Passa ai contenuti principali

La cena di Natale di Io che amo solo te di Luca Bianchini


Al Sud, la cena di Natale è un rituale a cui non si può mancare. MAI.

A Napoli, non si ammettono rifiuti: che siate vegetariani, vegani, appartenenti ad una confessione che abolisce la cioccolata fondente o qualsiasi altra moda alimentare del momento, al cenone natalizio napoletano non c'è 'ma' che tenga.

Ad una cena di Natale - anche per la sua notevole lunghezza - può succedere praticamente di tutto.
Può succedere di innamorarsi, di scoprirsi padre, di confermare un amore lungo decenni, di illudersi di essere qualcosa che non si è. Può succedere di scoprirsi vivi.

Luca Bianchini imbandisce la tavola per i personaggi di "Io che amo solo te" per "La cena di Natale" (Mondadori).
Ritroviamo Ninella e Don Mimì come se fossero amici che ci fa piacere riabbracciare, sbirciando le loro occhiate appassionate e cercando di capire se prima o poi riusciranno ad essere felici insieme.
Incontriamo Chiara e Damiano qualche mese dopo il matrimonio e il contrasto tra le due coppie, tra i due amori è stridente: laddove l'amore dei rispettivi genitori è improntato da un'appassionata e romantica fedeltà, il loro è caratterizzato da fin troppa leggerezza e superficialità.

Anche il lettore, come i protagonisti del romanzo, è invitato a cena da Matilde, la moglie di Don Mimì, una donna che ha saputo tenersi il marito facendo "finta di non vedere quegli occhi ora lucidi, ora lontani" e per cui l'amore è più quello da ostentare agli altri che quello da sentire nel cuore.
E che ora, in occasione del Natale, decide di illudersi ancora che il marito possa amarla e, complice un anello con smeraldo, decide di organizzare la cena la sera della vigilia di Natale come fanno a Bari - e come facciamo anche a Napoli - per sbandierare sotto gli occhi di Ninella quello che lei crede essere un pegno d'amore di Don Mimì.

Rivediamo anche zia Dora e zio Modesto, sempre più comici nei loro piccoli sotterfugi per riciclare i regali e cercare di dare l'idea di un finto benessere e di una falsa ricchezza.

Incontriamo Nancy sempre più schiacciata dal peso della propria verginità, ma stavolta inizia a vedere una possibile soluzione al "problema".

Ed è un vero piacere riabbracciare Orlando, più maturo, più sereno nella pelle che indossa, più consapevole di se stesso e dei propri sentimenti, tanto da dare una possibilità - per una volta - ad un amore possibile.

Confesso di aver "consumato" il libro in meno tempo rispetto alla durata della vera cena di Natale a casa mia ma, a differenza di quando poi mi alzo da tavola, nel caso del libro, ne avrei voluto ancora e ancora e ancora.

Luca Bianchini ha saputo disegnare così bene i suoi personaggi che, una volta finito il libro, poi ci mancano.
Mi è già successo con "Io che amo solo te" e ora ho bissato con "La cena di Natale".
Spero che l'autore non ci lasci con queste storie in sospeso, ora che sappiamo quanto appassionato può essere l'amore di Don Mimì per Ninella - e viceversa - e ora che vorremmo capire come declineranno l'amore alla maniera moderna Chiara e Damiano.

Perché, sebbene ogni anno ci sono cene di Natale, "ci sono cene che si ricordano per tutta la vita".

Auguri!

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Bambini e social: perché non ci sarà la foto di mia figlia online

Alla fine di maggio è nata mia figlia.
Già durante la gravidanza, io e mio marito abbiamo deciso che la foto di nostra figlia non sarebbe comparsa online.
Del resto, per mia scelta non abbiamo pubblicato nemmeno le foto del mio pancione e non perché ci fosse qualcosa di particolare o perché mi nascondessi da chissà chi. Dal vivo mi hanno visto tutti quelli che mi volevano vedere... e, con una rotondità del genere, non era facile non vedermi, vi posso assicurare!

Fin dal primo giorno, parenti, amici, colleghi o anche solo conoscenti, ci hanno chiesto di inviargli le foto della nostra bambina sui vari social, non avendo trovato niente sui nostri profili.
Vivendo all'estero, in effetti, chat e messaggi sono il mezzo di comunicazione più efficace e veloce, ma in questo momento social in cui Instagram e Facebook sono sovraccarichi di foto di bimbi condivise spesso senza alcuna restrizione, noi abbiamo deciso che il volto di nostra figlia non dovesse andare in giro senza che noi potess…

Segnalazione: La seduzione dell'ombra di Kresley Cole

La seduzione dell'ombra Kresley Cole Leggereditore ebook dal 13 luglio, cartaceo dal 27 luglio
Trama
Il principe Mirceo Daciano e il suo nuovo amico Caspion, cacciatore di taglie, battono le strade di Dacia, ubriachi e alla ricerca dei piaceri della carne. Ma quella che avrebbe dovuto essere una nottata come le altre cambierà per sempre le loro vite. Dopo aver trascinato a letto uno stuolo di ninfe, da queste provocati, il demone e il vampiro si baciano, e una volta interrotto il bacio si sentono scossi, spaventati dall’improvvisa chimica esplosa tra loro. Molteplici e variabili ostacoli, però, che vanno da una condanna a morte all’esilio in dimensione ormai devastata dalla guerra, minacciano di distruggerli e di annullare la vulnerabile e inattesa promessa contenuta in quel bacio. Anche se Mirceo riesce ad accettare Caspion come suo compagno predestinato, il sensuale vampiro deve ancora riuscire a convincere il demone che il loro legame sia per sempre. E ogni unione reale dei Daci de…