Passa ai contenuti principali

Tu, per ora #persempre di Laurie Frankel: quando l'amore è più forte anche della morte


Ciò che sopravviverà di noi è l'amore.
Questa frase di Philip Larkin è l'esergo di "Tu, per ora #persempre" di Laurie Frankel, edito dalla Sperling & Kupfer. E il punto focale di tutta la storia è proprio questa vita che va oltre la morte.

Il protagonista è Sam, ingegnere informatico che è riduttivo definire geniale, che impiega tutto il suo tempo ad  inventare nuovi sistemi che implementino il sito di incontri per cui lavora. Un'intuizione illuminante lo porta ad elaborare l'algoritmo che mette insieme due anime gemelle. Fantascienza? Chissà, però grazie a questo sistema, Sam incontra Meredith, anche lei impiegata nella sua stessa azienda. E sono davvero anime gemelle.

Laurie Frankel riesce a descrivere la leggerezza e l'euforia dell'amore con mano così lieve e delicata, eppure decisa, che trasmette quel senso di onnipotenza tipico degli innamorati: tutto è possibile in virtù di quell'amore che tutto può!
E Sam si sente così onnipotente da voler riportare in vita la nonna di Meredith, Livvie, che è scomparsa improvvisamente, lasciando la ragazza in uno stato di dolore inconsolabile. Ma non ci sono medium né pozioni magiche né zombie in questo romanzo.
Sam mette a frutto la sua conoscenza razionale dei sistemi informatici per una causa che, di razionale, ha  davvero molto poco: combattere il dolore della morte, la mancanza della lontananza senza fine, il rimpianto di non aver detto certe cose attraverso un sistema che permette di continuare a dialogare con il defunto, di ricevere mail e sms come se fosse ancora in vita.

Follia? Dal punto di vista di Sam, che vede Meredith felice di poter dire ancora "Ti voglio bene" alla nonna, non c'è niente di male. E che male c'è a creare una società dall'emblematico nome di "Ritrovarsi" per estendere a tutti quelli che soffrono questa strabiliante tecnologia? Niente, anche se nella realtà le complicazioni sorgeranno come funghi dopo un temporale.

"Tu, per ora #persempre" mi ha tenuto col fiato sospeso ad ogni pagina, pur non essendo un libro di quei generi che di solito ci fanno aggrappare ai braccioli del divano (horror, thriller psicologico, et similia). Non sono riuscita a staccarmi fino all'ultima pagina e, una volta giunta lì, girando il foglio e trovando inaspettatamente i ringraziamenti dell'autrice, ho provato un senso di dolce mancanza che, a pensarci, ancora perdura.

Ci affezioniamo ai personaggi intessuti da Laurie Frankel come se fossero amici con cui condividiamo i pensieri più intimi e anche le più intime paure e, quando siamo costretti ad allontanarcene, proviamo dolore per il distacco. "Tu, per ora #persempre" - il cui titolo originale è "Goodbye For Now" - è il suo primo romanzo ed è in via di traduzione in 26 Paesi e presto diventerà anche un film.

Una curiosità personale: nei giorni in cui Sam e Meredith mi hanno fatto compagnia dalle pagine del libro, mi è capitato di vedere il film "One Day" con Anne Hathaway e Jim Sturgess, tratto dall'omonimo romanzo di David Nicholls. Sulle alette di copertina di "Tu, per ora #persempre" viene citato anche "One Day" e la definizione "schiettamente toccante, ferocemente divertente" non potrebbe essere più azzeccata ad entrambe le opere.

Un libro da leggere e da rileggere, perché contiene, sì, il dolore, ma anche la sua perfetta consolazione.


Tu, per ora #persempre
Laurie Frankel
Sperling & Kupfer
€ 17,90

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Segnalazione: L'impazienza di Penolope di Giovanna Di Verniere

L'impazienza di Penelope Giovanna Di Verniere Bookabook

«Ci sono persone che ti camminano accanto per anni e a malapena conosci la loro storia. Ci accontentiamo di ombre, non di persone, pur di non restare soli. Poi, un giorno, uno sconosciuto ti stringe la mano e improvvisamente ti sembra di essere stata risucchiata dai suoi occhi. Come se lui ti avesse percepito davvero, come se una semplice stretta di mano avesse potuto sfiorare la tua anima».
Intollerante all’amore: così si è sempre definita Virginia, trent’anni, stilista in carriera con un importante progetto a New York all’orizzonte. Da quando ha lasciato il suo paese d’origine e il suo primo amore per trasferirsi a Milano non si è più innamorata, non è più stata capace di lasciarsi andare, di affidarsi completamente a qualcun altro... Finché una sera a teatro rivede Riccardo Russo, attore di successo incontrato anni prima a Parigi e mai dimenticato. Nonostante lui sia felicemente sposato i due cominciano a vedersi, e presto l…

Segnalazione: Morte di una snob. I casi di Hamish Macbeth di M.C. Beaton

Morte di una snob. I casi di Hamish Macbeth M.C. Beaton Astoria Edizioni dal 8 febbraio in libreria e negli store online
Hamish sta per affrontare la prospettiva di trascorrere in solitudine le feste natalizie, quando viene invitato dalla bella Jane Wetherby, che gestisce un centro benessere, a passare da lei il Natale. In cambio deve capire chi, fra i clienti e gli abitanti dell’isola, trama di ucciderla. La lista dei sospetti è lunga: tutte le persone presenti sull’isola di Eileencraig nutrono rancore verso Jane, e tra loro la sgradevole Heather Todd, che si fa vanto di essere un’insopportabile snob. Un giorno, però, è proprio Heather, e non Jane, a venire assassinata. Per Hamish si prospetta un Natale molto più noir che bianco…

Il poliziotto Hamish Macbeth ha una trentina d’anni, è alto, magro, ha occhi nocciola e lunghe ciglia, e una grande zazzera di capelli rossi. Le relazioni sentimentali non sono il suo forte, anche se le donne lo attraggono sempre, in particolare Priscilla, fig…