Passa ai contenuti principali

La biblioteca: un luogo per i libri, ma più ancora per i lettori


Quando ero piccola giocavo con i libri che trovavo in casa e mi divertivo a segnare dentro la copertina di ogni libro, con una matita, la materia e il posto dove lo riponevo. Un primo rudimentale sistema di catalogazione per la mia biblioteca casalinga.
Senza saperlo ho portato dentro di me il germe di questa passione/ossessione per le biblioteche, fin quando poi, all'università non è esplosa.

Ricordo con infinito piacere le giornate passate alla Biblioteca Nazionale di Napoli, sia nella parte più grande che nella Sezione Americana "J.F. Kennedy" dove ho fatto la maggior parte delle ricerche per la mia tesi in letteratura anglo-americana. 
Probabilmente ero l'unica che, dovendo aspettare che gli addetti alla biblioteca andassero a prendere i libri, non si è mai annoiata. Certo, forse la location della Biblioteca Nazionale di Napoli aiuta parecchio - un'ala del Palazzo Reale a Piazza Plebiscito - e gli affreschi sugli enormi soffitti a volta sono un piacevole passatempo. Ma c'era di più.
A volte, poi, mi aggiravo tra gli scaffali di legno lavorato dove sono conservati i libri più antichi, protetti da vetri o da reti di ferro, perchè non si possono toccare - forse non si possono nemmeno consultare, non saprei di preciso - ma a me piaceva comunque leggerne i titoli e gli autori. Tanto per sognare i tempi in cui quei libri antichi erano nuove uscite, tipo due secoli fa o giù di lì.

Da qualche tempo, su Facebook e in giro per il web circolano immagini di biblioteche che più biblioteche non ce n'è. L'ultimo articolo che ho letto fa una classifica delle dieci città dove gli amanti dei libri non possono proprio mancare di andare, ma io avrei aggiunto anche New York.

Oltre alla storica NY Public Library, ci sono anche tante piccole biblioteche, ognuna interessante a suo modo e con dei piccoli tesori da scoprire. A proposito di tesori, più avanti vi parlerò anche delle meravigliose librerie che ho scoperto perdendomi per alcune strade della Grande Mela.

Indovinate? Ironia della sorte vivo in una città senza biblioteca. O meglio, la biblioteca c'è - per l'amor di Dio, non è che domani viene l'Amministrazione Comunale a leggere il mio blog (certo, certo!) e si inalbera - ma una volta è chiusa, poi è aperta dalle 13 alle 13.02, poi per entrare ci vuole il pass firmato da Giacomo Leopardi, poi no, Giacomo Leopardi non dà pass a nessuno e allora si entra liberamente, dopo aver superato l'interrogatorio del guardiano e del custode. E vabbè.

Poi dice che uno ha sempre fame di biblioteche... un motivo ci sarà, no?


P.S.: In compenso, da qualche tempo è stata istituita Biblioshare a cura di giovani volenterosi che vogliono cercare di dare una mano ai lettori appassionati... e anche agli ossessionati, come me!

P.p.S: Quella nella foto è la Livraria Lello e Irmão a Oporto, in Portogallo. Una succursale del Paese delle Meraviglie, a parer mio...




Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Bambini e social: perché non ci sarà la foto di mia figlia online

Alla fine di maggio è nata mia figlia.
Già durante la gravidanza, io e mio marito abbiamo deciso che la foto di nostra figlia non sarebbe comparsa online.
Del resto, per mia scelta non abbiamo pubblicato nemmeno le foto del mio pancione e non perché ci fosse qualcosa di particolare o perché mi nascondessi da chissà chi. Dal vivo mi hanno visto tutti quelli che mi volevano vedere... e, con una rotondità del genere, non era facile non vedermi, vi posso assicurare!

Fin dal primo giorno, parenti, amici, colleghi o anche solo conoscenti, ci hanno chiesto di inviargli le foto della nostra bambina sui vari social, non avendo trovato niente sui nostri profili.
Vivendo all'estero, in effetti, chat e messaggi sono il mezzo di comunicazione più efficace e veloce, ma in questo momento social in cui Instagram e Facebook sono sovraccarichi di foto di bimbi condivise spesso senza alcuna restrizione, noi abbiamo deciso che il volto di nostra figlia non dovesse andare in giro senza che noi potess…

Segnalazione: La seduzione dell'ombra di Kresley Cole

La seduzione dell'ombra Kresley Cole Leggereditore ebook dal 13 luglio, cartaceo dal 27 luglio
Trama
Il principe Mirceo Daciano e il suo nuovo amico Caspion, cacciatore di taglie, battono le strade di Dacia, ubriachi e alla ricerca dei piaceri della carne. Ma quella che avrebbe dovuto essere una nottata come le altre cambierà per sempre le loro vite. Dopo aver trascinato a letto uno stuolo di ninfe, da queste provocati, il demone e il vampiro si baciano, e una volta interrotto il bacio si sentono scossi, spaventati dall’improvvisa chimica esplosa tra loro. Molteplici e variabili ostacoli, però, che vanno da una condanna a morte all’esilio in dimensione ormai devastata dalla guerra, minacciano di distruggerli e di annullare la vulnerabile e inattesa promessa contenuta in quel bacio. Anche se Mirceo riesce ad accettare Caspion come suo compagno predestinato, il sensuale vampiro deve ancora riuscire a convincere il demone che il loro legame sia per sempre. E ogni unione reale dei Daci de…