Passa ai contenuti principali

Comicon 2013: boom di visitatori per il 15esimo salone internazionale del fumetto di Napoli



Si scrive Comicon e si legge fumetti, fumetti, fumetti a volontà!

E' iniziata ieri la 15esima edizione del Comicon, il salone internazionale del fumetto di Napoli che, fino al 28 aprile, ogni anno permette ai lettori di fumetti - e non solo - di incontrare i loro disegnatori preferiti, ma anche di conoscere novità in anteprima, nonché di acquistare gadget introvabili altrove.

Per la prima giornata di ieri, è stato registrato un boom di presenze, con circa 10mila visitatori che fin dalle prime ore di apertura della fiera, hanno invaso il piazzale antistante la Mostra d'Oltremare.

Il tema di quest'anno è il rapporto tra Fumetto & Architettura, arti accomunate dal disegno e dalla fantasia, con la mostra principale interamente dedicata alla scoperta dei rapporti che intercorrono tra il fumetto e le altre 8 arti. 
Il Comicon ogni anno si pone come occasione imperdibile per fare il punto della situazione del fumetto italiano emergente, con la mostra Futuro Anteriore, in collaborazione con il Centro Fumetto Andrea Pazienza.


In collaborazione con The Walt Disney Company Italia, lo Spazio WOW (Fondazione Franco Fossati) di Milano, e il Museo del Fumetto di Lucca, il Comicon ospita la mostra "Magica Disney" dedicata al numero 3000 di Topolino, già aperta al Pan e allestita fino a fine maggio: questo evento di grandissimo respiro culturale ha lo scopo di portare a Napoli autori disneyani come Giorgio Cavazzano, Tito Faraci, Fabrizio Petrossi, Blasco Pisapia e Fabio Michelin.

La mostra che proprio non potete perdervi, se siete napoletani, è quella sul primo graphic novel (edito da Becco Giallo) sulla figura di Diego Armando Maradona, riletta in chiave poetica e anche un pò surreale dal fumettista Paolo Castaldi  che è stato ispirato dallo storico goal di Maradona all'Inghilterra nel mondiali messicani del 1986.
Castaldi, oggi pomeriggio - dalle 19, presso il Teatro dell'Assunta, in collaborazione con l'Oratorio Don Bosco - sarà presente a Torre del Greco per l'evento organizzato dall'Associazione Lettori Torresi - ALT con la presentazione del libro e la possibilità di farsi firmare le copie dall'autore.


Oggi si entra nel vivo della kermesse, con gli autori più seguiti: per l'area Autografi oggi sono attesi Luca Enoch e Giorgio Cavazzano, mentre nel pomeriggio Zerocalcare e Laura Scarpa presenzieranno l'incontro "La strada indipendente: come fare fumetti senza vendere l'anima al diavolo".
Per il resto del programma, visitate il sito del Comicon.

La novità di quest’anno è lo spazio dedicato alla musica: venerdì 26 e sabato 27 aprile, a partire dalle 19, sul palco esterno, saranno protagonisti una serie di gruppi musicali, partendo stasera con i Casinò Royale che presenteranno per la prima volta a Napoli il live di Io e la mia Ombra, seguiti da Davide Toffolo e i suoi Tre Allegri Ragazzi Morti, mentre ad aprire saranno i napoletani Abulico e Tarall & Wine. Domani sarà la volta dell'Asian Sound, con un programma dedicato a alla musica tradizionale e moderna di Giappone e Corea.

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Sotto il sole d'agosto

L'odore dell'origano secco da setacciare. I suoni della cucina quando qualcuno si sveglia presto. La luce della controra. Quel silenzio che dura sempre pochissimo. Tutti i rituali che sono in ogni cellula del mio cuore.

La felicità.
Il blu profondo del mare. La sabbia nera e gli scogli come artigli che afferrano le onde.
Il Vesuvio giallo di ginestre, viola di tramonto e rosa di alba.


I libri letti e riletti cento volte.
Le mie carte, le agende un po' ingiallite e i biglietti che ancora mi sciolgono il cuore.
Le piccole cose col loro piccolo posto sulla scrivania.

Gli abbracci, quelli grandi e indissolubili.
I baci, quelli veri, forti, a labbra morbide.
L'amore, quello che non passerà mai, che non è mai stato in discussione e mai lo sarà.
I legami, quelli che affondano le radici nel mio cuore, nell'essere più profondo di me e non cambieranno mai.


Sentire la mancanza di tutto quello che si ha così profondamente dentro, è strano.
È come sentirsi mancare un pezzo di c…

Gli scrittori più ricchi del 2015 sono inglesi e americani. E gli italiani?

Ogni volta che si cerca di parlare di lettura si mettono le mani avanti. "Si legge poco, quasi niente". Se osate mettere la domanda in mezzo a una tavolata di amici, potrete trovare quelli che se ne usciranno che sanno cosa sono i libri ma non sentono la necessità di stare nella stessa stanza con loro. Le librerie in Italia chiudono e quando riaprono spesso lo fanno sotto il simbolo dei grandi marchi editoriali (e ben vengano, eh, purché ci siano luoghi per e con i libri).
In Italia nel 2013 il 43% degli italiani adulti dichiara di aver letto almeno un libro negli ultimi dodici mesi (nel 2014 la percentuale è scesa al 41%), mentre negli Stati Uniti nello stesso anno, lo ha fatto il 76% della popolazione. Paese che vai, lettori che trovi.
In questo quadro generale, mi è capitato di leggere la classifica degli scrittori più ricchi del 2015 secondo Forbes e, sì, c'è gente che con i libri ci campa e lo fa anche più che dignitosamente. Non a caso e forse in virtù di quel 76%…