Passa ai contenuti principali

La frase da un libro: il compleanno di Charles Dickens!


Il 7 febbraio 1812 nasceva Charles Dickens maggiormente noto come uno dei più grandi scrittori inglesi, ma fu anche giornalista e reporter di viaggio.
Anzi fu proprio come giornalista che iniziò a scrivere nel 1833 sul Morning Chronicles sotto lo pseudonimo di Boz, dando vita ad una serie di bozzetti di vita urbana che in seguito saranno raccolti nel volume intitolato "Sketches by Boz".
Solo nel 1836 ottiene il successo con "The Posthumous Papers of the Pickwick Club" [pubblicato in Italia col titolo di "Il circolo Pickwick"). Dopo verranno i romanzi "Le avventure di Oliver Twist", "David Copperfield", "Grandi Speranze" e tanti altri, come pure decine di racconti, tra cui "Canto di Natale" è il più noto.
Una curiosità: Charles Dickens, tra il 1844 e il 1845, arriva in Italia e soggiorna a lungo a Genova, pur visitando anche Roma, Napoli e Mantova e facendo un resoconto che sarà poi pubblicato con il titolo di "Pictures from Italy". Sarebbe bello ricostruire il percorso dickensiano in Italia, no?

Oggi avrebbe compiuto 201 anni e ci piace festeggiarlo con una piccola serie delle citazione dai suoi libri più noti.

L’uomo che occupa un posto di fiducia non è mai il genere di uomo più adatto.
Verrà il giorno in cui sarà dolce alla tua memoria che altri passeggiando nel tepore solare si inteneriscano pensando a te.
Grandi Speranze

È finita e non c'è più nulla da fare, e questa è già una consolazione, come dicono in Turchia quando tagliano la testa dell'uomo sbagliato.
"In queste occasioni è sempre meglio fare quello che fa la folla". "Ma supponi che ci siano due folle", suggerì Snodgrass. "Urla quello che sta urlando la folla più grossa", replicò Pickwick.
Il circolo Pickwick

Le sorprese, come le sfortune, raramente vengono da sole.
Gli uomini che tengono in considerazione la natura e i loro simili e piangono perché tutto è scuro e cupo sono nel giusto; ma i colori foschi sono i riflessi dei loro occhi invidiosi e dei loro cuori. I veri colori sono delicati e hanno bisogno di una visione più pulita.
Le avventure di Oliver Twist


Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Le coccole di dicembre

L'odore della frittata di maccheroni. La felpa calda e morbida. Un momento di pura pigrizia. Un abbraccio. Un bacio dolce. Un sorriso spontaneo. Una coperta grande. La penombra di una stanza. L'attesa del tramonto. Un pezzo di cioccolato fondente con scaglie di arancia candita. Una tazza di tisana profumata. La voglia di lasciare che le cose vadano come devono andare. La promessa del tempo. Il giuramento dell'amore. La malinconia lenta pensando alle cose che sono passate. La scintilla di speranza per le cose che arriveranno. Un libro che intesse storie di parole e suoni. La quiete tristezza di una solitudine risolta e felicemente accettata.
Quella carezza che è mancata tanto. Quelle mura che sono sempre come le ricordavo. Rientrare in quel profumo che solo casa tua ha. Le luci di Natale sull'albero nel buio della stanza. L'odore della pelle di mia figlia. Il suono familiare delle chiavi quando rientra mio marito. I dorsi dei libri sugli scaffali, i titoli li riman…

Segnalazione: Surfing the bride

Surfing the bride. Nel folle mondo dei matrimoni Claudia Bisceglie e Manuela Lehnus Edizioni Clichy dal 23 novembre in tutte le librerie e gli store on line
Un crocevia di racconti e incontri fatti da Claudia, una wedding planner che vive nel folle mondo dei matrimoni, il suo «Paese delle Meraviglie». Parafrasando il titolo, «surfare l’onda emotiva della sposa» significa gestire i mille e uno ripensamenti dell’ultimo secondo di spose (e sposi, e suocere...) impazzite e in preda a una crisi di ansia. Ma non solo: vuol dire trovarsi davanti a situazioni familiari paradossali, che spesso si palesano in tutta la loro potenza durante l’organizzazione di un matrimonio. Claudia si racconta in prima persona, mentre osserva e condivide i sogni, le paure e il coraggio degli sposi che incontra. Un ringraziamento alla vita e alla «follia» che ci circonda e che, a volte, ci possiede prima, durante e dopo le nozze.

Claudia Bisceglie, wedding & event planner per professione, iperattiva e incasinata…