Passa ai contenuti principali

Diego Armando Maradona di Paolo Castaldi: il Napoli nel cuore azzurro di un giovane artista


Si può essere napoletani in 2 modi: o perché si è nati a Napoli e quindi si ha nel sangue quell'ossigeno che difficilmente troverete altrove; oppure perché l'anima assume una particolare sfumatura di azzurro per una passione che non si riesce a fermare e che fa battere il cuore anche a centinaia, migliaia km di distanza.

A Paolo Castaldi è successo questo: nato a Milano da famiglia napoletana, non ha mai conosciuto altra fede che quella del Napoli.
E a Napoli è tornato alla grande, per il Comicon 2013, con il libro "Diego Armando Maradona. Undici pennellate d'autore, dipinte d'azzurro" (Edizioni Becco Giallo) a cui è stata dedicata anche una mostra all'interno del Salone Internazionale del Fumetto di Napoli, che si è chiuso ieri.

Maradona in campo con la maglia della Nazionale argentina
Non pensate che il libro sia una biografia del Pibe de Oro: ce ne sono già molte in giro.
Il libro di Paolo Castaldi racconta la vita e le imprese di Diego Armando Maradona a fumetti, ma nelle tavole è forte soprattutto l'impatto emotivo che il campione argentino ha avuto - e ha ancora tutt'ora - sul popolo napoletano.

Durante la presentazione organizzata da ALT venerdì scorso a Torre del Greco, Paolo Castaldi ha spiegato che questa è un'opera nata da dentro: "Maradona, per i ragazzi napoletani emigrati al Nord, era anche una figura di riscatto sociale: grazie a Maradona, i terroni erano chiamati meno terroni perché Napoli era la città di Maradona".

"Al San Paolo, per un giorno, la città pianse via il dolore."

Il libro è suddiviso in undici capitoli, in onore degli undici tocchi che portarono Maradona a segnare il più bel gol della storia del calcio, quello contro l'Inghilterra ai Mondiali in Messico nel 1986.
Castaldi racconta la storia di Maradona a Napoli attraverso i volti della gente, l'esultanza incontrollata fin da quel 5 luglio 1984 quando in 70mila accolsero Maradona al San Paolo.

Maradona all'arrivo al San Paolo alla prima presentazione pubblica del 1984
"Come una messa laica, tutti invocarono il loro nuovo dio.
Un dio che saprà essere coraggioso, debole, generoso.
Un dio che per troppo tempo era mancato a Napoli."

I disegni di Castaldi hanno una delicatezza tutta particolare, oltre che nel tratto, anche nei colori che, ad acquerello, compaiono qua e là. Tranne che per il capitolo 6, un vero e proprio elogio a Maradona e a Napoli tutta, con la figura di Jovine che dedica al campeon "O' reggae 'e Maradona", e che possiede sferzate di colore azzurro forti come i battiti del cuore emozionato di ogni tifoso.
"Al Nord Maradona ancora oggi è considerato con tanti però, soprattutto per quello che ha fatto dopo, ma non sarà mai più possibile staccare il nome di Maradona da Napoli" conclude Castaldi.

Voglio diventare l'idolo dei ragazzi poveri di Napoli, 
perchè loro sono come ero io a Buenos Aires.
Diego Armando Maradona

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Bambini e social: perché non ci sarà la foto di mia figlia online

Alla fine di maggio è nata mia figlia.
Già durante la gravidanza, io e mio marito abbiamo deciso che la foto di nostra figlia non sarebbe comparsa online.
Del resto, per mia scelta non abbiamo pubblicato nemmeno le foto del mio pancione e non perché ci fosse qualcosa di particolare o perché mi nascondessi da chissà chi. Dal vivo mi hanno visto tutti quelli che mi volevano vedere... e, con una rotondità del genere, non era facile non vedermi, vi posso assicurare!

Fin dal primo giorno, parenti, amici, colleghi o anche solo conoscenti, ci hanno chiesto di inviargli le foto della nostra bambina sui vari social, non avendo trovato niente sui nostri profili.
Vivendo all'estero, in effetti, chat e messaggi sono il mezzo di comunicazione più efficace e veloce, ma in questo momento social in cui Instagram e Facebook sono sovraccarichi di foto di bimbi condivise spesso senza alcuna restrizione, noi abbiamo deciso che il volto di nostra figlia non dovesse andare in giro senza che noi potess…

Segnalazione: La seduzione dell'ombra di Kresley Cole

La seduzione dell'ombra Kresley Cole Leggereditore ebook dal 13 luglio, cartaceo dal 27 luglio
Trama
Il principe Mirceo Daciano e il suo nuovo amico Caspion, cacciatore di taglie, battono le strade di Dacia, ubriachi e alla ricerca dei piaceri della carne. Ma quella che avrebbe dovuto essere una nottata come le altre cambierà per sempre le loro vite. Dopo aver trascinato a letto uno stuolo di ninfe, da queste provocati, il demone e il vampiro si baciano, e una volta interrotto il bacio si sentono scossi, spaventati dall’improvvisa chimica esplosa tra loro. Molteplici e variabili ostacoli, però, che vanno da una condanna a morte all’esilio in dimensione ormai devastata dalla guerra, minacciano di distruggerli e di annullare la vulnerabile e inattesa promessa contenuta in quel bacio. Anche se Mirceo riesce ad accettare Caspion come suo compagno predestinato, il sensuale vampiro deve ancora riuscire a convincere il demone che il loro legame sia per sempre. E ogni unione reale dei Daci de…