Passa ai contenuti principali

Papa Francesco su Twitter: sarà un pontificato tecnologico?


Quando Benedetto XVI decise di avvicinarsi ai social network aprendo un account Twitter, ci furono polemiche, applausi, tweet ironici, sfottò a non finire. Ma tant'è.

Poi Benedetto XVI ha dato le dimissioni e l'account è stato sospeso per tutto il periodo di sede vacante. Ma già all'annuncio del nuovo pontefice, un cinguettio ha salutato i 1.877.279 milioni di follower: "Habemus Papam Franciscum".
Da allora, il silenzio, benché si possa facilmente prevedere che questo sarà il pontificato più tecnologico della storia. Non a caso tra i 115 cardinali chiamati al conclave, che il 13 marzo scorso hanno eletto Papa Francesco, ce ne sono alcuni che di media digitali se ne intendano molto più di altri.


A quanto pare il più attivo sui social network è l'Arcivescovo di Manila, Luis Antonio Tagle, la cui pagina Facebook è molto seguita, mentre al seguito troviamo l’Arcivescovo di New York, Timothy Dolan, che ha invece scelto Twitter per commentare i fatti quotidiani che riguardano la Chiesa.

Su Ninja Marketing si azzarda perfino una lista di consigli per "non disperdere l'investimento digitale" fatto dal pontificato precedente: 
  1. Sfruttare il canale Youtube del Vaticano;
  2. Proseguire con l'account Twitter;
  3. Attrarre un pubblico più giovane, ad esempio, con ebook dedicati agli argomenti della Chiesa che incuriosiscono di più;
  4. Aprirsi ai nuovi media, tipo Pinterest per condividere tutte le meraviglia non sempre conosciute della Città del Vaticano;
  5. Sperimentare in materia tecnologica porterebbe il Vaticano a compiere un passo avanti importante nella corsa al futuro.
Non vedo perché l'account di Twitter del Papa non possa diventare attivo come quello del Dalai Lama, che ogni giorno cinguetta messaggi di saggezza e di pace ad oltre 6 milioni di follower.



Fonte: Ninja Marketing.

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Segnalazione: Non basta dirmi ti amo di Daniela Volonté

Non basta dirmi ti amo Daniela Volonté Newton Compton Editori dal 9 novembre in libreria

Durante le feste, l’aeroporto JFK di New York è persino più affollato del solito. A causa delle abbondanti nevicate, poi, tutti gli aerei sono in ritardo, compreso quello che dovrebbe riportare Beatrice in Italia. Durante l’interminabile attesa, un passeggero ha un infarto e Beatrice si ritrova a soccorrerlo tempestivamente con l’aiuto di un uomo con una cicatrice sul viso. Si chiama Callan ed è di origine inglese. Seppure per poco, l’intensità di quei momenti li ha avvicinati, ma l’annuncio dei voli richiama entrambi alle proprie vite e Beatrice torna in Italia dal fidanzato, Matthias, che ha in serbo per lei un’inaspettata proposta di matrimonio. I preparativi la inghiottono, insieme ai conflitti con l’ingombrante suocera e con suo fratello, che non vede di buon occhio le nozze. Beatrice ha quasi dimenticato l’episodio all’aeroporto, quando riceve il messaggio di Richard, l’uomo che ha salvato: ha…

Anteprima: Buona vita a tutti di J.K. Rowling

Buona vita a tutti. I benefici del fallimento e l'importanza dell'immaginazione J.K. Rowling Salani dal 20 novembre in libreria e in tutti gli store online
Quando J.K. Rowling è stata invitata a tenere il discorso per la cerimonia di laurea di Harvard, ha deciso di parlare di due temi che le stanno molto a cuore: i benefici del fallimento e l’importanza dell’immaginazione. Avere il coraggio di fallire, ha detto, è fondamentale per una buona vita, proprio come ogni altro traguardo considerato di successo. Immaginare se stessi al posto degli altri, soprattutto dei meno fortunati, è una capacità unica dell’essere umano e va coltivata a ogni costo. Raccontando la propria esperienza e ponendo domande provocatorie, J.K. Rowling spiega cosa significa per lei vivere una ‘buona vita’. Un piccolo libro pieno di saggezza, umanità e senso dell’umorismo, ricco di ispirazione per chiunque si trovi a un punto di svolta della sua esistenza. Per imparare a osare e ad aprirsi alle opportunità del…