Passa ai contenuti principali

Piccola Odissea di un erotomane di Luigi Carrozzo: il primo romanzo della Lite Editions


“Piccola Odissea di un erotomane” di Luigi Carrozzo arriva oggi nei bookshop online e ha il privilegio di essere il primo romanzo della Lite Editions, casa editrice specializzata nella pubblicazione di racconti erotici che poco o nulla hanno a che fare con il fenomeno “50 sfumature” per la vasta esplorazione del mondo dell’erotismo attraverso molte più sfumature di colore e di sapore.

“Piccola Odissea di un erotomane” porta in sé i germi di diversi miti: prima di tutti Bukowski, con una mano a stringere una birra e l’altra sulla patta dei pantaloni; ma anche l’Ulisse di James Joyce – richiamato anche dall'Odissea del titolo – per il viaggio di una sola giornata dentro se stessi e dentro il mondo che il protagonista credeva di conoscere.

Scritto in prima persona, il diario del protagonista si svolge rocambolescamente dal risveglio un po’ traumatico, fino a notte fonda, passando attraverso diverse avventure e disavventure con personaggi che portano dipinta addosso la varietà del mondo.

Un protagonista che non ha nome – è difficile credere che si chiami davvero Leopoldo come dice nel finale (altro riferimento al Leopold Bloom di joyciana memoria?) - e non ha nessuna caratteristica fisica, se non quella di uno strepitoso e insaziabile appetito sessuale che trova corrispondenza in un savoir faire da seduttore destinato a fallire. Più di una volta mi sono ritrovata a ridere per una qualche trovata così palesemente balorda e grottesca che difficilmente si sarebbe potuta avverare, eppure lui la porta in scena fino in fondo. 

Ad un certo punto, viene da chiedersi dove voglia andare a parare, ma se si tiene ben presente che non sempre la vita va a parare da qualche parte, accontentandosi più spesso di andarsene in giro in tondo e arricchendosi solo per le esperienze che si accumulano in questo eterno circolo, si troverà presto un senso al tutto.

Luigi Carrozzo – nato a Salerno ma ora residente a Milano - è autore già arruolato nelle schiere di Lite Editions per “Per chi suona la carampana”, ma con “Piccola Odissea” diventa sacerdote di un doppio battesimo, quello per la propria carriera di scrittore e, allo stesso tempo, quello per la casa editrice, entrambi vergini di un primo romanzo e che con questo hanno inaugurato il ciclo alla grande.

Il romanzo è pubblicato in versione ebook, così come è marchio di fabbrica della casa editrice, ma la lunghezza – 153 pagine con tempo di lettura calcolato 4 ore – è la vera novità, a fronte delle storie brevi  (tempo di lettura fra 15 e 45 minuti) che dalla fondazione, nella primavera del 2011, Desideria Marchi e Giorgio Lonardi selezionano e pubblicano per gli appassionati di storie originali e sensuali di alta qualità e a prezzi contenuti.

“A rendere unica Lite Editions nel panorama della letteratura digitale è la possibilità che la casa editrice dà ai lettori di personalizzare il proprio eBook assemblando i racconti, scegliendo le copertine, selezionando le foto, decidendo il titolo ed eventualmente inserendo una dedica per regalarlo: alla fidanzata, al marito, all'amante. Il sistema è costruito in modo tale che più si compra più si risparmia” si legge sul sito.

"Piccola Odissea di un erotomane" è una storia che scorre via come i fiumi di birra e alcol che circolano nel racconto e, ugualmente, mette addosso una allegria smaniosa che è l'ideale per liberarsi un po’ dalle strette maglie della quotidianità.

Commenti

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Recensione: Sara al tramonto di Maurizio de Giovanni

Quanti personaggi convivono all'interno della testa di uno scrittore? Pirandello ci ha insegnato che quando un personaggio si presenta, l'autore ha poco da rimandare, a meno che non riesca a sopportare il lamento continuo di qualcuno che chiede insistentemente di essere ascoltato.

Maurizio de Giovanni, per chi lo segue anche sui social, racconta che per lui è più o meno la stessa cosa: c'è il periodo in cui si presenta il commissario Ricciardi e lui deve dargli voce, poi arrivano gli schiamazzi dal commissariato di Pizzofalcone e allora Maurizio va a parlare coi Bastardi e così via per tutti i suoi racconti. Stavolta, per la prima volta - fatta eccezione per un racconto in una raccolta -  la voce che lo ha interpellato è femminile, Sara.

"Sara al tramonto" [Rizzoli] apre una nuova serie che ha per protagonista Sara Morozzi, ex poliziotta impiegata in una sezione distaccata dei Servizi Segreti, nota nell'ambiente per la straordinaria capacità di leggere le labb…

Recensione: Sotto lo stesso tetto di Christina Lauren

Un autore/autrice che ci è piaciuto/a in diversi libri, può ancora fare flop nelle nostre preferenze di lettori? Purtroppo sì, e succede sempre più spesso: se leggete le recensioni su Amazon, per esempio, a volte ci sono dei cali drastici di stelline per nomi che fino a quel momento erano al top delle classifiche. A me è già successo e, a dir la verità, mi dispiace sempre quando mi trovo tra le mani un testo che speravo essere tutt'altro.
"Sotto lo stesso tetto" di Christina Lauren [Leggereditore] finisce nella lista di 'mi aspettavo di meglio' pur avendo tutte le carte in regola per essere una lettura piacevole. Holland Bakker è ossessionata da un musicista che vede tutti i giorni in metropolitana. È lui, è la sua musica, è il suo aspetto, Holland non saprebbe dirlo ma quando suo zio, noto compositore di Broadway, si trova in difficoltà con il suo musical, non esita a trascinarlo in metro per fare un provino improvvisato al suo musicista preferito. Calvin McLough…