Passa ai contenuti principali

Io e il Versatile Blogger Award


Ho ricevuto due nomination per il Versatile Blogger Award.
E per questo devo ringraziare, in ordine di tempo, Coccola Time e My Golden Glitter Corner.

Le regole per accettare questo premio sono:
  • Mostrare il logo dell'award sul blog;
  • Ringraziare il blogger che ti ha nominato;
  • Nominare altri quindici blog;
  • Mettere il link dei tuoi nominati nel post e informarli del premio con un commento;
  • Scrivere sette cose su di te.
And so... the nominees are:

  1. Anice stellato
  2. The Pretty Wild
  3. Cronache dalla libreria
  4. A.A.ABook.Wanted 
  5. Associazione Lettori Torresi 
  6. Torre del Greco differenziata 
  7. Associazione Parole Alate 
  8. Fiabe brevi che finiscono malissimo
  9. Reading at Tiffany's
  10. Del furore di aver libri
  11. Old Friends and New Fancies
  12. Serendipity. L'officina delle idee 
  13. Laboratorio Napoletano
  14. Atelier di una lettrice compulsiva
  15. Sangue d'inchiostro

7 cose su di me:

1. Riesco a leggere in qualsiasi condizione o momento: in piedi sotto la pioggia con un ombrello nell'altra mano, in piedi sotto la pioggia senza nessun ombrello, mentre scrivo a computer e mentre scrivo a mano, mentre giro il ragù, mentre guardo un film bellissimo in tv che proprio non mi volevo perdere, mentre... ok, avete capito!

2. Mi piacciono i terrazzi e le finestre (possibilmente con una luce dietro);

3. Se entro nel mood, riesco a fotografare anche gli acari che cadono indisturbati dal divano. E poi mi riguardo la foto come se fosse un capolavoro inestimabile;

4. Osservo;

5. Riesco a vedere tutto nero nero nerissimo, per poi, un attimo dopo, illuminare tutto con una luce che chissà dove ho preso;

6. Apprezzo il disordine ordinato, mentre mi fa saltare i nervi il finto ordine che poi è disordinato;

7. Sono alla ricerca.

Commenti

  1. Risposte
    1. Prego, figurati! E' sempre un piacere leggere le cronache della tua libreria. Spero di leggere anche il tuo libro, presto. Ciao :-)

      Elimina
  2. ancora grazie :)...tua nuova follower!!

    RispondiElimina
  3. perfetto!!! adesso rilassati e goditi il tuo premio!!! e nuovi amici <3

    RispondiElimina
  4. Grazie mille, Ramona! Scusa il ritardo con cui arrivo...sono felice di "ritirare" il premio!

    RispondiElimina

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Recensione: Ma quanta sicumera in quella graziosa testolina di Viviana Giorgi

Le atmosfere e i personaggi, a volte, non hanno bisogno di tantissime parole per manifestarsi al lettore. Succede così in "Ma quanta sicumera in quella graziosa testolina: romanzi in miniatura" di Viviana Giorgi [Emma Books], dove, nei racconti brevi, c'è tutto lo stile che abbiamo imparato a riconoscere come tipico dell'autrice, maestra del romance storico quanto contemporaneo.
In "Il Duca & Miss Mason", ad esempio, si ha un gustosissimo assaggio del romance storico come piace a me, frizzante e mai banale, originale e pieno di colpi di scena. Insomma, come negli altri romanzi firmati da Viviana Giorgi, mi è venuta voglia di leggerne ancora! 
Non sono da sottovalutare nemmeno i romanzi in miniatura contemporanei: alcuni sono stati vincitori di premi, altri sono stati già pubblicati su diversi siti, ma tutti hanno l'accuratezza e la maniera dell'autrice, una specie di tocco magico che mi fa desiderare di saperne di più.
Uscito nel periodo delle …

Il ritmo della vita

Sono sempre andata in giro a passo svelto. Non so che fretta avessi, ma sono sicura che non indugiavo nemmeno un attimo più del dovuto per strada o in qualsiasi posto andassi.
Me ne sono resa conto l'altro giorno mentre guidavo. Ero da sola e negli ultimi tempi non lo sono mai.  Forse per questo, ad un certo punto, ho alzato il piede dall'acceleratore e ho deciso che, per quell'ora in cui sarei stata per strada, non avrei corso.  Non avrei accelerato il passo. Non avrei tralasciato di guardarmi attorno solo per non perdere nemmeno un attimo della mia corsa.
Il ritmo della mia è vita cambiato perché io sono cambiata. C'è stato un tempo in cui correvo senza sapere dove andare. Ora la mia corsa ha una meta e sa rallentare quando occorre. Sa fermarsi per guardare un cespuglio fiorito, un bimbo che corre, una persona anziana che sorride.
Ho capito che è inutile che mi ostini a voler imporre quello che penso possa essere il mio ritmo. Così facendo continuerò ad andare lenta…