Passa ai contenuti principali

La stretta del lupo e L'ombra del bosco scarno: a Napoli un sabato di suspense con Scrittura & Scritture


C'è stato un tempo in cui il noir rientrava tra i generi che non avevo mai letto e che non avevo nemmeno intenzione di leggere. Un tempo lontano, per la verità, molto prima che all'università la mia benedetta professoressa di letteratura angloamericana portasse in classe dei libri che avrebbero fatto storcere il naso a qualche letterato purista: romanzi noir americani.

Poi c'è stata la tesi su New York e poi c'è stata New York dal vivo e, nel frattempo, nella mia libreria era arrivato, quasi per caso, il commissario Ricciardi di Maurizio De Giovanni e le atmosfere di Napoli degli anni '30 - noir anche quelle, vi giuro! - e quindi...

Sabato 25 maggio, alle 18.30 presso la libreria Ubik - Via Benedetto Croce, 28, Napoli - due professioniste del crimine a confronto: Costanza Ravizza, una delle prime profiler italiana, protagonista del giallo "La stretta del lupo" di Francesca Battistella e la ex-poliziotta psicologa Helena Ziegler protagonista del noir "L’ombra del bosco scarno" di Massimo Rossi, entrambi i testi editi da Scrittura & Scritture. A far da angeli custodi degli autori presenti, ci saranno la scrittrice Patrizia Rinaldi e l'editor Gianluca Calvino. Rita Raimondo leggerà dei brani tratti dai due libri. E sarà una bella occasione per incontrare anche le due editrici Chantal e Eliana Corrado (chissà quale delle due è Scrittura e quale Scritture... :-P )

Io sono stata incuriosita/stregata/catturata/echipiùnehapiùnemetta dai booktrailer che corredano questi due testi che devo leggere assolutamente.
Non ci credete? Date un'occhiata qua sotto e fatemi sapere se non vi batte forte il cuore e se non volete sapere cosa succede dopo.

"La stretta del lupo" di Francesca Battistella:




"L'ombra del bosco scarno" di Massimo Rossi:

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Recensione: Ma quanta sicumera in quella graziosa testolina di Viviana Giorgi

Le atmosfere e i personaggi, a volte, non hanno bisogno di tantissime parole per manifestarsi al lettore. Succede così in "Ma quanta sicumera in quella graziosa testolina: romanzi in miniatura" di Viviana Giorgi [Emma Books], dove, nei racconti brevi, c'è tutto lo stile che abbiamo imparato a riconoscere come tipico dell'autrice, maestra del romance storico quanto contemporaneo.
In "Il Duca & Miss Mason", ad esempio, si ha un gustosissimo assaggio del romance storico come piace a me, frizzante e mai banale, originale e pieno di colpi di scena. Insomma, come negli altri romanzi firmati da Viviana Giorgi, mi è venuta voglia di leggerne ancora! 
Non sono da sottovalutare nemmeno i romanzi in miniatura contemporanei: alcuni sono stati vincitori di premi, altri sono stati già pubblicati su diversi siti, ma tutti hanno l'accuratezza e la maniera dell'autrice, una specie di tocco magico che mi fa desiderare di saperne di più.
Uscito nel periodo delle …

Il ritmo della vita

Sono sempre andata in giro a passo svelto. Non so che fretta avessi, ma sono sicura che non indugiavo nemmeno un attimo più del dovuto per strada o in qualsiasi posto andassi.
Me ne sono resa conto l'altro giorno mentre guidavo. Ero da sola e negli ultimi tempi non lo sono mai.  Forse per questo, ad un certo punto, ho alzato il piede dall'acceleratore e ho deciso che, per quell'ora in cui sarei stata per strada, non avrei corso.  Non avrei accelerato il passo. Non avrei tralasciato di guardarmi attorno solo per non perdere nemmeno un attimo della mia corsa.
Il ritmo della mia è vita cambiato perché io sono cambiata. C'è stato un tempo in cui correvo senza sapere dove andare. Ora la mia corsa ha una meta e sa rallentare quando occorre. Sa fermarsi per guardare un cespuglio fiorito, un bimbo che corre, una persona anziana che sorride.
Ho capito che è inutile che mi ostini a voler imporre quello che penso possa essere il mio ritmo. Così facendo continuerò ad andare lenta…