Passa ai contenuti principali

AMare Leggere: in partenza da Civitavecchia la minicrociera letteraria che approderà a Barcellona



Parte oggi il primo Festival di Letteratura per Ragazzi sul mare "AMare Leggere"
Parte letteralmente, perché si tratta di una minicrociera letteraria organizzata da Leggere:tutti in collaborazione con l’Associazione Nazionale Presidi, il Giffoni Film Festival, Biblioteche di Roma, Agis Lazio e Giunti Scuola, che dal 16 al 19 marzo porterà i ragazzi e i libri in viaggio sul mare.

La Grimaldi Lines ha messo a disposizione un'intera nave per AMare Leggere che, partendo stasera da Civitavecchia, approderà a Barcellona il 17 marzo, per consentire una prima visita della città, che si protrarrà per tutta la giornata successiva, per tornare indietro poi il 19 marzo.

All'iniziativa parteciperanno i ragazzi delle scuole e le loro famiglie, per una quattro giorni di spettacoli, letture, giochi, film. Si inizierà con "L’Odissea", interpretata dagli attori Natalia Magni e Roberto Baldassari, con musiche dal vivo di Roberto Gori: uno spettacolo che catapulterà i giovani passeggeri in u mondo parallelo dove, ad un certo punto, l’astronoma Elena Lazzaretto porterà tutti alla scoperta del cielo stellato.

Ma gli eventi sono numerosissimi e molto interessanti [il programma completo lo trovate su Leggere:tutti].
Di particolare curiosità sarà la giornata del 17 marzo, in cui si racconterà la storia dell’Inno di Mameli attraverso uno  spettacolo e si approfondiranno alcuni articoli della Costituzione. 

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Sotto il sole d'agosto

L'odore dell'origano secco da setacciare. I suoni della cucina quando qualcuno si sveglia presto. La luce della controra. Quel silenzio che dura sempre pochissimo. Tutti i rituali che sono in ogni cellula del mio cuore.

La felicità.
Il blu profondo del mare. La sabbia nera e gli scogli come artigli che afferrano le onde.
Il Vesuvio giallo di ginestre, viola di tramonto e rosa di alba.


I libri letti e riletti cento volte.
Le mie carte, le agende un po' ingiallite e i biglietti che ancora mi sciolgono il cuore.
Le piccole cose col loro piccolo posto sulla scrivania.

Gli abbracci, quelli grandi e indissolubili.
I baci, quelli veri, forti, a labbra morbide.
L'amore, quello che non passerà mai, che non è mai stato in discussione e mai lo sarà.
I legami, quelli che affondano le radici nel mio cuore, nell'essere più profondo di me e non cambieranno mai.


Sentire la mancanza di tutto quello che si ha così profondamente dentro, è strano.
È come sentirsi mancare un pezzo di c…

Gli scrittori più ricchi del 2015 sono inglesi e americani. E gli italiani?

Ogni volta che si cerca di parlare di lettura si mettono le mani avanti. "Si legge poco, quasi niente". Se osate mettere la domanda in mezzo a una tavolata di amici, potrete trovare quelli che se ne usciranno che sanno cosa sono i libri ma non sentono la necessità di stare nella stessa stanza con loro. Le librerie in Italia chiudono e quando riaprono spesso lo fanno sotto il simbolo dei grandi marchi editoriali (e ben vengano, eh, purché ci siano luoghi per e con i libri).
In Italia nel 2013 il 43% degli italiani adulti dichiara di aver letto almeno un libro negli ultimi dodici mesi (nel 2014 la percentuale è scesa al 41%), mentre negli Stati Uniti nello stesso anno, lo ha fatto il 76% della popolazione. Paese che vai, lettori che trovi.
In questo quadro generale, mi è capitato di leggere la classifica degli scrittori più ricchi del 2015 secondo Forbes e, sì, c'è gente che con i libri ci campa e lo fa anche più che dignitosamente. Non a caso e forse in virtù di quel 76%…