Passa ai contenuti principali

Alice Munro è il Premio Nobel per la Letteratura 2013


Alice Munro è il Premio Nobel per la Letteratura 2013.
Ha 82 anni ed è considerata la più grande scrittrice di racconti vivente.
L'Accademia Reale svedese ha motivatola vittoria dicendo che ci troviamo di fronte ad una "maestra delle storie brevi contemporanee".

La scrittrice canadese è stata raggiunta via telefono dalla notizia della vittoria e ha aggiunto "Ora spero ci sia più attenzione per gli scrittori canadesi". La Munro non è nuova a vittorie importanti: è stata per tre volte del Governor General's Award, il più importante riconoscimento letterario canadese.

Io non ho letto niente della Munro - finora, almeno - ma è probabile che rimedierò.
In Italia, le sue ultime raccolte sono "Troppa felicità" (Einaudi, 2011) e l'antologia "Racconti" (Mondadori, 2013).

Se intanto volete leggere un suo racconto, io ne ho trovato uno qui intitolato "Il vestito rosso".

Commenti

  1. Ciao,
    complimenti per il tuo blog, mi piace tantissimo…. E per questo ho deciso di donarti un premio.
    Ti aspetto su http://coccolatime.wordpress.com

    Ciao
    Coccola

    RispondiElimina
  2. ah ecco, vedi?!? non la conoscevo affatto.....! Grazie per le informazioni, sono arrivata qui attraverso il October Linky Party!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Bea!
      Grazie per la visita e... sì, ci sono chicche che bisogna scoprire, in questo mio blog! :-D
      Ricambierò volentieri la visita! a presto

      Elimina

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Segnalazione: Non basta dirmi ti amo di Daniela Volonté

Non basta dirmi ti amo Daniela Volonté Newton Compton Editori dal 9 novembre in libreria

Durante le feste, l’aeroporto JFK di New York è persino più affollato del solito. A causa delle abbondanti nevicate, poi, tutti gli aerei sono in ritardo, compreso quello che dovrebbe riportare Beatrice in Italia. Durante l’interminabile attesa, un passeggero ha un infarto e Beatrice si ritrova a soccorrerlo tempestivamente con l’aiuto di un uomo con una cicatrice sul viso. Si chiama Callan ed è di origine inglese. Seppure per poco, l’intensità di quei momenti li ha avvicinati, ma l’annuncio dei voli richiama entrambi alle proprie vite e Beatrice torna in Italia dal fidanzato, Matthias, che ha in serbo per lei un’inaspettata proposta di matrimonio. I preparativi la inghiottono, insieme ai conflitti con l’ingombrante suocera e con suo fratello, che non vede di buon occhio le nozze. Beatrice ha quasi dimenticato l’episodio all’aeroporto, quando riceve il messaggio di Richard, l’uomo che ha salvato: ha…

Anteprima: Buona vita a tutti di J.K. Rowling

Buona vita a tutti. I benefici del fallimento e l'importanza dell'immaginazione J.K. Rowling Salani dal 20 novembre in libreria e in tutti gli store online
Quando J.K. Rowling è stata invitata a tenere il discorso per la cerimonia di laurea di Harvard, ha deciso di parlare di due temi che le stanno molto a cuore: i benefici del fallimento e l’importanza dell’immaginazione. Avere il coraggio di fallire, ha detto, è fondamentale per una buona vita, proprio come ogni altro traguardo considerato di successo. Immaginare se stessi al posto degli altri, soprattutto dei meno fortunati, è una capacità unica dell’essere umano e va coltivata a ogni costo. Raccontando la propria esperienza e ponendo domande provocatorie, J.K. Rowling spiega cosa significa per lei vivere una ‘buona vita’. Un piccolo libro pieno di saggezza, umanità e senso dell’umorismo, ricco di ispirazione per chiunque si trovi a un punto di svolta della sua esistenza. Per imparare a osare e ad aprirsi alle opportunità del…