Passa ai contenuti principali

Una nave di libri per Barcellona: parte oggi la quarta edizione della microciera letteraria di Leggere:tutti


E' in arrivo una nave carica carica di... libri!
Partirà oggi da Civitavecchia Una nave di libri per Barcellona, la minicrociera letteraria che, arrivata alla quarta edizione, è organizzata da Leggere:tutti in collaborazione con Grimaldi Lines. 
A bordo della Cruise Barcelona circa 600 appassionati del libro e della lettura provenienti da tutte le regioni italiane, avranno l'occasione di partecipare, una volta giunti a Barcellona, alla Festa di “San Giorgio, i libri e le rose”. Leggere:tutti invita a festeggiare anche nel nostro Paese la Giornata Mondiale del Libro e allo scopo ha predisposto un kit per promuoverla in Italia.

Prima di ritornare in Italia, il 25 aprile, i viaggiatori di Una nave di libri parteciperanno alla Giornata Mondiale del Libro proclamata dall’Unesco, il 23 aprile di ogni anno.
A bordo della Cruise Barcelona ci saranno numerosi scrittori, tra cui Carmine Abate (vincitore del Premio Campiello 2012), Massimo Carlotto, Roberto Gervaso, Franco  Matteucci, Roberto Riccardi, Valerio Varesi e, in rappresentanza degli scrittori catalani, Flavia Company.

La nave, sia nel viaggio di andata che in quello di ritorno, si trasformerà in una sorta di carro di Tespi navigante, con scrittori, attori, registi, chef che daranno vita a una serie di performance. Così gli attori Ennio Coltorti e Adriana Ortolani allestiranno due spettacoli teatrali, uno dedicato a Pirandello e l’altro a Byron. Altri due eventi saranno dedicati a due grandi della nostra letteratura: Giacomo Leopardi e Gabriele D’Annunzio.


Spazio anche alla cultura gastronomica con due libri: uno dedicato al “cibo che unisce i popoli”, il Cous Cous, e l’altro a un must della nostra cucina: la Pasta. La presentazione dei libri sarà accompagnata da degustazioni proposte da un duo di chef tutto al femminile: Velia De Angelis e Francesca Burzi. E ancora, il sommelier e noto volto televisivo Alessandro Scorsone condurrà una degustazione di vini rosati accompagnati da letture di poesie ispirate dalla rosa, scelte e lette da Gino Manfredi. Spazio anche al cinema con una rassegna di cinema e letteratura latino-americana curata da Sonia Castillo e dedicata a grandi scrittori come Borges, Bolaño e Cortàzar. Ad uno di questi appuntamenti interverrà il regista Erik Haasnoot. Inoltre, Ennio Cavalli proporrà un omaggio a Fellini cui seguirà la proiezione del film E la nave va.
Un altro omaggio alla poesia di due cantanti recentemente scomparsi, Enzo Jannacci e Franco Califano, sarà proposto da Gaetano Menna.

Anche la sosta a Barcellona sarà contrassegnata da tante iniziative: il 23 aprile, mentre Leggere:tutti allestirà sulla rambla due grandi stand tricolori che diventeranno, come gli anni scorsi, un riferimento per la comunità italiana composta da oltre 50.000 residenti, all’Istituto Italiano di Cultura e alla Casa degli Italiani sono previsti numerosi incontri e spettacoli. In programma anche due educational (obbligatoria l’iscrizione): Passeggiate nella Barcellona letteraria (22 aprile) e Passeggiate nella Barcellona gastronomica (24 aprile) organizzati per un numero ristretto di partecipanti rispettivamente da Simone Manca e da Alessandro Castro della Casa degli Italiani.

Anche chi resta in Italia, comunque, può prendere parte a numerosi eventi legati ai libri e alla lettura.
Presto pubblicherò qui l'elenco delle iniziative più interessanti.

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Recensione: Il purgatorio dell'angelo di Maurizio de Giovanni

Ogni volta che viene pubblicato un nuovo libro di Maurizio de Giovanni, attorno alla storia fiorisce sempre un affetto difficilmente descrivibile.
Da quando nel 2007 è uscito il primo libro del commissario Ricciardi, l'amore per questo personaggio e per le sue vicende nella Napoli degli anni '30 è andato crescendo a dismisura.
"Il purgatorio dell'angelo. Confessioni per il commissario Ricciardi" [Einaudi] è stato annunciato come il penultimo capitolo della serie e non c'è verso di farsene una ragione.
Al contrario, adesso si cerca di gustarsi ogni pagina con ancora più trasporto.
Io sono nel gruppo degli inconsolabili ma la trama è strutturata in maniera tale da guidare il lettore verso una naturale conclusione.

In questo libro siamo a maggio e a Napoli avviene un delitto che tocca quello che è da tutti considerato un angelo: padre Angelo De Lillo viene trovato morto su una scogliera a Posillipo, poco lontano dal convento dei gesuiti dove vive e insegna. Se t…

Recensione: Il tavolo del faraone di Georgette Heyer

Georgette Heyer per me, finora, era solo una leggenda di cui avevo letto pochi capitoli in giro. Una mia inammissibile mancanza, lo confesso. Finora. "Il tavolo del faraone" [Astoria] - il titolo originale è Faro's Daughter - è il mio battesimo Heyer e, da amante del romance storico, non potrei essere più entusiasta. C'è tutto: l'ambientazione in Inghilterra durante il periodo della Reggenza, la nobiltà dei personaggi, gli equivoci, l'ironia, lo spirito arguto dei dialoghi.  Devo riconoscere alla traduttrice Anna Luisa Zazo l'enorme merito di aver conservato tutte queste caratteristiche heyeriane, perché vi assicuro che non è per niente facile riportare in un'altra lingua dei tratti così particolari di una storia che, in definitiva, la rendono il capolavoro che è.
Mi sono trovata, così, immersa completamente nelle vicende che hanno costretto Deborah Grantham a lavorare in una casa da gioco tenuta, suo malgrado, dalla zia, Eliza Bellingham. È nella casa…