Passa ai contenuti principali

Premio Strega 2013: ecco la cinquina dei libri finalisti


L'attesa è finita!
La cinquina dei libri finalisti della 67esima edizione del Premio Strega è stata votata stasera nella storica sede di Casa Bellonci a Roma.
Le votazioni dei 400 Amici della Domenica affiancati da 60 dei cosiddetti "lettori forti" sono state presiedute da Alessandro Piperno - vincitore del Premio Strega 2012 - con il presidente della Fondazione Bellonci Tullio De Mauro.

La cinquina finalista è così composta:
Alessandro Perissinotto, Le Colpe dei Padri (Piemme) con 69 voti;
Walter Siti, Resistere non serve a niente (Rizzoli) con 66 voti;
Romana Petri, Figli dello stesso padre, (Longanesi) con 49 voti;
Paolo Di Paolo, Mandami tanta vita, (Feltrinelli) con 45 voti ;
Simona Sparaco, Nessuno sa di noi (Giunti), 36 voti.
Si sono realizzati, dunque, i pronostici di critici e giornalisti che volevano al primo posto Perissinotto, e nella cinquina anche Di Paolo, Siti e Petri. 
Aldo Busi si conferma grande escluso così come era stato previsto, mentre restano fuori a sorpresa Paolo Cognetti e il suo "Sofia si veste sempre di nero", Gaetano Cappelli con "Romanzo irresistibile della mia vita vera" e Lorenzo Amurri con "Apnea" già vincitore del progetto per le scuole "2013. Un anno stregato".

Si è quasi completamente ribaltata la situazione iniziale di questa edizione che voleva fuori le grandi case editrici a favore di quelle medio-piccole. L'unica eccezione è Piemme - la piccola di casa Mondadori - che resta in gara con Perissinotto, rispetto agli altri colossi come Rizzoli, Feltrinelli, Longanesi e Giunti ancora in gara.
E forse la condizione di eccezione in cui si trova Piemme può portare ad una posizione favorevole anche per la finale. Finora è stato così.
Ovviamente non si mettono in dubbio le innegabili qualità del libro e dello scrittore, ma non possiamo far finta che non esista il braccio di ferro tra le realtà editoriali coinvolte di anno in anno.

L'attesa, ora, si è trasformata nel desiderio di vedere se questa logica funzioni anche per la finale del prossimo 4 luglio.

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Segnalazione: L'impazienza di Penolope di Giovanna Di Verniere

L'impazienza di Penelope Giovanna Di Verniere Bookabook

«Ci sono persone che ti camminano accanto per anni e a malapena conosci la loro storia. Ci accontentiamo di ombre, non di persone, pur di non restare soli. Poi, un giorno, uno sconosciuto ti stringe la mano e improvvisamente ti sembra di essere stata risucchiata dai suoi occhi. Come se lui ti avesse percepito davvero, come se una semplice stretta di mano avesse potuto sfiorare la tua anima».
Intollerante all’amore: così si è sempre definita Virginia, trent’anni, stilista in carriera con un importante progetto a New York all’orizzonte. Da quando ha lasciato il suo paese d’origine e il suo primo amore per trasferirsi a Milano non si è più innamorata, non è più stata capace di lasciarsi andare, di affidarsi completamente a qualcun altro... Finché una sera a teatro rivede Riccardo Russo, attore di successo incontrato anni prima a Parigi e mai dimenticato. Nonostante lui sia felicemente sposato i due cominciano a vedersi, e presto l…

Segnalazione: Morte di una snob. I casi di Hamish Macbeth di M.C. Beaton

Morte di una snob. I casi di Hamish Macbeth M.C. Beaton Astoria Edizioni dal 8 febbraio in libreria e negli store online
Hamish sta per affrontare la prospettiva di trascorrere in solitudine le feste natalizie, quando viene invitato dalla bella Jane Wetherby, che gestisce un centro benessere, a passare da lei il Natale. In cambio deve capire chi, fra i clienti e gli abitanti dell’isola, trama di ucciderla. La lista dei sospetti è lunga: tutte le persone presenti sull’isola di Eileencraig nutrono rancore verso Jane, e tra loro la sgradevole Heather Todd, che si fa vanto di essere un’insopportabile snob. Un giorno, però, è proprio Heather, e non Jane, a venire assassinata. Per Hamish si prospetta un Natale molto più noir che bianco…

Il poliziotto Hamish Macbeth ha una trentina d’anni, è alto, magro, ha occhi nocciola e lunghe ciglia, e una grande zazzera di capelli rossi. Le relazioni sentimentali non sono il suo forte, anche se le donne lo attraggono sempre, in particolare Priscilla, fig…