Passa ai contenuti principali

Piccole biblioteche libere ovvero liberiamo il diritto di sognare

Little free library
Ci sono alcuni luoghi d'elezione dove l'animo si mette a volare, a sognare, senza che quasi ce ne accorgiamo.
Ci sentiamo leggeri, in questi luoghi, e vorremmo che tutto il mondo fuori fosse così.

Io mi sento così nelle biblioteche. E, in alcuni casi, anche nelle librerie.
Ma è nelle biblioteche che la mia anima assume una forma diversa, che mi piace di più, diciamo.

E' per questo che un progetto come Little Free Library mi fa sperare che un giorno non ci sia più un confine tra la vita (reale?) e le biblioteche. Così, per le strade di New York sono comparse delle piccole, piccolissime biblioteche grandi quanto una cassetta per la posta, in alcuni casi, o poco più grandi.


Il movimento culturale omonimo, creato nel 2009 da Todd Bol, un consulente per aziende, e da Rick Brooks, docente alla University of Winsconsin, costruisce piccole librerie pubbliche fatte a mano completamente in legno, con la classica forma della casetta postale. Davanti c'è poi una porticina in legno da cui è possibile vedere i libri.

Una piccola biblioteca urbana realizzata dall'associazione architetti di New York
Per prendere i libri dalle librerie in miniatura non c'è bisogno di nessuna tessera, né di registrazione, ma semplice buon senso e amore per la cultura. A New York hanno aggiunto qualcosa in più: la collaborazione con un'associazione locale di architetti e il comitato organizzatore del PEN World Voices, un festival di letteratura internazionale che si svolge ogni anno in città.

Uno dei progetti dei giovani artisti newyorkesi
Dopo aver lanciato un bando per giovani artisti, hanno selezionato una decina di progetti che sono stati realizzati e sparsi per la città. "È un’idea così profonda, così romantica, che ti fa tornare fiducia nelle persone, nel modo in cui viene riscoperta l’importanza e la bellezza dei libri" ha detto in quell'occasione Jakab Orsos, il direttore del PEN World Voices. In esse, però, c'è già la tristezza di poterle vedere danneggiate o rubate (provate a resistere!), ma resta l'intento virale che dovrebbe avete la lettura.

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Segnalazione: Non basta dirmi ti amo di Daniela Volonté

Non basta dirmi ti amo Daniela Volonté Newton Compton Editori dal 9 novembre in libreria

Durante le feste, l’aeroporto JFK di New York è persino più affollato del solito. A causa delle abbondanti nevicate, poi, tutti gli aerei sono in ritardo, compreso quello che dovrebbe riportare Beatrice in Italia. Durante l’interminabile attesa, un passeggero ha un infarto e Beatrice si ritrova a soccorrerlo tempestivamente con l’aiuto di un uomo con una cicatrice sul viso. Si chiama Callan ed è di origine inglese. Seppure per poco, l’intensità di quei momenti li ha avvicinati, ma l’annuncio dei voli richiama entrambi alle proprie vite e Beatrice torna in Italia dal fidanzato, Matthias, che ha in serbo per lei un’inaspettata proposta di matrimonio. I preparativi la inghiottono, insieme ai conflitti con l’ingombrante suocera e con suo fratello, che non vede di buon occhio le nozze. Beatrice ha quasi dimenticato l’episodio all’aeroporto, quando riceve il messaggio di Richard, l’uomo che ha salvato: ha…

Anteprima: Buona vita a tutti di J.K. Rowling

Buona vita a tutti. I benefici del fallimento e l'importanza dell'immaginazione J.K. Rowling Salani dal 20 novembre in libreria e in tutti gli store online
Quando J.K. Rowling è stata invitata a tenere il discorso per la cerimonia di laurea di Harvard, ha deciso di parlare di due temi che le stanno molto a cuore: i benefici del fallimento e l’importanza dell’immaginazione. Avere il coraggio di fallire, ha detto, è fondamentale per una buona vita, proprio come ogni altro traguardo considerato di successo. Immaginare se stessi al posto degli altri, soprattutto dei meno fortunati, è una capacità unica dell’essere umano e va coltivata a ogni costo. Raccontando la propria esperienza e ponendo domande provocatorie, J.K. Rowling spiega cosa significa per lei vivere una ‘buona vita’. Un piccolo libro pieno di saggezza, umanità e senso dell’umorismo, ricco di ispirazione per chiunque si trovi a un punto di svolta della sua esistenza. Per imparare a osare e ad aprirsi alle opportunità del…