Passa ai contenuti principali

Il ContaConti, la casa dei racconti latinoamericani

Mauricio Rosencof

In un'intervista, Antonio Tabucchi disse: "Oggi per scrivere racconti bisogna essere un pigro personaggio che preferisce raccontare in dieci pagine ciò che un volenteroso scriverebbe in cento". Da qui è nato poi l'aforisma: "Il racconto è il romanzo di un pigro".

I racconti esercitano su di me un'attrazione particolare, non saprei spiegare perché, ma già solo la parola mi fa pensare ad un'immaginazione così fervida e geniale da riuscire a condensare in poco spazio infinite storie.

Il ContaConti è un blog - anzi un finto-blog perché si comporta come un sito - con la missione di pubblicare ogni settimana racconti di autori latinoamericani pressoché inediti in Italia tradotti da David Iori, traduttore e creatore del blog.
La scelta di tradurre racconti - oltre che per una passione personale di David - attiene al fatto che, on line, per i racconti non ci sono molti spazi.
Per i racconti d'autore, almeno. "Al racconto non si avvicinano in molti - dice Iori - nonostante si presti a farsi conoscere: snello, solitamente di ritmo veloce, aperto agli apporti personali del lettore".

Così è nato questo spazio, una casa per ospitare alcuni autori latinoamericani poco conosciuti o - diciamo la verità - del tutto sconosciuti, perché in Italia di latinoamericani arrivano sempre e solo i più famosi (e forse i meno rappresentativi di quella bellissima cultura).

Gli autori finora tradotti da Iori sono Mauricio Rosencof (autore anche di "Il quartiere era una festa" curato da Iori per Noripios edizioni) , José B. Adolph, Juan José Arreola e Tomàs Songyoritz.

I racconti sono da leggere, perché all'interno ci scoprirete atmosfere piene di fascino e magia, di rabbia e sentimenti contrastanti, di riflessioni sempre attuali, indipendentemente dall'epoca o dal luogo geografico che le hanno ispirate.

Commenti

  1. conosco e seguo il blog Il ContaConti.
    Davvero uno spazioper respirare atmosfere diverse...
    Rare da trovare ...
    Gradevolissimo blog.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Segnalazione: L'impazienza di Penolope di Giovanna Di Verniere

L'impazienza di Penelope Giovanna Di Verniere Bookabook

«Ci sono persone che ti camminano accanto per anni e a malapena conosci la loro storia. Ci accontentiamo di ombre, non di persone, pur di non restare soli. Poi, un giorno, uno sconosciuto ti stringe la mano e improvvisamente ti sembra di essere stata risucchiata dai suoi occhi. Come se lui ti avesse percepito davvero, come se una semplice stretta di mano avesse potuto sfiorare la tua anima».
Intollerante all’amore: così si è sempre definita Virginia, trent’anni, stilista in carriera con un importante progetto a New York all’orizzonte. Da quando ha lasciato il suo paese d’origine e il suo primo amore per trasferirsi a Milano non si è più innamorata, non è più stata capace di lasciarsi andare, di affidarsi completamente a qualcun altro... Finché una sera a teatro rivede Riccardo Russo, attore di successo incontrato anni prima a Parigi e mai dimenticato. Nonostante lui sia felicemente sposato i due cominciano a vedersi, e presto l…

Segnalazione: Morte di una snob. I casi di Hamish Macbeth di M.C. Beaton

Morte di una snob. I casi di Hamish Macbeth M.C. Beaton Astoria Edizioni dal 8 febbraio in libreria e negli store online
Hamish sta per affrontare la prospettiva di trascorrere in solitudine le feste natalizie, quando viene invitato dalla bella Jane Wetherby, che gestisce un centro benessere, a passare da lei il Natale. In cambio deve capire chi, fra i clienti e gli abitanti dell’isola, trama di ucciderla. La lista dei sospetti è lunga: tutte le persone presenti sull’isola di Eileencraig nutrono rancore verso Jane, e tra loro la sgradevole Heather Todd, che si fa vanto di essere un’insopportabile snob. Un giorno, però, è proprio Heather, e non Jane, a venire assassinata. Per Hamish si prospetta un Natale molto più noir che bianco…

Il poliziotto Hamish Macbeth ha una trentina d’anni, è alto, magro, ha occhi nocciola e lunghe ciglia, e una grande zazzera di capelli rossi. Le relazioni sentimentali non sono il suo forte, anche se le donne lo attraggono sempre, in particolare Priscilla, fig…