Passa ai contenuti principali

La musica dell'Orchestra della Compagnia degli Artisti di Ottocento Napoletano: Stabat Mater di Pergolesi


Quanti di voi, dopo aver visto da piccoli il film "Amadeus", hanno sognato di voler studiare musica?
Molti, probabilmente, e quelli che effettivamente hanno il talento, avranno anche sognato di portare una rottura agli schemi tale da essere paragonata a quella che mise in atto Mozart a suo tempo.

Tutto questo prima di entrare in Conservatorio e scoprire che Gershwin è ritenuto troppo troppo troppo moderno - è considerato il padre del musical americano... anatema! - per entrare in programmi che a volte arrivano fino a Debussy e a volte no. Salvo poi negare pure la Rhapsody in Blue... ma questa è un'altra storia!

E poi c'è chi alla musica non vuole rinunciare, nonostante i Conservatori, i detrattori, la crisi, i critici e i criticoni e allora si riunisce in una orchestra e crea qualcosa di bello. Molto bello.
E' successo esattamente così all'Orchestra della Compagnia degli Artisti di Ottocento Napoletano che venerdì 22 marzo alle ore 19.30 terrà - presso la Chiesa Santuario di Santa Maria della Natività e di San Ciro a Portici (NA) - il tradizionale concerto per la Pasqua, nel quale verrà eseguito lo Stabat Mater di Giovan Battista Pergolesi (Jesi 1710 – Pozzuoli1736). 


L’orchestra, una delle poche ancora operanti sul territorio napoletano, si presenterà nella formazione da camera e verrà diretta dal M° Leopoldo Fontanarosa, già emozionante violinista protagonista di numerosi concerti che a Torre del Greco si ricordano ancora con piacere, nonché studioso di fama europea del compositore Niccolò Zingarelli. La parte vocale sarà affidata a Mariateresa Polese, soprano e Tonia Langella, contralto. L’ingresso è gratuito.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Bambini e social: perché non ci sarà la foto di mia figlia online

Alla fine di maggio è nata mia figlia.
Già durante la gravidanza, io e mio marito abbiamo deciso che la foto di nostra figlia non sarebbe comparsa online.
Del resto, per mia scelta non abbiamo pubblicato nemmeno le foto del mio pancione e non perché ci fosse qualcosa di particolare o perché mi nascondessi da chissà chi. Dal vivo mi hanno visto tutti quelli che mi volevano vedere... e, con una rotondità del genere, non era facile non vedermi, vi posso assicurare!

Fin dal primo giorno, parenti, amici, colleghi o anche solo conoscenti, ci hanno chiesto di inviargli le foto della nostra bambina sui vari social, non avendo trovato niente sui nostri profili.
Vivendo all'estero, in effetti, chat e messaggi sono il mezzo di comunicazione più efficace e veloce, ma in questo momento social in cui Instagram e Facebook sono sovraccarichi di foto di bimbi condivise spesso senza alcuna restrizione, noi abbiamo deciso che il volto di nostra figlia non dovesse andare in giro senza che noi potess…

Segnalazione: La seduzione dell'ombra di Kresley Cole

La seduzione dell'ombra Kresley Cole Leggereditore ebook dal 13 luglio, cartaceo dal 27 luglio
Trama
Il principe Mirceo Daciano e il suo nuovo amico Caspion, cacciatore di taglie, battono le strade di Dacia, ubriachi e alla ricerca dei piaceri della carne. Ma quella che avrebbe dovuto essere una nottata come le altre cambierà per sempre le loro vite. Dopo aver trascinato a letto uno stuolo di ninfe, da queste provocati, il demone e il vampiro si baciano, e una volta interrotto il bacio si sentono scossi, spaventati dall’improvvisa chimica esplosa tra loro. Molteplici e variabili ostacoli, però, che vanno da una condanna a morte all’esilio in dimensione ormai devastata dalla guerra, minacciano di distruggerli e di annullare la vulnerabile e inattesa promessa contenuta in quel bacio. Anche se Mirceo riesce ad accettare Caspion come suo compagno predestinato, il sensuale vampiro deve ancora riuscire a convincere il demone che il loro legame sia per sempre. E ogni unione reale dei Daci de…