Passa ai contenuti principali

Premio Campiello 2013: la cinquina finalista e "Cate, io" di Cellini vince come Opera Prima


E' stata resa nota la cinquina finalista della 51esima edizione del Premio Campiello, scelta dalla Giuria dei Letterati.
I cinque nomi sono:

Fabio Stassi, L’ultimo ballo di Charlot, Sellerio

Giovanni Cocco, La caduta, Nutrimenti

Valerio Magrelli, Geologia di un padre, Einaudi

Beatrice Masini, Tentativi di botanica degli affetti, Bompiani

Ugo Riccarelli, L’amore graffia il mondo, Mondadori

La Giuria di quest'anno ha, inoltre, scelto anche il vincitore del Premio Campiello Opera Prima assegnando il riconoscimento al libro di esordio Cate, io (Fazi Editore) di Matteo Cellini - che è anche tra i 12 finalisti del Premio Strega 2013 - con la seguente motivazione:
Opera di forte maturità e di elegante felicità stilistica, racconta con leggerezza la condizione di sofferenza propria di chi, diciottenne e smisuratamente obesa, si trova a fare i conti non solo con se stessa e il proprio fisico, ma anche con una famiglia di autentici “eroi della dismisura. Il racconto si sviluppa nel segno d’una tenera, amabile, sorridente autoironia proprio grazie allo spirito combattivo di Cate, tanto da farne uno “stile di sopravvivenza”.

Istituito nel 1962 dagli Industriali del Veneto, il Premio Campiello viene assegnato a opere di narrativa italiana che hanno segnato la storia della letteratura italiana e da cui sono state tratte anche trasposizioni cinematografiche di grande successo.
Attualmente il Premio è uno tra i più prestigiosi d'Italia e tra i più importanti nel panorama editoriale italiano:  da 51 anni resta "un canale con il quale gli Industriali Veneti intendono offrire il loro contributo alla promozione della narrativa italiana e a incentivare e diffondere il piacere per la lettura nella consapevolezza che un premio trovi la sua massima ragion d'essere nel creare nuovi lettori".
Il meccanismo è rimasto immutato nel tempo: due giurie, una popolare e una tecnica, scelgono il vincitore.

La Cerimonia di Premiazione del Premio Campiello 2013 si terrà sabato 7 settembre al Gran Teatro La Fenice di Venezia. La serata sarà condotta da Neri Marcorè e Geppi Cucciari e sarà trasmessa in diretta su Rai 5 e in differita su Rai 3.

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Recensione: Cosa ho fatto per amore di Susan Elizabeth Phillips

Scrivere romance è un'arte, così come leggerlo. A parte alcune eccellenti eccezioni, è difficile leggere qualcosa che sia veramente nuovo, scritto in maniera originale e che non abbia nessun dettaglio fuori posto.
Per me Susan Elizabeth Phillips è l'eccezione che mette in pace la mia voglia di leggere romance. In ogni storia, i dettagli sono sempre ben studiati e nemmeno una virgola mi provoca quel brivido di fastidio che a volte mi danno certi libri che si pregiano di chiamarsi romance.
"Cosa ho fatto per amore" è l'ultimo arrivato in casa Leggereditore e va a colmare la mancanza che iniziavo a sentire di una nuova storia della scrittrice americana. Fermo restando che, anche così, rileggo a periodi alterni i vecchi libri [è una malattia, lo so].
Ma veniamo al puzzle perfetto costruito dalla SEP: la trama. Georgie York è stata la star bambina di una delle sit-com più amate d'America, tutti la adoravano, dagli sceneggiatori alla troupe, dai registi ai manovali…

Segnalazione: Cosa ho fatto per amore di Susan Elizabeth Phillips

Cosa ho fatto per amore Susan Elizabeth Phillips Leggereditore dal 31 agosto in ebook e cartaceo
Due esistenze coincidono in una sola vita. Due passati ritornano in un solo presente.
Per Georgie York, un tempo la protagonista di una delle sitcom preferite dagli americani, è proprio un periodo no. La sua carriera cinematografica è in stallo e dover badare a suo padre la sta facendo letteralmente impazzire. Per di più, suo marito l’ha appena lasciata... Un bel danno d’immagine per una delle attrici più amate dal grande pubblico. In un momento del genere, andare a Las Vegas e imbattersi nel suo ex collega, il detestabile ma fascinoso Bramwell Shepard, sarebbe stata per chiunque la peggiore delle soluzioni. Ma Georgie non è una donna come le altre, la sua vita è uno straordinario e inestricabile groviglio di guai. Quando ai suoi però si aggiungono quelli di Bramwell Shepard, la situazione diventa a dir poco esplosiva, perché i destini dei due ex rivali sono più legati di quanto loro stessi …