Passa ai contenuti principali

Dal libro al cinema: quando il bestseller diventa film


L'eterna diatriba tra i libri e i film da loro ispirati, non avrà soluzione facile, è meglio che ci mettiamo l'anima in pace.
Così, l'unica cosa che possiamo fare, è sperare che - qualora traggano un film dal nostro libro preferito - la sceneggiatura sia quanto più simile al testo che ci è entrato nel cuore e che i volti degli attori corrispondano almeno un briciolo ai volti dei personaggi così come ce li eravamo immaginati.

Ora prendete un libro come "Benvenuti in casa Esposito" e immaginate di vederlo in carne e ossa... Cosa ve ne pare?
Così, già quando Pino Imperatore annunciò che presto gli Esposito sarebbero arrivati a teatro, l'ansia di vedere Tonino Esposito e la sua famiglia con una voce e un corpo che non era quello che mi immaginavo quando ho letto e riletto il libro, mi metteva in uno stato di agitazione da non sottovalutare. Poi ora Pino ha annunciato che ci sarà anche un film! 
Il libro è stato ed è amatissimo dai lettori che non hanno mai smesso di chiedere un secondo capitolo, tanto che gli Esposito sono arrivati in libreria anche con "Bentornati in casa Esposito".
E ora non vedo l'ora che si sappia qualcosa di più del film, per esempio il cast o per quando è previsto l'arrivo al cinema [manie di fan, lo so...].

Quasi contemporaneamente all'annuncio di Pino Imperatore, anche Luca Bianchini annuncia di aver firmato per "Io che amo solo te", il suo ultimo libro pubblicato a maggio di quest'anno e subito diventato bestseller.


Tra l'altro, martedì 19 novembre esce il seguito, "La cena di Natale di Io che amo solo te".

Oggi va in onda su Sky 1 il secondo e ultimo caso de "I delitti del Barlume" tratto dalla trilogia di Marco Malvaldi edita da Sellerio. Già seguitissimi sulla carta, anche sullo schermo i delitti hanno raccolto grande gradimento, forse anche perché sono risolti da Filippo Timi, "barrista" di Pineta - paesino inventato dalla penna di Malvaldi - con l'aiuto di quattro arzillissimi e simpaticissimi vecchietti.

Dall'anno scorso, poi, circola la voce che il misterioso e affascinante commissario Ricciardi di Maurizio de Giovanni avrà il volto di Riccardo Scamarcio che - con la casa di produzione che ha insieme a Valeria Golino, la "Buena Onda" - ha acquistato i diritto del libro "Per mano mia".

In ultimo - ma non per importanza, solo perché ci sono ancora pochi dettagli - anche Diego Galdino ha annunciato che il suo primo romanzo "Il primo caffè del mattino", bestseller in Italia e appena pubblicato con grande successo anche in Spagna e in Germania, diventerà un film.

Nonostante possiate avere reazioni pari a quelle ispirate dallo stridio delle unghie su una lavagna all'idea di vedere sullo schermo uno dei vostri libri preferiti, io direi di non precludersi niente a priori.
Prima di leggere un libro, sapete già che sarà il vostro preferito? No.
Ecco, appunto.

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Segnalazione: Non basta dirmi ti amo di Daniela Volonté

Non basta dirmi ti amo Daniela Volonté Newton Compton Editori dal 9 novembre in libreria

Durante le feste, l’aeroporto JFK di New York è persino più affollato del solito. A causa delle abbondanti nevicate, poi, tutti gli aerei sono in ritardo, compreso quello che dovrebbe riportare Beatrice in Italia. Durante l’interminabile attesa, un passeggero ha un infarto e Beatrice si ritrova a soccorrerlo tempestivamente con l’aiuto di un uomo con una cicatrice sul viso. Si chiama Callan ed è di origine inglese. Seppure per poco, l’intensità di quei momenti li ha avvicinati, ma l’annuncio dei voli richiama entrambi alle proprie vite e Beatrice torna in Italia dal fidanzato, Matthias, che ha in serbo per lei un’inaspettata proposta di matrimonio. I preparativi la inghiottono, insieme ai conflitti con l’ingombrante suocera e con suo fratello, che non vede di buon occhio le nozze. Beatrice ha quasi dimenticato l’episodio all’aeroporto, quando riceve il messaggio di Richard, l’uomo che ha salvato: ha…

Anteprima: Buona vita a tutti di J.K. Rowling

Buona vita a tutti. I benefici del fallimento e l'importanza dell'immaginazione J.K. Rowling Salani dal 20 novembre in libreria e in tutti gli store online
Quando J.K. Rowling è stata invitata a tenere il discorso per la cerimonia di laurea di Harvard, ha deciso di parlare di due temi che le stanno molto a cuore: i benefici del fallimento e l’importanza dell’immaginazione. Avere il coraggio di fallire, ha detto, è fondamentale per una buona vita, proprio come ogni altro traguardo considerato di successo. Immaginare se stessi al posto degli altri, soprattutto dei meno fortunati, è una capacità unica dell’essere umano e va coltivata a ogni costo. Raccontando la propria esperienza e ponendo domande provocatorie, J.K. Rowling spiega cosa significa per lei vivere una ‘buona vita’. Un piccolo libro pieno di saggezza, umanità e senso dell’umorismo, ricco di ispirazione per chiunque si trovi a un punto di svolta della sua esistenza. Per imparare a osare e ad aprirsi alle opportunità del…