Passa ai contenuti principali

L'altra faccia dell'amore: intervista a Francesca Giuliani


Da poco è uscito su Amazon il racconto "L'altra faccia dell'amore" di Francesca Giuliani, già nota come editor e blogger per il suo "Non riesco a saziarmi di libri" che ha migliaia di "like" su Facebook e altrettanti lettori appassionati. Attraverso questa intervista ho cercato di conoscere un po' meglio Francesca e di scoprire come è nato questo e-book da leggere, sicuramente.

Sei passata da un lit-blog, in cui parli di libri altrui, a scrivere un libro tutto tuo. Come è avvenuto questo passaggio?
Ho iniziato con la pubblicazione di due libri, in realtà, e solo successivamente mi sono avvicinata al web per promuovere gli autori emergenti. A 18 anni ho iniziato la collaborazione a un sito, che poi ho abbandonato per un altro di cui ero capo. All'inizio di quest’anno mi sono decisa ad aprire una struttura tutta mia e, dopo qualche vicenda editoriale non proprio facile, a pubblicare nuovamente qualcosa.

Cos'è per te la scrittura?
Una parola: vita.

Quali studi hai fatto e cosa fai?
Sono una laureanda in Lettere moderne e lavoro come editor freelance correggendo le bozze dei manoscritti dei miei colleghi.

“L’altra faccia dell’amore” è un racconto con un ritmo abbastanza serrato e con momenti di alta tensione. Come mai hai scelto di parlare di questa “altra faccia” dell’amore?
Il racconto l’ho scritto per partecipare a un concorso, che poi ho vinto; il tema era il thriller e al momento della stesura mi sono chiesta cosa potesse esserci di tenebroso nella vita di ognuno di noi. Ho pensato che, prima o poi, quasi tutti hanno avuto l’esperienza non proprio positiva del tradimento. Certo, speriamo che non finiscano per fare come i nostri protagonisti!

Quali sono i tuoi progetti futuri?
Sto correggendo nuovamente il mio primo romanzo per farlo uscire a breve; continuo a scrivere e a correggere quello che ho già messo nero su bianco, insomma. Forse la cosa che mi servirebbe davvero, arrivata a questo punto, è capire cosa potrebbe piacere del mio stile ai lettori. E quale modo migliore che (ri)cominciare con un racconto a basso prezzo ma che potrebbe darmi le giuste indicazioni? Se avete letto il mio thriller, perché non mi lasciate un piccolo commento su Amazon per scrivere cosa vi è piaciuto (e, ma spero non ci sia, cosa no)? Grazie a tutti!

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Segnalazione: Non basta dirmi ti amo di Daniela Volonté

Non basta dirmi ti amo Daniela Volonté Newton Compton Editori dal 9 novembre in libreria

Durante le feste, l’aeroporto JFK di New York è persino più affollato del solito. A causa delle abbondanti nevicate, poi, tutti gli aerei sono in ritardo, compreso quello che dovrebbe riportare Beatrice in Italia. Durante l’interminabile attesa, un passeggero ha un infarto e Beatrice si ritrova a soccorrerlo tempestivamente con l’aiuto di un uomo con una cicatrice sul viso. Si chiama Callan ed è di origine inglese. Seppure per poco, l’intensità di quei momenti li ha avvicinati, ma l’annuncio dei voli richiama entrambi alle proprie vite e Beatrice torna in Italia dal fidanzato, Matthias, che ha in serbo per lei un’inaspettata proposta di matrimonio. I preparativi la inghiottono, insieme ai conflitti con l’ingombrante suocera e con suo fratello, che non vede di buon occhio le nozze. Beatrice ha quasi dimenticato l’episodio all’aeroporto, quando riceve il messaggio di Richard, l’uomo che ha salvato: ha…

Anteprima: Buona vita a tutti di J.K. Rowling

Buona vita a tutti. I benefici del fallimento e l'importanza dell'immaginazione J.K. Rowling Salani dal 20 novembre in libreria e in tutti gli store online
Quando J.K. Rowling è stata invitata a tenere il discorso per la cerimonia di laurea di Harvard, ha deciso di parlare di due temi che le stanno molto a cuore: i benefici del fallimento e l’importanza dell’immaginazione. Avere il coraggio di fallire, ha detto, è fondamentale per una buona vita, proprio come ogni altro traguardo considerato di successo. Immaginare se stessi al posto degli altri, soprattutto dei meno fortunati, è una capacità unica dell’essere umano e va coltivata a ogni costo. Raccontando la propria esperienza e ponendo domande provocatorie, J.K. Rowling spiega cosa significa per lei vivere una ‘buona vita’. Un piccolo libro pieno di saggezza, umanità e senso dell’umorismo, ricco di ispirazione per chiunque si trovi a un punto di svolta della sua esistenza. Per imparare a osare e ad aprirsi alle opportunità del…