Passa ai contenuti principali

Il 1° marzo compriamo un libro! Il flash mob letterario di Caffeina che porta tutti in libreria (e non solo!)


Domani sarà una bella giornata, ne sono sicura.
Domani primo marzo è la giornata del flash mob letterario creato dall'associazione culturale Caffeina.

Che cos'è?
Il flab mob promosso da Caffeina è molto semplice, eppure di grande impatto: compriamo un libro, domani.
Sull'invito all'evento si legge: 
Compiamo un gesto di civiltà e fiducia: il primo marzo andiamo tutti in libreria e compriamo un libro perché la cultura è l'unico modo per salvare il nostro paese.
È importante farlo tutti insieme!!
Pensate che segnale enorme vedere tanta gente che tutta insieme va in libreria a comprare un libro!!! 
È tutto pronto ormai e l'evento su Facebook conta quasi 80mila partecipanti.

Come si partecipa?
Niente di più semplice.
Domani andate a comprare un libro, ma anche un ebook vale.
Recatevi in libreria con un fiocco bianco appuntato addosso e fatevi la foto, poi postate lo scatto su tutti i social network con l'hashtag #1MarzoCompraUnLibro e #facciamovincerelacultura



I grandi marchi come Feltrinelli e Mondadori, in occasione dell'evento, raddoppieranno i punti sulle rispettive card e gli sconti relativi alla raccolta punti.
Altre librerie offriranno dagli sconti ai caffè ai lettori.
Le librerie indipendenti hanno contestato agli organizzatori la partecipazione dei grandi franchising: Caffeina ha risposto che la partecipazione all'evento è arrivata dal basso e del tutto spontaneamente e questo ha permesso a centinaia di librerie indipendenti di prendervi parte.

Se per un qualsiasi motivo non potete recarvi in una libreria, anche gli shop on line proporranno vetrine allettanti in occasione del flash mob.

Scrittura & Scritture propone tutto il suo catalogo ebook a 1,99 su Bookrepublic e su Amazon.
LiberAria editore mette in offerta i suoi ebook a 0,99 e tutta la collana I Singolari (dedicata alle nuovi voci della narrativa italiana) sarà gratuita sempre su Bookrepublic, su Amazon e in tutti i migliori store on line.

Leggimi nel pensiero - anche con la sua pagina Facebook - parteciperà!
E domani tutti con un libro in mano, mi raccomando!

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Recensione: Lonely Betty di Joseph Incardona

Prendete una piccola città della provincia americana. Sistemateci dentro dei personaggi all'apparenza semplici, ma con qualche dettagliato indizio che fa presupporre segreti e inconfessabili desideri. Mettete insieme il tutto grazie a una scrittura brillante e coinvolgente, dove la voce dell'autore ammicca da ogni pagina. Quello che otterrete è un libro come "Lonely Betty" di Joseph Incardona [NN Editore].
Il seme del libro è semplice e magnificamente complesso: cosa potrebbe succedere se la vecchia maestra della contea di Durham, nel Maine, Betty Holmes, che non parla da circa cinquanta anni, aprisse bocca il giorno del suo centesimo compleanno e gettasse lo scompiglio in città?

Quello che succede è una serie di eventi in cui il lettore cerca di districarsi entrando nella testa dei personaggi insieme alla voce dell'autore.
Così, quando l'anziana Betty dice di conoscere il nome di chi sa dove si trovano i corpi dei tre fratellini Harrys, i suoi alunni scompa…

Recensione: Disperata e felice di Julia Elle

Quando ho saputo di essere incinta, ho pensato che, nei restanti sette mesi, probabilmente avrei letto di tutto e di più su gravidanza, parto, allattamento con annessi e connessi. Sapete quanti libri ho letto? Zero. Se non mi avessero regalato il classico librone sulla gravidanza, probabilmente sarei ancora ignorante su certi meccanismi (e forse sarebbe stato meglio così, chi può dirlo) e, anche quello, lo aprivo solo in vista delle scadenze mensili, poi lo seppellivo sotto i risultati delle analisi, le ecografie e i depliant dei vestitini per neonati.
Quando è nata nostra figlia ho detto a mio marito che da quel momento avrei potuto leggere qualche libro sulla maternità, sul metodo Montessori, sullo svezzamento alternativo.  Indovinate quanti libri ho letto? Zero. Alla fine ho dovuto ammettere che mi rifiuto di leggere i libri scritti da mamme/per le mamme/con le mamme/a favore delle mamme/grazie alle mamme/viva le mamme. Non è un pregiudizio, è che mi mette ansia sapere che magari …