Passa ai contenuti principali

Ombre su New York di Brenda Joyce


New York diffonde generosamente il suo fascino, sempre.
Anche se fa da sfondo ad un’indagine ambientata nel 1902 che vede come protagonista l’investigatrice Francesca Cahill.

“Ombre su New York” (HarlequinMondadori) è il romanzo di Brenda Joyce che mescola dolcemente insieme storia, crime fiction e il migliore romance che ha il sapore e il colore della rossa glassa alla fragola su una panna cotta candida.
Già protagonista di “Vittime del peccato” uscito ad ottobre del 2012, Francesca Cahill è una donna indipendente e fortemente motivata a conquistarsi il suo posto nel mondo. Un posto che le spetta di diritto dal momento che appartiene ad una delle più rinomate e rispettate famiglie dell’alta borghesia newyorkese e sua madre detta legge nei salotti del bel mondo.

Ma a lei non basta. Vuole qualcosa che sia solo suo, che il suo nome sia legato alla sua professione di investigatrice e non solo ad una famiglia importante. Brenda Joyce traccia un personaggio femminile molto forte a cui è impossibile non affezionarsi: Francesca è spinta da una ferrea volontà che la porta a rispondere prima di tutto alla sua coscienza.

Non poteva mancare il protagonista maschile, Calder Hart, l’affascinante fidanzato di Francesca con un passato pieno di ombre, che la bella investigatrice cerca di fugare una volta per tutte, per poter progettare un futuro insieme.
L’intrigo parte dalla prima pagina e procede con una velocità che i lettori voraci non avranno difficoltà a sostenere.

Non è difficile immaginare perché Brenda Joyce abbia venduto più di 2 milioni di copie.
Ma se proprio avete bisogno di un motivo, cercatelo in voi stessi, nella voglia che avete di sognare ancora un lieto fine e nel desiderio che avete – sì, in fondo in fondo l’avete! – di leggere qualcosa di sensuale che accenna senza mai esagerare.

Una nota sulla casa editrice: la Harlequin era la casa editrice che pubblicava i romanzi Harmony, ma ora ha creato una joint venture con la Mondadori e ha lanciato la HM "un contenitore di generi letterari diversi: si spazia dalla narrativa brillante al paranormale, dalle saghe storiche all’introspezione psicologica. Propone solo i migliori bestseller Internazionali dalle autrici di punta del panorama americano. Si rivolge a un pubblico esigente e di carattere. In una parola: femminile"
I titoli pubblicati finora sono carini, freschi, una sicura compagnia per giornate al mare o pomeriggi autunnali.

Una sicurezza per tutte le stagioni, insomma!
Ah, dimenticavo... Il prezzo è amichevole e ammiccante! ;-) 
Fateci un pensiero!

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Quando a casa mia sono arrivate le rondini del commissario Ricciardi...

Prima
- Hai visto che sta per arrivare? (segue sguardo cospiratore) - Eh sì (sguardo di intesa). Ho iniziato a vedere se trovo la trama, ma niente. On line non c'è ancora niente. - Io ho letto da qualche parte che sarà l'ultimo... - Noooooo! Ma come facciamo a stare senza! Ma come fa lui senza di lui... Non può essere, non ci credo! (lo guarda cercando consolazione) - Guarda che prima o poi 'sta storia deve finire, non è che può andare avanti in eterno. - Sì, sì, lo so... ma non adesso. Adesso io non sono pronta ancora. - Comunque io ti volevo solo dire che sta per arrivare, quindi mettiti in condizione... - Eh stavolta non lo so se ce la faccio. Sono cambiate un sacco di cose dall'ultima volta... (scuote la testa, con poca convinzione)
Dopo
- No, tu devi fare veloce perché io devo parlarne con te!!! (mostra segni di evidente nervosismo) - Io questo posso fare, e questo faccio!  - A che sei arrivata? - ... - Sì, ma che idea ti stai facendo?! - Ci devo pensare. (una mala …

Segnalazione: Non basta dirmi ti amo di Daniela Volonté

Non basta dirmi ti amo Daniela Volonté Newton Compton Editori dal 9 novembre in libreria

Durante le feste, l’aeroporto JFK di New York è persino più affollato del solito. A causa delle abbondanti nevicate, poi, tutti gli aerei sono in ritardo, compreso quello che dovrebbe riportare Beatrice in Italia. Durante l’interminabile attesa, un passeggero ha un infarto e Beatrice si ritrova a soccorrerlo tempestivamente con l’aiuto di un uomo con una cicatrice sul viso. Si chiama Callan ed è di origine inglese. Seppure per poco, l’intensità di quei momenti li ha avvicinati, ma l’annuncio dei voli richiama entrambi alle proprie vite e Beatrice torna in Italia dal fidanzato, Matthias, che ha in serbo per lei un’inaspettata proposta di matrimonio. I preparativi la inghiottono, insieme ai conflitti con l’ingombrante suocera e con suo fratello, che non vede di buon occhio le nozze. Beatrice ha quasi dimenticato l’episodio all’aeroporto, quando riceve il messaggio di Richard, l’uomo che ha salvato: ha…