Passa ai contenuti principali

San Valentino d'inchiostro!


Ieri era San Valentino.
La festa degli innamorati.
Sì, ma quale amore?! È una festa commerciale.
Sì, ma San Valentino era un martire.
E non sono martiri quelli che si svenano per questa festa?!
Non sono martiri quelli che, per un unico giorno all'anno, cercano in tutti i modi di zittire i/le loro incontentabili compagni/e?
Scusate, e non siamo martiri pure noi che ci siamo dovuti sorbire il puntuale aggiornamento fotografico di questi tentativi, postati in tempo reale dagli/dalle incontentabili con lo smartphone nuovo di zecca?!
(se per accontentare un/una incontentabile non vi presentate, tra le altre cose, almeno con uno smartphone di ultimissima generazione, è meglio che non tentate proprio).

Tutti dentro, allora!

Quando il mio fidanzato - che a giorni alterni rispolvera la candidatura alla beatificazione - mi ha chiesto cosa desiderassi per la festa commerciale del santo martire degli innamorati, non ho avuto dubbi: LIBRI!

Il dubbio è arrivato solo al momento di scegliere QUALI libri farmi regalare.
La scelta è caduta su degli ebook che potessi iniziare a leggere subito (visto che sono in viaggio all'estero e non ho voglia di aspettare per le consegne), ma non escludo che, una volta tornata in Italia, il regalo non possa comprendere anche dei libri cartacei (capito?!).

E comunque, sarà perché la festa degli innamorati richiama dolcezza, ho scelto ebook tutti rigorosamente col lieto fine. Ne avevo bisogno.

Ho badato poco al fatto che fossero o meno annoverati come pietre miliari della letteratura contemporanea italiana e straniera. Ho letto alcune delle pietre miliari della letteratura di tutti i tempi e il loro tesoro resterà dentro di me per sempre, con riletture periodiche e tutto il resto. 
Ma ora no. 
Ora ho voglia di leggere storie che finiscano bene, dove tutti i dolori e le insicurezze, alla fine, trovino ragione d'essere in virtù di un lieto fine colossale, coi fuochi d'artificio.

Credo che, a volte, dobbiamo semplicemente fare quello che vogliamo, senza pensare troppo a quello che dovremmo fare o a quello che è giusto. 
Anche per la scelta dei libri.

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Segnalazione: L'impazienza di Penolope di Giovanna Di Verniere

L'impazienza di Penelope Giovanna Di Verniere Bookabook

«Ci sono persone che ti camminano accanto per anni e a malapena conosci la loro storia. Ci accontentiamo di ombre, non di persone, pur di non restare soli. Poi, un giorno, uno sconosciuto ti stringe la mano e improvvisamente ti sembra di essere stata risucchiata dai suoi occhi. Come se lui ti avesse percepito davvero, come se una semplice stretta di mano avesse potuto sfiorare la tua anima».
Intollerante all’amore: così si è sempre definita Virginia, trent’anni, stilista in carriera con un importante progetto a New York all’orizzonte. Da quando ha lasciato il suo paese d’origine e il suo primo amore per trasferirsi a Milano non si è più innamorata, non è più stata capace di lasciarsi andare, di affidarsi completamente a qualcun altro... Finché una sera a teatro rivede Riccardo Russo, attore di successo incontrato anni prima a Parigi e mai dimenticato. Nonostante lui sia felicemente sposato i due cominciano a vedersi, e presto l…

Segnalazione: Morte di una snob. I casi di Hamish Macbeth di M.C. Beaton

Morte di una snob. I casi di Hamish Macbeth M.C. Beaton Astoria Edizioni dal 8 febbraio in libreria e negli store online
Hamish sta per affrontare la prospettiva di trascorrere in solitudine le feste natalizie, quando viene invitato dalla bella Jane Wetherby, che gestisce un centro benessere, a passare da lei il Natale. In cambio deve capire chi, fra i clienti e gli abitanti dell’isola, trama di ucciderla. La lista dei sospetti è lunga: tutte le persone presenti sull’isola di Eileencraig nutrono rancore verso Jane, e tra loro la sgradevole Heather Todd, che si fa vanto di essere un’insopportabile snob. Un giorno, però, è proprio Heather, e non Jane, a venire assassinata. Per Hamish si prospetta un Natale molto più noir che bianco…

Il poliziotto Hamish Macbeth ha una trentina d’anni, è alto, magro, ha occhi nocciola e lunghe ciglia, e una grande zazzera di capelli rossi. Le relazioni sentimentali non sono il suo forte, anche se le donne lo attraggono sempre, in particolare Priscilla, fig…