuale e perché è giusto che il mondo di questa autrice abbia il suo riconoscimento.
Ho letto per la prima volta un suo libro nel 2014, era "Trent'anni e li dimostro" prima di essere pubblicato dalla Mondadori ed era già perfetto così. In seguito ho letto anche qualcos'altro di suo e l'incanto era sempre lo stesso. La lettura di "Ogni volta che sono solo con te" [Amazon Publishing] arriva dopo tanto tempo che avevo un po' perso di vista l'autrice e i suoi libri e dev…